150 anni della nascita di Lenin: il Despot Virgin? Che i comunisti lodi

l’anno scorso un processo è stato modificato con un titolo provocatorio: perché le donne godono di più sesso sotto il socialismo (capitano swing, 2019). Kristen Ghodsee lo ha firmato, un sociologo specializzato nella vita di tutti i giorni sotto la tenda d’acciaio che, in un modo ingegnoso e distorto, sosteneva che nel capitalismo diventa sbagliato, e che la vera estasi è raggiunta nei sistemi in cui è sostenuto dall’abolizione della proprietà privata , perché le relazioni sono tra equivalzioni; Ricordiamo che i bolscevichi piastrellarono il matrimonio dell’istituto borghese in cui il marito edufrutualizzato di sua moglie.

è di più: uno degli slogan della rivoluzione russa era “giù decenza” e sosteneva di fare l’amore essere semplice come bere un bicchiere d’acqua. Tuttavia, il nostro immaginario collettivo non identifica la pienezza sessuale con il socialismo. La rivoluzione sessuale in Occidente è un fenomeno che è iniziato negli anni ’60 con gli hippy – che erano più una manifestazione anarco-capitalista che rivoluzionaria, poiché era sopra la visione -, e questa era una conseguenza del capitalismo, un sistema fornitore di consumatori piacevoli Merci, erano già la pillola, la minigonna o la roccia.

Oggi, a quei beni che chiamiamo iPhone – in cui più abbassiamo l’esca, soddisfare, sottoscrizione premium di pornhub o preservativi con sapore di mandarino. Cioè, quel capitalismo molto molto, e non è chiaro che sotto il comunismo sarà scopata di più, non nemmeno meglio. Si tratta di questo argomento, infatti – che i sistemi comunisti e i loro leader hanno storicamente avuto un rapporto obtuso e insoddisfacente con il sesso – da cui, con umorismo e intuizione, Federico Jiménez Losos ha spiegato il fallimento del materiale, che non propaganda, da Il progetto comunista: non potresti sostenere se non ci fosse sesso. Cosa ci porta a Lenin, la cui nascita è di 150 anni, sicuramente il paziente zero della questione, il vortice del problema.

In un’intervista con la fiera di vanità sulla pubblicazione della memoria del comunismo (la sfera di libri, 2018), ha detto Federico: “C’è una frase di Trotsky che dà a un altro saggio:” Mi piacerebbe mai parlare della verginità di Lenin ‘. Trotsky era sicuro che Lenin non avesse fatto nulla, qualcos’altro è Che lo hanno fatto. Come tutto ciò che è disposto, forse quello che gli piace era che sarebbe stato despoto, questo era il ruolo di Inassa Armand. ” Si estende, quindi, il sospetto che la vita sessuale di Lenin fosse povera, in roba e apatica. Che se fottuto fosse piccolo e passivamente, potrebbe essere disgustato, fingendo gli orgasmi. E osa avventurarlo con il suo partner nella vita e nella rivoluzione, Nadezhda Krupskaya, non è venuto a consumare. Ho suggerito a Krúpskaya stesso nei commenti raccolti durante la sua vita: il vero amore di Lenin era la rivoluzione.

lenin e krúpskaya incontrati a San Pietroburgo in un incontro di Adepti marxisti nel 1894, il gruppo per la lotta per l’emancipazione della classe operaia, che è stata camuffata come parte periodica di tè e pastitas. A quel tempo, Lenin si alternò con diversi giovani studenti – un modello di comportamento rapico archetipo del professore universitario sinistro – anche se era con Krúpskaya, che anni dopo è stato riconosciuto con Scarlett Johansson sul suo ruolo di vedova nera, con cui lui mantenuto regolarità negli appuntamenti. Era solito andare a casa ogni domenica per pranzare, e quando fu mandato a Exile Siberia, lo accompagnava. Era caduto innamorato, anche se il fuoco di Lenin – se una volta si accendeva “, si spegneva tra le neviche della Tundra.

In una lettera conservata, ha già rilevato il distanziamento. “Nel pomeriggio non sapevamo come uccidere il tempo, non volevamo rimanere il freddo in quella stanza fredda e scomoda, quindi siamo andati in film o al teatro.” Essere in grado di condividere il letto, optato per vedere le commedie. La relazione è rimasta fino alla morte di Lenin nel 1924, ma era più un collegamento programmatico e ideologico: Krúpskaya era un compagno fedele che prevedeva il progetto Emancipator della donna di lavoro, un aspetto che Lenin – che in quell’aspetto era piuttosto borghese e carca- gli diede un po ‘uguale.

“Brown Bolchevique”

La seconda donna nella vita di Lenin era un rivoluzionario francese, un “Ardent Bolshevik” chiamato Istassa Armand, con il quale il comunismo ha provato La prima volta l’idea del Polymor. Lenin non ha lasciato Krúpskaya, ma ha condiviso il letto con Armand: c’era un triangolo amoroso tentacolare che raggiunge la Spagna di oggi se riteniamo tutto ciò che è della vita intima nella cupola di noi, che dà uno stile di élite del serpente giovanile , tutto lo scambio di spose e sospetti cornuti – e rimasero fino al 1920, quando Armand morì di colera.I pochi appetiti di Lenin furono saziati, la rivoluzione consumata, e le uniche donne che è preoccupata era a causa delle prostitute di Nihzi Nóvgord a cui ha ordinato di sparare nel 1918.

secondo i criteri di

il progetto Trust

saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *