60 mila nuovi avvocati in India ogni anno

Anna Zhang, collaboratore di “The Asian Lawyer”, ha pubblicato un articolo interessante che analizza la situazione degli avvocati in India e la sua occupabilità a seconda dei diversi campus che ha insegnato la giusta carriera in quel paese. L’India ha più di 2 milioni di avvocati, secondo le statistiche dello scorso gennaio citate da TS Thakur, della Corte Suprema di quel paese. Quel numero rappresenta un grande aumento da 1, 27 milioni, che esisteva solo 4 anni fa, nel 2011, quando l’India ha già avuto la più grande popolazione di avvocati del mondo, come riportato dalla pubblicazione legalmente dell’India.
Più di 400 scuole di legge sono state aperte negli ultimi 3 anni, che porta a Un numero vicino a 1.200, che è coinvolto secondo un calcolo del BAR Consiglio dell’India, che è stato approvato una nuova facoltà ogni 3 giorni.

Remunerazioni

Alcuni pensano che gli avvocati ” Gli stipendi sono gonfiati e guadagnano più d e cosa dovrebbe veramente.
Abhijit Joshi, che è stato amministratore delegato in un grande ufficio indiano -azb & partner e creato il proprio studio lo scorso anno (Veritas legale), dice Che quando ha iniziato la pratica professionale nel 1993, ha guadagnato circa 450 US $ all’anno. Altri professionisti che hanno iniziato a lavorare allo stesso tempo hanno avuto un reddito compreso tra $ 250 e $ 420 all’anno.
Ma oggi gli stipendi di ingresso in una migliore azienda sono aumentati più di quadruplo: in media, un primo anno associato al primo anno a pagare US $ 18.000 e US $ 22.500 in un biglaw. Nello stesso periodo, il PIL pro capite in India è cresciuto solo 5 volte fino a raggiungere $ 1,581 dello scorso anno, secondo i dati della Banca Mondiale.
Tuttavia, solo una piccola percentuale di laureati indiani ha reali aspettative di raggiungere un remunerazione come i commenti. Il partner KHHATAN & CO partner Rabindra Jhunjhunwala ha detto che l’aumento del valore al livello di entrata indica, non un eccesso di offerta, ma la mancanza di avvocati di qualità.
La tua preoccupazione è simile allo stesso espresso da THAKUR: “Ora abbiamo avvocati che vengono direttamente alla Corte Suprema e che non sanno qual è l’onere del test o come svilupparsi in tribunali.”

L’occupabilità

Le grandi imprese, tra nazionale e internazionale, competono principalmente dai laureati di 16 delle 1.200 scuole di legge indiane. Queste sono organizzazioni nazionali specializzate in educazione legale di eccellenza, che sono il contrario della “legge” tradizionale ” Colleges “Dalle università.
Nel 1987, la scuola nazionale della Legy Of India University di Bangalore (NLSIU) è diventata la prima scuola di legge ad offrire una” educazione legale di qualità “. E per essere in grado di entrare in queste scuole, gli studenti devono dare un’esaminazione ammissione onal.
Le “Scuole di diritto nazionale” sono sempre la prima scelta per gli studenti con buoni voti, è l’opinione di uno studente che laurea quest’anno.
Ma l’educazione di qualità ha il suo prezzo: il prezzo totale dell’integrato Il programma, che dura 5 anni, è vicino a US $ 18.000. Ciò genererebbe una pressione finanziaria per raccogliere i “benefici degli investimenti”.
È 7 scuole che preparano circa 700 laureati ogni anno, che costituiscono solo l’1% di tutti i nuovi avvocati ammessi all’esercizio fisico, ma chi normalmente non hanno grandioso problemi durante la ricerca di un lavoro. Alcuni dei furgoni da parte dei soci del primo anno a grandi uffici e la stragrande maggioranza finiscono come litiganti in un sistema che paga circa US $ 1.800 all’anno.
magistrato Thakur pensa che il numero crescente di avvocati genera Preoccupazioni di qualsiasi altra cosa: “Abbiamo già 2 milioni di avvocati, con 60.000 nuovi ogni anno”. “Da loro, circa 2.000 provengono da università nazionali della legge (università nazionali di legge). Cosa succede con i restanti 58.000?”
Leggi l’articolo originale qui, scritto da Anna Zhang: [email protected]

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *