Allergia al latte e intolleranza al lattosio

Allergia alimentare e intolleranza alimentare sono termini che portano alla confusione tra le persone in quanto sono termini legati tra loro ma con cause, evoluzioni e trattamenti diversi.

allergia alimentare è considerata una forma specifica di intolleranza alimentare. È spiegato come un’ipersensibilità a una sostanza, allergeni, che ingeriscilo (anche inalando o toccandolo) produce sintomi caratteristici e diversi. È una reazione esagerata del sistema immunitario prima di uno stimolo non patogenico per la maggior parte della popolazione. Allo stato attuale, più di un terzo della popolazione mondiale presenta alcune malattie dell’origine allergica.

D’altra parte, l’intolleranza alimentare è un termine utilizzato per un’ampia varietà di risposte fisiologiche associate a alimenti privati (A. Un cibo, un drink o un additivo alimentare). A differenza dell’allergia alimentare, implica il metabolismo ma non il sistema immunitario, cioè il rilascio dell’anticorpo di immunoglobulina e (ige) non è intervenuto, che viene rilasciato una reazione allergica. Queste reazioni negative sono distanziate nel tempo.

Eruzioni cutanee sono segni che possono essere dovuti a reazioni allergiche Le eruzioni cutanee sono segnali che potrebbero essere dovuti a reazioni allergiche

A causa di questa confusione non differisce bene tra l’intolleranza al lattosio e l’allergia alla proteina del latte. Questo, latte, è una secrezione nutriente prodotta dalle ghiandole mammarie delle femmine di alcune specie di animali: mammiferi. La funzione principale del latte è per nutrire la progenie finché non sono in grado di digerire altri cibi. È composto principalmente di acqua e, in meno proporzione da sali, minerali e calcio, carboidrati (lattosio), grassi, proteine e vitamine. Protegge anche il suo tratto gastrointestinale contro patogeni, tossine e altre condizioni infiammatorie. Il latte dei mammiferi domestici (principalmente la mucca, ma anche di pecore, capra, giumenta, cammello, ecc.), Fa parte del cibo umano quotidiano nella maggior parte delle civiltà grazie al suo alto potere nutrizionale.

Allergia alla mucca Proteine del latte (APLV)

Questa è una reazione avversa dall’organismo contro le proteine di questo cibo, mediata da un meccanismo immunologico. È una risposta sproporzionata del sistema immunitario contro un cibo normalmente innocuo. Gli individui con una predisposizione allergica, dopo i primi contatti con il cibo, come il collo di bottiglia, riconoscere proteine straniere o loro parti che differiscono da quelle del latte umano, e che sono in grado di indurre una risposta immunologica. È la più comune allergia alimentare nei neonati e nei bambini piccoli, tra il 2% e il 5% di tutti i bambini subiscono questa condizione.

Il latte VACA è composto da diversi tipi di proteine con diverse denominazioni:

Caseina: forma l’80% delle proteine del latte e sono responsabili della crescita ossea e dello sviluppo.

Seriproteina: il 20% delle proteine rimanenti rendono Beta Globulin e Alpha Globulin, comunemente noto come “siero di latte”.

I sintomi e i segni causati dall’APLV sono diversi e possono influenzare vari sistemi organici, come la pelle, l’apparecchio digestivo o la respiratorio, ciò che può portare a eruzioni cutanee, eczems, vomito, diarrea, colica, stitichezza Risolvi o grida eccessive nel caso dei bambini piccoli. Questi sintomi e segni possono essere controllati rimuovendo le proteine dal latte di mucca dall’alimentazione. Ci sono molte opzioni di sostituzione disponibili, come le formule contenenti proteine idrolizzate o formule che non contengono proteine del latte di mucca. Quando non può essere limitato per eliminare completamente le proteine di alimentazione, deve garantire che le proteine del latte siano sostituite da alternative nutrizionali equivalenti. Possono anche essere alleviati in base alla loro origine: attraverso le creme se sono problemi cutanei, alimentazione linee guida per il reflusso, ecc.

Diagnosi e trattamento di allergia alla proteina del latte vaccino

I sintomi e i segni della persona saranno presi in considerazione, la loro storia medica, così come i risultati dei test. Questi test possono includere:

– Analisi del sangue.

– Test della pelle: vengono somministrate preferenze perché sono più veloci. Quando le reazioni allergiche si verificano immediatamente dopo che la persona ha mangiato, un test cutaneo o un test del sangue positivo è più probabile.

– Diete diagnostiche: come diete o esposizione al cibo, è possibile scegliere quando le reazioni allergiche si verificano ore o giorni dopo aver ingerito il cibo.

(tutti questi test devono essere effettuato sotto la supervisione medica da parte di uno specialista).

Il trattamento consisterà nell’eliminazione di tutti i prodotti lattiero-caseari e quei prodotti trasformati che incorporano le proteine del latte. La latte di capra e pecora sarà esclusa dalla dieta per la sua somiglianza proteica.

Intolleranza al lattosio

L’intolleranza al lattosio è l’incapacità dell’intestino tenue per digerire lo zucchero del latte (chiamato lattosio). L’intestino non produce abbastanza enzima di lattasi per aiutare l’assorbimento di questo nutriente. È un’intolleranza alimentare, cioè, il corpo non può digerire questo nutriente. Il sistema immunitario non è coinvolto quindi non si verifica alcuna reazione allergica. I bambini non mostrano segni di questa intolleranza fino a quando non hanno almeno tre anni e molto comune negli adulti.

non è le stesse allergie alla proteina del latte rispetto al lattosio

sintomi che includono L’intolleranza al lattosio è: gonfiore, dolore addominale, nausea, flatulenza o diarrea può essere segni di intolleranza al lattosio. Né la pelle né l’apparato respiratorio sono spesso colpiti. I sintomi possono essere controllati solo se tutti gli alimenti contenenti il lattosio sono evitati, ad esempio, ad esempio, tutti i tipi di latte e prodotti lattiero-caseari.

Diagnosi e trattamento dell’intoleranza al lattosio

Ci sono diversi Test per sapere se c’è questa intolleranza in una persona. Tra questi sono:

– test di hirogeno espirato: misura la quantità di idrogeno nell’aria di un’espirazione. Se il corpo ha problemi a decomposizione e assorbire il lattosio, i livelli di idrogeno sull’aumento del respiro.

– Test di tolleranza al lattosio: dopo un aspirazione del lattosio (50 g) il livello è misurato di glicemia. Se non c’è aumento, significa che non è stato assorbito, quindi il test è positivo.

– Livello PH di sgabelli: può essere utilizzato per diagnosticare l’intolleranza al lattosio in bambini piccoli, per tali altri tipi di metodi sono rischiosi o poco pratici.

– Diagnosi genetica

– Biopsia dell’intestino tenue

(tutti questi test dovrebbero essere fatti sotto la supervisione medica da uno specialista).

Sebbene l’intolleranza al lattosio non posa una minaccia aggiuntiva per la salute Di persone, è comodo minimizzare l’incidenza e la gravità dei sintomi e dei segni. Per questo, tutti gli alimenti contenenti lattosio, latte e derivati, oltre a prodotti elaborati che sono stati incorporati, saranno cancellati o evitando.

sia per l’APLV che per l’intolleranza al lattosio consultare sempre il medico di intestazione per la sua corretta diagnosi e trattamento. Ci sono numerose pagine con informazioni, supporto, elenchi di cibo e ricette per condurre una vita più semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *