Basquetple.com

Jerome Alan West, o Just Jerry, è nato il 28 maggio 1938 in Chelyan, Virginia occidentale. Era soprannominato “Mr. Clutch” per essere feste esperte e “il logo”, perché la sua silhouette durante un gioco è il logo NBA. Molte volte ha confessato che non gli piace e che preferisse che questo posto sia occupato da Michael Giordania o da qualche altro famoso basket. Inoltre, ha detto che non riceve un singolo dollaro per i diritti dell’immagine, anche se non lo infastidisce.

Ha avuto un’infanzia un po ‘dura, perché suo padre era piccolo a casa per il lavoro e, purtroppo , suo fratello morì nella guerra coreana quando Jerry aveva solo 12 anni. La sua passione per il basket era tale che non ha mangiato perché stava giocando. Infatti, ha raggiunto il limite di estrema magrezza che doveva essere iniettato con vitamine per recuperarlo.

è andato alla banca secondaria orientale dal 1952 al 1956 e lì ha ricevuto il miglior premio a stato di stato quattro volte : Tra il 1953 e il 1956. Inoltre, è rimasto anche con l’America del 1956, un riconoscimento delle migliori prospettive del liceo negli Stati Uniti. Quello dello scorso anno ha superato 900 punti nella stagione (la media 32.2 per incontro) e i campioni sono usciti. Grazie a tutto ciò che aveva fatto, la scuola ha cambiato il suo nome per una settimana e, se fosse la Banca orientale, continuò ad essere chiamato West Bank in chiaro allusione al suo cognome.

Circa 60 università hanno mostrato il loro Interesse a contare con lui, ma Jerry ha scelto l’Università della Virginia dell’Università dell’Ovest, situata nello stesso stato in cui viveva, e suonava per gli alpinisti. Sfortunatamente, non riuscì a suonare la sua prima stagione, il 56/57.

Tuttavia, ha fatto nel prossimo, in cui ha una media di 17,8 punti e 11,1 rimbalzi in 28 giochi, tutto il supporto, raggiungendo un record impressionante di 26 vittorie e solo 2 sconfitte. Nonostante il grande sforzo fatto in tutta la campagna, i mounatineer caddero nel primo gioco per soli 5 gol con Manhattan College e siamo stati fuori dalla PostSeason.

Nel suo terzo anno universitario è riuscito ad aumentare i loro numeri: è successo Ad una media di 26,6 punti e 13.3 rimbalzi per partita in 34 giochi, tutti giocando fin dall’inizio. Questi numeri valevano la pena di essere nominati come tutti-americani, ma questa volta a livello universitario. Durante tutta la stagione, ha aggiunto un totale di 903 unità, un record storico di annotazione presso l’Università dell’Ovest Virginia, oltre ad aver atteso 340 colpi di campo, registrare ancora attuale.

In quell’anno è stata la sua prestazione nei playoff Meglio, sia individuale che gruppo, e sono arrivati alla finale. Ci sono ponderati l’esperienza della California, che ha chiuso il gioco in modo migliore e perso per 71-70. In quell’incontro, West ha segnato 28 goal e ha abbassato 11 rimbalzi, che ha ottenuto il premio MVP dal Finale quattro.

Nella stagione 1959/60, il quarto e ultimo alla Virginia occidentale, Jerome ha sollevato il tuo livello di gioco Ancora una volta e chiuso il corso di media 29.3 punti e 16.5 rimbalzi. Come se non fosse abbastanza, è stato di nuovo consacrato come tutto-americano. Quel anno ha chiamato 908 punti, superando il disco che lui stesso aveva fondato un anno prima.

Inoltre, ha abbassato altri 510 rimbalzi e ha finito 15 giochi con 30 o più punti, tutti i record dell’Università in cui È idolo e che, nel 2005, ha ritirato il suo numero 44, un’altra delle grandi pietre miliari raggiunta nei suoi primi anni è che ha vinto i giochi Pan American del 1959, giocato a Chicago, e gli olimpionici del 1960 a Roma insieme a un’altra leggenda nel Storia della NBA come Oscar Robertson era.

Dopo il suo passaggio dall’Università dell’Ottente Virginia, decise di presentarsi alla bozza dell’anno in cui la medaglia d’oro olimpica era appesa. Dal momento che non poteva essere altrimenti, con i numeri raggiunti e i Palmarés internazionali che avevo rimasto è stato redatto con il numero 2 del primo turno per una squadra che aveva vinto, ma avevo bisogno di giocatori migliori per far fronte ai Celtics: Minneapolis Lakers.

Nel suo primo anno nella NBA ha avuto alcune complicazioni per adattarsi alla sua nuova squadra e, all’inizio, gli costò il rapporto con i suoi compagni. Tuttavia, in base a un buon livello e un’etica del lavoro che nessun altro ha avuto nel campus, sapeva come diventare un luogo e formato, insieme a Elgin Baylor, il più importante Dupla del campionato in cui entrambi furono integrati alla perfezione: Baylor come L’uomo di gioco interno a causa dell’assenza di un pivot dominante e ad ovest con il suo buon tiro a mezza distanza e la grande capacità armata di gioco.

In quella prima esperienza, Jerry è stato chiamato per primo gioco di All Star, celebrato a Siracusa, New York.Nella postseason la performance era buona ma non ha raggiunto per raggiungere le finali: sebbene potessero eliminare nel primo round i pistoni di Detroit da 3 a 2, nella prossima serie, quella della fine della divisione (in quel momento erano Ancora divisioni e non conferenze), sono cadute da 4 a 3 con il Saint Louis Hawks, che cadeva nell’ultimo e decisivo gioco di 105-103, che li ha privati per andare alla finale e affrontare i celtics.

Nel suo secondo anno fu costretto a prendere le redini della squadra poiché Baylor, che era al momento dei Lakers, fu chiamato alla Marina. Da quel momento è stato il leader della squadra e sono riuscito a far valere una media di 30,8 punti, 7,9 rimbalzi e 5.4 assist, numeri che lo mettono sul quintetto ideale della NBA ea tutta la stella di nuovo. In quest’anno è quando il soprannome “Mr. Clutch” è nato da quando tutte le palle dei momenti caldi delle parti sono andate verso di lui e, con la sua grande efficacia, la maggior parte è finita dentro.

In questo l’anno fortuna li ha aiutati un po ‘di più nella postseason e, dopo aver soggiornato con il titolo di divisione nella stagione regolare, è stato rivolto a affrontare di nuovo i pistoni, ma questa volta nella prima finale. La procedura contro Detroit non era complicata e Potrebbero passare dopo averli battenti da 4 a 2. In finale è stato il turno di affrontare i Celtics, una squadra che è venuta lasciando il campionato diversi anni fa. La serie è arrivata all’ultima partita e, tale era la parità, che era la parità, che era la parità, che era finito la definizione in tempo extra, dove i celtics hanno vinto da 110 a 107 per ottenere il quinto titolo della loro storia, il quarto consecutivo. In questo modo la più grande rivalità è stata forgiata nella storia della NBA.

Dopo alcuni anni di seguire il soggiorno alle porte del titolo, come è successo nel 1963, il dure è arrivato d E per fare la storia nei playoff del 1965. In quell’occasione i Lakers hanno schivato il primo turno per essere campioni di divisione e, nelle finali, si sono incontrati di nuovo con Boston. Anche se questa volta la sconfitta è stata data una partita prima (i celtics hanno vinto da 4 a 2), West aveva una grande prestazione in tutta la serie e ha una media di 46.3 punti, record storico in ritardo.

Tra il 1964 e il 1968, il 1964 e il 1968 Il franchise sapeva di rimanere tra le prime posizioni, sempre dalla mano delle grandi performance occidentali, che era ancora ad un grande livello come tutte le stelle e unirsi ad altri record individuali, come i tiri più liberi nella stagione del 1965/66 con 840 . Tuttavia, ogni volta che raggiunsero le finali che hanno incontrato i celtics che hanno reso quelle incrociate un’abitudine in cui sono sempre stati con vittoria (1965, 1966 e 1968).

per la stagione 1968/69, la squadra di Los Angeles ha acquisito i diritti del MVP prevalente che stava giocando a Philadelphia 76ers e che sapeva come generare alcuni mal di testa a Boston: Wilt Chamberlain. Nella postseason battono il falco e i guerrieri, raggiungendo la finale contro i celtics, il sesto in otto anni tra loro. Nonostante la sconfitta chiusa nel settimo gioco di Los Angeles da 108 a 106 dei Celtics, West ha rifinito quella partita con un tre punti 42 punti, 13 rimbalzi e 12 assist, che gli hanno guadagnato il MVP delle finali, essendo l’unico giocatore Non campione nella storia per ricevere quel premio.

La fortuna ha continuato a essere sfuggente al momento decisivo e, nella stagione successiva, 1969/70, non potevano stare con il titolo. Erano vicini ad essere eliminati dai soli del primo turno, ma riuscì a passare a spazzare gli Hawks. Tuttavia, al suo primo incrocio, cadde davanti ai Knicks di Willis Reed, Walt Frazier e Bill Bradley per 4-3, il che significava che la settima parte persa nella gara occidentale.

Tuttavia, mancava poco essere in grado di rompere la striscia. Dopo una brutta stagione nel 1970/71 in cui Baylor ha sofferto la pausa del tendine d’Achille, ad ovest aveva anche un infortunio in una delle sue caviglie che lo ha lasciato fuori per un sacco di anni e non poteva fare di più che cadere nelle finali di Conferenza dinanzi ai dollari di Lew Alcindor (non aveva ancora cambiato il suo nome a Kareem Abdul-Jabbar).

Finalmente l’anno è venuto in cui la maledizione potrebbe rompere, la stagione del 1971/72. Durante la fase normale è finita con un record di 69 vittorie (33 consecutivamente, registrare nella storia di tutti gli sport) e 13 sconfitte. Media a ovest 25,8 punti per partita per partita e alla fine potevano vendicarsi sui knicks, hanno battuto con impazienza da 4 a 1.

Sebbene stia dimostrando un grande livello negli ultimi anni e anche durante la stagione regolare, ovest Non è stato possibile replicare che nella serie finale ed era ben al di sotto del suo livello, il che non gli ha permesso di rimanere con il MVP delle finali, un premio che è stato Wilt Chamberlain.

Avendo tolto lo zaino dello zaino di dover vincere un titolo dopo sette cadute precedenti, West è stato in grado di iniziare a giocare più rilassati e relegati responsabilità per i più piccoli compagni. Con la gestione delle stagioni, i loro numeri erano periodicamente e, anche se non era il grande punteggio che era stato nei loro momenti migliori, il loro ruolo di formatore era più importante del tiratore.

Dopo aver perso Una nuova fine ai Knicks nella stagione del 1972/73, West ha annunciato che il 1973/74 sarebbe il pensionamento. Durante il corso ha giocato solo 31 partite perché ha avuto un problema nell’inguine, è stato in grado di fare un divario tra quelli convocati da tutti i giochi stellari, l’ultimo dei 14 ha giocato.

la sua produzione di team Era polemica, poiché la sua intenzione era di rinegoziare il suo contratto per un altro anno perché sentiva che poteva farlo bene un’ultima volta, sentivo che il suo fisico sarebbe stato permesso. Tuttavia, i leader dei Lakers non erano disposti a gestire il rischio e decisero di porre fine alla loro carriera a Los Angeles. Essendo un atleta fedele alle sue convinzioni, dichiarò che se non fosse in quella squadra non stava andando da nessun’altra parte ed è stato come, chi era il capocannoniere nella storia del franchising, appese le scarpe da ginnastica per sempre.

Dopo la sua pensione, West fu chiamato dal franchising che aveva brillato di essere un allenatore, che aveva assunto AA ABDUL-JABBAR quell’anno, ma sfortunatamente ha perso le finali della conferenza con i Blazer di Portland Trail Blazers. Dopo quella spezia, Jerry ha guidato per altri due anni, raggiungendo un totale di 145 vittorie e 101 sconfitte.

Ma il suo posto non era nella banca sostitutiva, ma negli uffici. All’arrivo all’indirizzo del team per la stagione 1982/83, la grande squadra dei Lakers degli anni ’80, che ha avuto come un ottimo riferito a Magic Johnson e che ha raggiunto altri tre titoli per il franchise (1985; 1987 e 1990) .

Nel decennio successivo, dopo alcuni anni in cui non poteva sopportare, ricostruiva la squadra e nel 1996 ha fatto uno dei mestieri più importanti nella storia dei Lakers. Ha inviato l’esperto VLade Divac ai calabroni in cambio di un giovane di recente redatto, chiamato Kobe Bryant. Una scommessa rischiosa ma che era finita consolidando quando, in quella stessa preseason, firmata come agente libero a Shaquille O’Neal. In questo modo ha armato uno dei migliori condotti della storia con cui hanno ottenuto i tre pedali tra il 2000 e il 2002.

Nel 2002 ha preso la decisione di lasciare i Lakers ad essere direttore generale dei Memphis Grizzlies . La sua idea era di ricostruirlo, poiché era un franchising sull’orlo di essere venduto, e lo ha raggiunto. West ha detto che “Dopo diversi anni di successi con i lakers, voglio sapere che cosa serve una squadra vincente per fare zero, voglio aiutare a fare la differenza.” Con i Grizzlies ha vinto il premio GM dell’anno nel 2004, stagione in che è stato dato per la prima volta la sua classificazione alla Postseason, proprio come i prossimi due anni. Ad ogni modo, si è stancato abbastanza velocemente e nel 2007 ha lasciato il suo posto a Chris Wallace.

Come tutto il buon uomo d’affari, Non è stato lontano dal mercato e nel 2011 è entrato a far parte del Consiglio di amministrazione dei Guerrieri, che gli ha offerto la posizione e una parte minoranza della proprietà della squadra. Dopo alcuni anni di costruzione, nel 2015 il primo titolo dell’attrezzatura dopo 40 anni, che rappresentavano da Jerry a livello personale il settimo come capo di un franchising. Due anni dopo, nel 2017, l’ottavo, anche dalla mano dei guerrieri.

Dopo quella buona fase del buon passo Golden State Team, West ha preso un altro corso e, il 14 giugno 2017, Ha annunciato che sarebbe entrato a unirsi al Consiglio di Amministrazione dei Clippers. Finora, la decisione non è stata negativa, poiché nell’ultimo mercato il team è stato fatto dei servizi di Kawhi Leonard e Paul George che, ha aggiunto alla grande squadra che è stata per diverse stagioni, sono in grado di combattere per il titolo E, perché no, dai al nono a ovest nella sua carriera come leader.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *