Blog – monitoraggio neurofisiologico intraoperatorio (ionm)

monitoraggio neurofisiologico intraoperatorio (ionm)

el mnio È una procedura che utilizza tecniche neurofisiologiche per valutare il motore e i sistemi sensibili durante gli interventi chirurgici ortopedici, neurologici, vascolari e altri che hanno messo a rischio il sistema nervoso (Aranem, 2008).
Monitoraggio intraoperatorio neurofisiologico (IONM) ha trasformato lo standard d’oro per il monitoraggio del tessuto nervoso funzionale e la mappatura del tessuto cerebrale eloquente durante le procedure neurosurgiche. L’uso multimodale del potenziale evocato da somatosensorio e potenziali evocato dal motore garantisce un monitoraggio adeguato delle precedenti autostrade sensoriali e Dorsal.
Il monitoraggio degli SSEPS e dei deputati DURANTE GRUPPO consente un intervento tempestivo a chirurgo per evitare ferite neurofisiologiche. La mappatura e il monitoraggio sono due diversi aspetti dello IONM. La mappatura prevede l’applicazione di uno stimolo elettrico direttamente al cervello, tronco cerebrale, midollo spinale o nervi, per causare una risposta del motore distale, il cui obiettivo è identificare la posizione del tessuto eloquente. Il monitoraggio viene utilizzato per monitorare continuamente o semicontinuamente l’integrità del percorso sensoriale o il motore completo, mentre si lavora da parte di tale percorso che mette a rischio tutto il sistema.
In più recenti anni, numerosi studi hanno dimostrato che il multimodale Ionm con SSEP combinato e MEP è più accurato e conduce a un minor numero di risultati falsi negativi.
SSEPS da solo mancanza di specificità per le strade a motore, ma sono anche basate su tecniche medie, che causano ritardi nel trattamento del segnale. Questo non è sorprendente, dato che il motore e i sistemi sensoriali sono indipendenti l’uno dall’altro, sebbene possano essere influenzati da fattori simili, ma non tutti. Gli SSEP sono anche più sensibili agli anestetici volatili e i pazienti con patologia del midollo spinale preesistente hanno una bassa qualità di SSEP.

Alcune delle procedure più comuni pediatriche Neurochirurgico per ionm include:
• Chirurgia cerebrale nella regione centrale e lungo le autostrade subcortic.
• Trench posteriore e chirurgia cerebrale dello stelo. • Chirurgia del midollo spinale.
• Chirurgia con conus-cauda, p. Sindrome da cordone ombelicale e resezione del tumore.
• Rizotomia per alleviare la spasticità.
• Resezione di tumori intramintoduli ed extramemografici.
• Alterazione funzionale della coda di cavallo e / o delle radici del nervo individuale.
in chirurgia ortopedica spinale , è stato trovato che l’uso di IONM durante la chirurgia della scoliosi è particolarmente utile.
È stato osservato che l’incidenza di complicazioni neurologiche associate al collocamento delle viti pedicografiche raggiunge l’11%. Il gruppo di consenso europeo sulla chirurgia spensierata consigliava le seguenti patologie come indicazioni per l’uso di IONM:
Applicazioni MNIO: (South AFR J Anasth Anale, 2013) – Chirurgia cerebrale nella regione centrale e lungo le autostrade subcorticali .
– Chirurgia della fossa posteriore e del tronco del cervello.
– Chirurgia del midollo spinale.
– Conorgia o resezione equina cauda e resezione del tumore. – Rizotomia per migliorare la spasticità muscolare.
– Resezione di intramosto e tumori extramelato.
– alterazione funzionale di radici equini cauda e / o singole radici del nervo.
– interventi chirurgici ortopedici del midollo spinale, come correzione di deformità spinali con una maggiore scoliosi di 45 gradi.
– Correzione di congenita Anomalie della colonna vertebrale.
– ampia decompressione precedente e posteriore nella stenosi spinale e lesioni della colonna cervicale, toracica e lombare, causando mielopache.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *