Congresso (Italiano)

Obiettivi: Valutare la mortalità dei dati a 30 giorni dalla diagnosi del TEP in Inpatienti contro Ambulatory.

Materiale e metodi: i dati dei pazienti consecutivi con TEP associato al cancro da un programma prospettico multicentrico (2005-2018). I dati di mortalità, recidiva e sanguinamento superiori a 30 giorni dalla diagnosi del TEP in pazienti ospedalizzati contro ambulatory, sono stati confrontati.

Risultati: 617 I pazienti sono stati inclusi in questo studio (61,6% degli uomini; Medioevo 65 ± 11,4 anni). 522 (85%) Pazienti ambulatoriali e pazienti 95 (15%) ricoverati in ospedati nella diagnosi del TEP. I tumori primari più frequenti erano: polmone 32%, colteletto 14%, urologico 13%, un altro 9%. Il 47% ha ricevuto la chemioterapia sistemica. Il TEP era una scoperta accidentale nel 54% dei casi. La mortalità globale a 30 giorni si è verificata in 95 pazienti (15% della coorte), essendo più alti in quei pazienti ricoverati (30% vs 13%; P

Discussione: il TEP è una causa importante. Pazienti con cancro , Soprattutto nei pazienti ricoverati in ospedale, quindi questa scoperta può essere pertinente allo sviluppo dei modelli di stratificazione della prognostica TEP in questo contesto.

Conclusioni: il TEP diagnosticato in pazienti ospedalizzati con cancro associato a una maggiore mortalità di 30 giorni rispetto ai superpatici.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *