Disinserito tarsale laterale bilaterale idiopatico

Comunicazione breve

Idiopatico Disinserito tarsale laterale bilaterale

Perdita idiopatica della sospensione tarsale laterale

Trojan J.1, Martín E.2, Genol-Saavedra I.1, García-Sánchez J.3

Dipartimento di Oculoplastica. Ospedale clinico San Carlos. Madrid. Spagna.
1 Bachelor of Medicine.
2 Bachelor of Medicine. Ospedale di Fuenlabrada. Madrid.
3 medico di medicina. Complutense Università di Madrid.

Direzione per corrispondenza

Riepilogo

Cassa clinica: maschio di 53 anni, che ha presentato assenza di tarsus per luogo dal basso palpebra di entrambi gli occhi. La tortoplastica laterale è stata eseguita, con un buon periodo postoperatorio.
Discussione: La deiscenza dell’Unione del tarso inferiore con il canto laterale senza conosciuto causa è una scoperta molto raro e che ha solo la riflessione in letteratura. Due casi di elastolisi delle palpebre che associate all’assenza associata della sospensione tarsuale laterale sono descritte, ma entrambi hanno presentato atrofia della pelle palpebrale con alterazione del componente elastico della pelle, confermato istologicamente, mentre in questo caso la pelle era normale.

Parole chiave: canoplastica, cantopexia, elastolisi, striscia tanasal, cutis laxa.

astratto

Caso: un uomo di 53 anni che ha mostrato una perdita di sospensione tarsale Nel terzo laterale di entrambe le palpebre inferiori è stata sottoposta a una cimmia laterale con un buon risultato post-operatorio.
Discussione: Disinserito dell’Unione del tarso inferiore con il più tardi Canthus, di causa sconosciuta, è una scoperta molto rara che non è mai stata segnalata nella letteratura mondiale. Ci sono due casi descritti di elastolisi palpebra con perdita di sospensioni tarsali laterali, come nel nostro caso, il sedere ha mostrato l’atrofia della pelle palpebra e aveva una conferma istopatologica. Il nostro caso non ha avuto atrofia della pelle (Arch Soc Espshlmol 2007; 82: 369-372).

Parole chiave: Canthooplasty, Canthopexy, Elastolisi, Striscia tarsale, Cutis Laxa.

INTRODUZIONE

Un caso di disinserzione del tarso della palpebra inferiore di entrambi gli occhi a livello del canthal laterale. È una circostanza relativamente frequente dopo determinati interventi chirurgici palpebrali, come la striscia tarsale. Tuttavia, in questo caso è sopravvissuto idiopatico e bilateralmente.

custodia clinica

maschio di 53 anni, asintomatico, nessuna storia personale di interesse, che consulta la perdita delle ciglia in il terzo esterno di entrambe le palpebre inferiori dei mesi di evoluzione. Non significa traumi, interventi chirurgici, né sfregamento oculare cronico. Nell’esplorazione, l’assenza di tarsus è stata apprezzata nel terzo esterno di entrambe le palpebre più basse, lasciando il bordo libero pallobrale attaccato al bordo da un ponte cutaneo molto sottile (Fig. 1). Ha anche presentato la discesa di entrambe le palpebre inferiori e la blefaroposis lieve, non verificata dal paziente. Su richiesta del paziente, la chantoplastica laterale con canopexy per la correzione del disinserzione tarsale è stata eseguita chirurgicamente. Lo studio anatomatologico della pelle adiacente non ha contribuito i dati di interesse. I postoperatoriamente studiarono favorevolmente, migliorando la discesa della palpebra inferiore e il contorno palpebrale (Fig. 2). Fu quindi proposto un intervento chirurgico dalla ptosi, che il paziente ha rifiutato.


fig. 1: Vista laterale preoperatoria. La freccia indica il limite del confine nel tarso desenso. Il ponte cutaneo fine può essere apprezzato
Unisciti alla palpebra inferiore con il superiore.


FIG. 2: confronto pre e postoperatorio. È migliorato la discesa della palpebra inferiore e il contorno del canto laterale.

Discussione

La configurazione della fessura palpebrale è gestita dai tendini mediali e laterali , che sono inseriti nelle piastre tarsali (1). I muscoli retrattili delle palpebre e gli orbicolari stanno anche contribuendo a detta fessura. Pertanto, in condizioni fisiologiche, si ottiene la caratteristica forma di mandorla del contorno palpebrale.

Il paziente ha presentato la perdita del contorno angolato del canto laterale, con un aspetto più romo e arrotondato, assenza di schede in L’area del disinserzione, poiché il bordo libero è stato formato a scapito della pelle e del tessuto sottocutaneo del canto e della diminuzione della palpebra inferiore, che attribuiamo all’effetto del muscolo del retrattore della palpebra inferiore, che mancava il Opposizione della necessaria tensione palpebrale orizzontale.

L’interni del legame del tarso inferiore con il bordo laterale senza la causa nota è una scoperta molto raro e che ha solo una riflessione in letteratura. Due casi di cut di lassismo con coinvolgimento palpebrale che è associata l’assenza della sospensione tarsale laterale (2). Hanno anche presentato ptosi e atrofia della pelle palpebrale.Questa rara malattia produce un coinvolgimento del tessuto elastico della pelle, chiamato elastolisi, caratterizzato da perdita selettiva di fibre elastiche nel dermadio medio. Può essere congenito o acquisito e localizzato o diffuso. La pelle offre un aspetto dell’invecchiamento precoce, con formazione di rughe e pieghe (3). A livello Palpebral, può prendere con dermatochalassis, atrofia cutanea e ptosi aponeurotica. La diagnosi è ottenuta attraverso una biopsia cutanea dell’area interessata. Tuttavia, nel nostro caso, l’atrofia cutanea non è stata apprezzata e lo studio anatomatologico non ha offerto alterazione del componente elastico della pelle.

La lassità insufficiente della palpebra inferiore non ha permesso una tecnica di striscia tarsale convenzionale, Poiché subito alla flangia orbitale laterale sarebbe stato necessario fare un lembo di periostio. Pertanto, è stato preferito riformare il bordo laterale unendo l’estremità laterale del tarso inferiore al ramo superiore del tendine della cantalia laterale. Di seguito è riportato una chantopexia per evitare un restringimento della fessura orizzontale palpebrale. Esecuzione di una piccola incisione nella piega cutanea della palpebra superiore, i tessuti sono stati sezionati fino a quando il tendine della cantal laterale fosse isolato, che fu suturato al periostio della flangia laterale orbitale, allo stesso modo in quanto a volte viene eseguita in blefaroplastica cosmetica per sollevare il canto ( 4).

Come conclusione, evidenziare l’importanza dello studio anatomatologico in casi analoghi, per escludere malattie della pelle associate, poiché si è riflessa sopra.

Inoltre, evidenziare Tecnica utilizzata come alternativa valida alla striscia tarsale nei casi come questo, in cui la forma di realizzazione di esso senza ulteriori procedure non è possibile.

Bibliografia

1. Kersten rc. Corso di scienze di base e clinico. Sezione 7: orbita, palpebre e sistema lacrimale. San Francisco: American Academy of ofthalmology; 2004; 135-146.

2. EMESZ M, WOHLFFART C, Schaeppi H, Kiesler J, Thaller-antlander H. Elastolisi delle palpebre. Rare cause di ptosi. Ophthalmologe 2004; 101: 509-513.

3. Riveros CJ, Gavilan MF, Franca LF, Sotto MN, Takahashi MD. Acquisito localizzato Cutis Laxa confinato al viso: caso relativo e revisione della letteratura. Int j dermatol 2004; 43: 931-935.

4. SHORR N, Goldberg Ra, Eshaghian B, cucinare la cochoplastica del lato T.. Ophthal Plast Ricostr Surg 2003; 19: 345-352.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *