Dizionario medico-biologico, storico ed etimologico (Italiano)

L’anno 2009 è iniziato male per Dicciomed, Google ha dichiarato che era un web che potrebbe essere dannoso e dissuadere agli utenti di entrare. Una volta che hanno corretto i presunti mali che hanno a che fare con la possibilità che potremmo trasmettere virus di calcolo senza volerlo, Google rettificato rapidamente. Con questo motivo abbiamo scelto di inaugurare i commenti del 2009 il virus della parola.

ha una lunga storia in medicina lungo la quale ha cambiato significato. Nel latino classico non era un termine specificamente medico e significava ‘veleno’, ‘Ponzoña’ (come è successo con la parola indoeuropeo da cui derivava), quindi è andato a ‘poke velenoso’ e, in un caso ” pozione magica ‘. A poco a poco stava cominciando ad apparire usi che ci avvicinano alla medicina. Quindi celso, autore medico del S. I D.C., chiama virus al veleno che trasmette il cane rabbioso (med. 5.27), in una coincidenza premonitrice finché è stato quindi noto che la rabbia è stata trasmessa da un virus (nel senso attuale). Nel latino medievale ha adottato un significato simile a “pus”, cioè, “secrezione infettiva” e che è l’uso che è fatto della parola nei più famosi trattati di chirurgia latino del tempo, quello di Lanfranc de Milano, s. Xiii e Guy de Chauliac nella sua Magna di Chirurgica, s. Xiv; In tal modo arrivò attraverso le traduzioni di questi trattati all’inglese (prima del 1400), spagnolo (1450), francese (1478). Vediamo il primo esempio in spagnolo di chirurgia conforme a 1450:

“E Nota che il fistolo realizzato da Aquaste Place alcuni vegan è un sacco di maliçio & ECHA Corruzione Virus & Alcuni Tonçe vogliono curarlo con Ruptorio per ciò che Fazen End Ende End Ende. Perché Vlçera Virolenta è nel virus liquido Sotil di Qualliera. “

Nel suo vocabolario universale in latino e romanticismo Alfonso de Palencia nel 1490 il seguente gioco di parole con l’aggettivo derivato Viroso è consentito, solo comprensibile per coloro che conoscono il latino:

“et la muger che ha appetito di Dixamos Virosam Maschi & Quel pettora Virrosa è un seno forte: altri è Virosus ha detto come Ponçanoño, CA Virus è Ponçoña. ” (Il primo virosam è l’aggettivo derivato da “maschio”, il secondo è un derivato della “forza” di uīs e solo il terzo, Viroso, deriva da Uīrus, la parola che ora ci occupa).

di Un’evoluzione graduale, è successo a significare “agente infettivo” come era noto che le suppurazioni erano particolarmente contagiose; Quindi arriviamo a questo testo di Juan Meléndez Valdés de 1791 (discorsi forensi):

“di poco o nulla servirà come gravi misure che il governo non cessa di prendere per tagliare e terminare i mali che hanno afflitto all’Andalusia, alle corde delle truppe e alla lazaretos con cui sono, né le guardie di guarigione che nelle province di salvarci dal loro contagio: nelle nostre città, nei loro luoghi e strade, nei templi santi, le nostre stesse porte respirano Il virus pestilantico che deve terminarci. “

l. Pasteur ha affermato nel 1881. “Il virus è un parassita microscopico che può moltiplicare la coltivare fuori dal corpo dell’animale”. (SCI. AMER. Supplovin. 1881 giugno 1881, 4516/1), ma con questa denominazione comprendeva batteri e virus poiché la diversa natura dell’uno non era ancora stata scoperta.

La scoperta dei virus come “Agenti patogeni più piccoli dei batteri” è attribuito al biologo russo D. Ivanovski nel 1892 e l’olandese M. Beijerinck nel 1897 in modo indipendente. È questo che deve il suo nome, perché in un famoso lavoro del 1898 ha usato il termine virus per riferirsi a loro. Entrambi hanno fatto esperimenti simili su una malattia virale che colpisce l’impianto di tabacco e ha dimostrato che questi agenti patogeni erano più piccoli dei batteri in quanto potevano porcellane i filtri in porcellana che hanno mantenuto i batteri. Se leggiamo (può essere visto in un PDF premendo qui) il testo dell’articolo di Beijerinck del 1898 “riguardante a Contagioum Vivum Fluidum come causa della malattia spot delle foglie del tabacco”, classici fitopatologici 7, società fotopatologica americana, abbiamo scoperto che continua davvero a utilizzare il virus nel senso di “agente patogeno” e che la nuova entità che ha appena scoperto il nome Contagioum Vivum Fluidum, cioè “fluido dal vivo agente contagioso”; Tuttavia, è un ampio uso del termine virus al lavoro e questo ha causato che in seguito la parola che è stata utilizzata per designarle. In breve, pensiamo che sia stato il responsabile involontario per il cambiamento del significato.

Infatti, nonché l’anticipo del 2008 per la nuova edizione del dizionario inglese di Oxford, dal 1900, questi piccoli agenti patogeni come virus filtrabile cominciarono a essere designati in questi virus minuscoli e, successivi, ultramicroscopico perché potevano essere visti solo nel microscopio elettronico nelle quaranta dell’ultimo del secolo scorso.

Secondo il dizionario citato, la parola in calcolo ha iniziato a essere utilizzato nel 1972.

Francisco Cortés. Gennaio 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *