Espondolistesi ístmica lombosacra del adulto: laminoartrectomia e fusione in situ

Articolo originale Articolo originale Articolo originale Articolo

EsposiliListesi Ístmica LumboSacra del Adulto: laminoartrectomia e fusione in situ

P > Espondilolistese Ístmica Lombolassacral del adulto: lamino-artrectomia e fusan in situ

adulto lombosacrale istmico spondiloliisthesi: la laminectomia / artrectomia e in situ fusion

patricio manzonei; Claudia ihlenfeldii; EDUARDO MARIÑO ÁVALOSIII; José Felipe Gemroiv

Idiretor Medico – Centro “Nicolas Andry” – MonteaGudo 207 – (3500) Resistenza – Argentina
Iimédico – Centro “Nicolas Andry” – MonteaGudo 207 – (3500) Resistenza – Argentina
IIIMEDIC – Istituto medico “Dra. Kyra Popowitch”
Ivmedic Felipe Gemtro – Ospedale “4 giugno Dr. Ramón Carrillo”

Corrispondenza

Astratto

> Obiettivo: EspondiloListesi dell’All’uncino può essere trattato con riparazione delle default, decompressione (suola o fusione), fusione circonferenziale e riduzione con la correzione successiva. L’obiettivo di questo lavoro sta valutando i risultati a metà del tempo di decompressione e fusione in situ in pazienti gestiti da un chirurgo del suolo.
Metodo: criteri di inclusione: 1) Espondilolistesi Ístmica L5-S1. 2) Gestito nella maturità scheletrica. 3) laminorectomia di L5 con strumentato strumentato strumentato senza riduzione. 4) Più di 3 anni di follow-up. 5) Assenza di pseudoartrosis al follow-up. 6) Valutazione funzionale e radiologica per osservatore indipendente. Confronto dei dati con bibliografia. Analisi statistica con T-Test, Chi Square e Anowa.
Risultati: 16 pazienti (12 ♀ / 4 ♂) Valutato. Media media: 40,6 anni (17 – 66); Follow-up medio: 10,3 anni (3,3 – 18). Slip media: 42,9%. Nueve ha esibito dolore alla radice, 3 dolore lombare e 4 dolori arrapati. Punteggio del dolore (SRS) Media preoperatoria: 1.38, nessuna differenza tra grado basso e alto (P = 0,887). 15/16 Chejored (Punteggio finale Media: 4.44). 13/16 restituiti alla loro attività precedente (81%). HUBE 2 infezioni; nelle complicanze neurologiche hube. I parametri spinopelvici finali, rispetto alla letteratura hanno mostrato differenze statiche. Il confronto tra liste basse e elevate della serie non ha mostrato differenze significative nei parametri Dichos, il follow-up Ni in tempo, gli artrodi, i sintomi ni ritornano al lavoro.
CONCLUSIONE: decompressione e firma substrata strumentata in situ Consente l’80% dei risultati bueniosi a La spondilolistesi Ístmica lombosacra del adulto senza importare la laurea.

descrittori: spondilolistesi, chirurgia; Artrodesi; La laminectomia; Fusion vertebrale.

Riepilogo

Obiettivo: l’obiettivo ISTymic Spondylolist degli adulti può essere considerato come riparazione della sconfitta, decompressa (isolata o fusione), fusione circonferenziale e riduzione con la successiva fissazione. L’obiettivo era valutare i risultati alla scadenza della decompressione e della fusione in situ in pazienti sottoposti a pazienti sottoposti a trattamento chirurgico da solo chirurgo.
Metodo: criterio di inclusione: 1) Espondilolistese idmica L5-S1. 2) Chirurgia depositare la maturità scheletrica. 3) Lamino-Artrectomy e artrodesi-Poster laterali nella riduzione del L5 SEM. 4) Più di tre anni di accompagnamento. 5) Abitazione della pseudartrite in accompagnamento. 6) Valutazione funzionale e radiologica da parte di osservatori indipendenti. Confrontando con la letteratura. Analisi statistica di Teste “T”, Qui Quadrado e Anova.
Risultati: Foram ha valutato 16 pazienti (12 ♀ e 4 ♂). Età Média: 40,6 anni (17-66), accompagnamento Médio: 10,3 anni (3,3-18). Méda del slip: 42,9%. Nove dolore radicolare di Tinham, 3 Lomba, 4 dolore radicolare e all’indietro. Pontuarazione del dolore pre-operatorio (Second SRS): 1.38, differenze SEM tra basso e alto grau (P = 0.887). Quinze in 16 pazienti avevano Melhora dei sintomi (Pontuario Final Média: 4,44). Treze in 16 pazienti tornati alla capacità anteriore (81%). Houve due infezioni, ma la complicazione neurologica Nenhuma. I parametri spin-pelvici alla fine dell’accompagnamento non presentano differenze statistiche in relazione ai valori trovati in letteratura. Il confronto tra basso e alto grado del Série Não ha mostrato una differenza significativa nessa nesses nems in tempo di accompagnamento, livelli con artrodesi, sintomo o ritorno al lavoro. Concomissione: la fusione di decompressione-laterale e strumentata in situ consente l’80% delle bons risultati nello Ístmica spondilolistese lombikico negli adulti, indipendentemente dalla presa scorrevole.

Descrittori: spondilolistese, chirurgia; Artrodesi; La laminectomia; Vertebrale.L’obiettivo di questo lavoro è valutare i risultati a medio termine della decompressione e della fusione di situ tra i pazienti sottoposti a trattamento chirurgico con lo stesso chirurgo.
Metodo: criterio di inclusione: 1) L5-S1 SospondiloListhesi istmica. 2) Chirurgia eseguita dopo la maturità scheletrica. 3) Laminectomia L5 e artrhectomia con fusione strumentata posterolaterale senza riduzione. 4) Follow-up maggiore di 3 anni. 5) Nessuna pseudoartrosi al follow-up. 6) Valutazione funzionale e radiologica da parte di osservatori indipendenti; Revisione della letteratura e confronto dei dati; Analisi statistica con T-Test, Chi-Squared e Anova.
Risultati: 16 pazienti sono stati valutati (12 ♀ / 4 ♂). Età media: 40,6 anni (17-66); Follow-up medio: 10,3 anni (3,3-18). Slip media: 42,9%. Nove pazienti avevano dolore radicolare, 3 dolori alla schiena e 4 entrambi. Media preoperatoria SRS Punteggio del dolore: 1.38 senza differenze tra grado basso e alto (P = 0.887). Quindici 16 pazienti hanno avuto un miglioramento dei sintomi (punteggio finale medio: 4.44). Tredici di 16 pazienti restituiti all’attività precedente (81%). C’erano 2 infezioni, ma nessuna complicazione neurologica. I parametri spino-pelvici alla fine del follow-up non hanno mostrato differenze statistiche rispetto ai valori trovati in letteratura. Il confronto tra la listhesi bassa e di alto livello nella nostra serie non ha mostrato alcuna differenza significativa in questi parametri o nel periodo di follow-up, dei livelli fusi, dei sintomi o di ritorno al lavoro.
Conclusione: la decompressione posterolaterale e la fusione strumentata in situ consentono l’80% dei buoni risultati in una spondilolisthesi istmica lombosacrale negli adulti indipendentemente dal grado di slittamento.

Parole chiave: spondilolisthesi, chirurgia; Artrodesi; La laminectomia; Fusione spinale.

introductión

la espóndillissesis lombosacra Ístmica del adulto se puebe tratar con riparación del defecto, descompresión (sola o con fusión Póstero-laterale), fusión intersomática anterior Aislada, fusión cerenferencial Y Reducción con fijación posterior1,2.

it Pacientes ApropiaDamemente Seleccionados SE Puede Tener UN 80% o más de Risultatodos Soddisfactorios Independientelemente de la técnica Usada2.

El Objetivo del Presente Trabajo Fue Valorar Los Risultato A Mediano Plazo de la Descompresión y fusión in situ en pacientes operados por un solno cirujano en un mismo centro.

materiale y métodos

los criterios de incllusión para este trabajo fueros: 1) pacientes con esponlilolistesi Ístmica l5- S1, Tipo Lítica A Parir de Risser 5, 2) Operados Destués de la Madurez Esquelética, 3) Con Laminoartrectomía de l5 y Artrodesis posterolaterale in situ Instrumendada, Es Decir Sin Reducción O Maniobras de Corrección strumentale, 4) Con más de 3 Años de Seguimiento, 5) Ausencia de pseudoartrosis al seguimiento, 6) Valoración funcional y radioológica por Observador Independiente, DE 7) Espinogramas y rx focalizadas de columna lombosacra y pelvis al finale del seguimiento.

se Efectuó un análisis estadístico usando como pruebas no Paramétricas el t-test de studente y la anova para las variabili cuantitativas, y el chi cuadrado y el test de fischer para las cualitativas. SE ACTÓ COMO VALOR SIGATIVO DE PA PARTIR DE 0.05.

en las radiografias preoperatorias y en los espinogramas y radiografias del seguimiento fueron medidas las desalineaciones en el plano frontal de columna dorsal y lombar, la cifosis dorsal, la lordosi Lumbar, El Ángulo Lumbosacro, El Grado de Listeno, El Porcentaje de Desslizamiento, El Porcentaje de Dexlizamiento, La Curva Sacra, El índice Lombar, La Incidencia Pelviana, La Pendere Sacra, La Inclinazione Pelviana y El “sporgenza de s1”; Todo Ello Según Los Criterios de las PublicAciones ESESSENTIS EN LA QUATEDURA3-21.

SE Comparto Los Valores Preoperatorios y los Valores Postoperatorios del seguimiento de nuestra Serie entre sí, y también estos con los valores de series de pacientes normali de la bibliografía7,9-13,15,18,21.

se confronto también nuestros valori preoperatorios con los valores de series de pacientes con espondilolistesi lombosacra no operados de la bibliografía6-8,11,12,15 , 16,22, Tanto Globalmente Como Suddivididos en Sottogrupo De Alto Y Bajo Grado de Desslizamiento.

Di último, También se confronto Los Valores Postoperatorio del Seguimiento de Nuestra Serie con Los Valores Postoperatorios de Series Operadas PublicAdas23-26 .

Risultatos

se valutaron 16 pacientes (12 mujeres / 4 varlones), con una edad promedio de 40.6 años (Rango 16.64 – 66), con un seguimiento promedio de 10.3 Años ( 3.3 – 18 Años). El Promedio de Dexlizamiento de la Serie Fue de 42,9% (10% – 100%), y El Grado Promedio Fue 2.3. La Laborale La Laboral Preoperatoria Era de Escritorio IT 12 Pacientes, De Esfuerzo IT 2 y Retirados IT 2. Nueve (9) Pacientes Presentaban Dolor radicolare Aislado It preoperatorio,

3 dolor lombare Aislado y 4 dolor lombaredicolare. El Punteggio del Dolor de la SRS IT PREOPERATORIO DIO UN PRO Promedio DE 1.38 (1 – 2), senza differenze significative tra i pazienti con listeccia di bassa qualità (p 0.887).

In chirurgia, tre (3) spazios disco in 1 paziente, due (2) spazi in 13 Pazienti e uno (1) spazio in 2 pazienti.

Follow-up Tutto tranne uno migliorato dai loro sintomi: 12 erano asintomatici, 3 hanno presentato sintomi episodici lievi ma uno (1) aveva sintomi delicati. Il punteggio del dolore SRS per il follow-up ha dato in media 4.44 (2-5), senza significative differenze statistiche tra i pazienti con una listea bassa e di alta qualità (P 0.118). Follow-up: 13 pazienti sono completamente restituiti alla loro precedente attività lavorativa (81%).

Come complicazioni c’erano 2 infezioni che cerate con toilette e terapia antibiotica generale (Figura 1a, B, C, D), E una progressione del Lisstassi con l’artrodesi posterolaterale costituita quella forzata un’artrodesi intersomatica anteriore (figura 2a, B, C, D, E). Non c’era una complicazione neurologica. Il tasso di complicazione era quindi del 18,8% (3/16).


I valori preoperatori dei parametri pelvici della colonna vertebrale della nostra serie Rispetto alla serie della letteratura dei pazienti normali ha mostrato differenze significative in tutti tranne la curva sacra (tabella 1).

quando confrontato i valori trovati in preoperatorio nel nostro sottogruppo di spondilolisthesi di alta qualità (> 50%) con serie di letteratura simile, l’unica differenza significativa che è stata trovata nell’inclinazione pelvica (P 0.0043).

In caso di confronto dei valori preoperatori di spondilolisis di basso grado (< 50%) dalla nostra serie con quelli del bibliografia, o c’erano differenze significative per la lumosi blinda AR (P < 0.0001), la curva sacra (P < 0.0001) e la pendenza sacra (P 0,0259).

Nel confronto delle misurazioni al follow-up della nostra serie con i normali controlli della letteratura, ovviamente c’erano sempre differenze statisticamente significative poiché la correzione non è stata eseguita (tabella 1). Nell’ottimo valore in cui non c’erano differenze era nella curva sacra.

I nostri parametri finali della colonna vertebrale-pelvica rispetto a quelli della serie di spondilolishesi gestiti in letteratura, non hanno mostrato differenze significative in nessuno di loro tranne in La percentuale di scorrimento ed età – sia più alto nella nostra serie (Tabella 2).

Infine, quando si confronta all’interno dei nostri pazienti con serie con Lisstassis di basso grado, in preoperatorio sì, ovviamente troviamo differenze statisticamente significative Nella percentuale e nel grado di Lisstassis V-come da aspettarsi, anche se anche nell’inclinazione pelvica; Ma non c’erano differenze significative nei restanti parametri o età in chirurgia, sesso e attività lavorativa preoperatoria (Tabella 3). Nel periodo postoperatorio, il confronto statistico tra entrambi i sottogruppi non ha mostrato alcuna differenza significativa in uno dei parametri pelvici della colonna vertebrale, tranne di nuovo come percentuale e grado di scorrimento; Non c’erano anche differenze nel tempo di tracciamento, i livelli di artrolismo, i sintomi postoperatori e il ritorno postoperatorio all’attività lavorativa (Tabella 3).

discussione

Oltre alla fusione posteri-laterale in situ, con o senza decompressione associata , Sono attualmente raccomandate tecniche diverse per il trattamento di uno spondylisk lombosaziale sintomatico1,2,27-33. Tutto con buoni risultati nei diversi rapporti.

Tuttavia, i rischi della mortalità della morbilità nel trattamento chirurgico di questi casi, sebbene bassi non sono dissinciato e aumentano come il grado di scorrimento do It34,35.

Storicamente, in situ La fusione anche senza strumentazione ha dimostrato di fornire circa l’80% di esiti clinici soddisfacenti ancora in presenza di pseudoartrosi, essendo discusso con un reddito dell’aggregato della decompressione, ma generalmente accettata l’utilità della strumentazione con viti pedicografiche36-43. I risultati clinici della nostra serie sono favorevolmente confrontati con quelli della letteratura.

In un recente articolo di revisione Agabegi e Fischgrund1 confermare che l’ottenimento di una solida fusione porta a risultati funzionali migliori e riduzione del dolore. Si notano inoltre che l’artrodesi circonferenziale è associata a un tasso di fusione più elevato e divenne più comune, specialmente nelle frane di alta qualità.Nella nostra serie, un singolo paziente aveva bisogno di una precedente fusione per fermare una slittamento sintomatica che ha continuato nonostante una massa di artrodesi posterolaterale ben costituita e visibile (Figura 2A, B, C, D). Questa evoluzione è stata attribuita al fatto che la strumentazione utilizzata non era con viti pedicografiche, ma semplicemente per cablaggio subminato, poiché era già stato precedentemente descritto44.

Inoltre, confronti in letteratura in situ fusion con precedenti tecniche di supplementazione Da dietro, in particolare Plif, non sono categoriali come per il miglioramento dei risultati nel mezzo o lungo termine45-48. Lo stesso si può dire del puro artrodesi anteroso – Alif49.

Benli et al.48 In uno studio prospettico randomizzato dei pazienti con fusione posterolaterale strumentata divisa in quelle con riduzione e altri solo con la modellazione sagittale ha dimostrato che un’artrodesi di successo e la decompressione neurale sono i parametri più importanti che hanno un impatto più importante Sul risultato clinico indipendentemente dal grado di Lisstassis e che la riduzione non ha avuto una traduzione statistica nel miglioramento del risultato clinico. I risultati della nostra serie coincidono con la scoperta di questi ultimi autori (figura 3a, B, c).

while là Sono lavori sulle modifiche nell’allineamento e nell’equilibrio della colonna vertebrale con le tecniche di correzione e riduzione della listeSe, i loro risultati sono ancora controversi23,25.26.48.50. L’incidenza pelvica non viene modificata con la riduzione poiché è un singolo parametro fisso1,20,26,51,52. La necessità di riduzione continua a essere discussa e la maggioranza sembra essere indicata in pazienti con cifosi lombosacrale eccessiva e grande squilibrio Espino-Pévico1,16,28. D’altra parte, apparentemente solo il recupero dell’altezza del disco correla in modo significativo con un cambiamento nella lordosi lombare e nell’equilibrio sagittha49.

forse modellazione sagitale Lumbosacro come proposto Benli et al.48 e ottenendo un solido artrodesi e Hresko et al.50 fa per la stessa condizione ma negli adolescenti, essere più importanti della riduzione del Lisstassis in Determinazione del bilanciamento del rotolo del sagittale postoperatorio.

Conclusioni

La decompressione e la fusione della fusione di decompressione e posterolaterale strumentate in situ hanno permesso oltre l’80% dei buoni risultati a medio termine alla lombosatra per adulti Ítmic spondilolistesi Indipendentemente dal grado.

La tecnica ha presentato risultati simili nei parametri di follow-up di follow-up di Hapwire-pelvic a quelli trovati nei report della letteratura con o senza riduzione.

Riferimenti

1. Agabegi Ss, Fischgrund Js. Gestione contemporanea della spondiloliisthesi istmica: pediatrico e adulto. Spine J. 2010; 10 (6): 530-43.

2. Jones TR, Rao Rd. Spondilolisthesi istmica adulta. J Am Acact Orthop Surgar. 2009; 17 (10): 609-17.

3. Durante J, Goudfrooij H, Keessen W, Beeker TW, Crowe A. verso gli standard per la postura. Caratteristiche posturali del sistema inferiore posteriore in condizioni normali e patologiche. Spina (Phila PA 1976). 1985; 10 (1): 83-7.

4. Duval-Beaupère G, Schmidt C, Cosson P. Uno studio barcentrefico della forma sagittale della colonna vertebrale e del bacino: le condizioni richieste per una posizione economica. Ann Biomed ITA. 1992; 20 (4): 451-62.

5. Legaye J, Duval-Beaupère G, Hecquet J, Marty C. Incidenza pelvica: un parametro pelvico fondamentale per la regolazione tridimensionale delle curve sagittali spinali. SCUGGIO EUR J. 1998; 7 (2): 99-103.

6. Antoniades Sb, Hammerberg KW, Dewald Rl. Configurazione del piano sagittale del sacro in spondilolisthesi. Spina (Phila PA 1976). 2000; 25 (9): 1085-91.

7. Marty c, Boisaubert B, discapiti H, Montigny JP, Hecquet J, Legaye J, et al. L’anatomia sagittale del sacro tra i giovani adulti, i neonati e i patini dei neonati e della spondilolisthesi. SCUGGIO EUR J. 2002; 11 (2): 119-25.

8. Curylo LJ, Edwards C, Dewald RW. Marcatori radiografici in spondiloptosi: implicazioni per la progressione della spondilolishesis. Spina (Phila PA 1976). 2002; 27 (18): 2021-5.

9. Vaz G, Roussovy P, Berthonnaud E, Dimt J. Sgittal Morfologia ed equilibrio di pelvi e colonna vertebrale. SCUGGIO EUR J. 2002; 11 (1): 80-7.

10. MAC-TIONG JM, BERTHONNAUD E, Dimar JR 2nd, Betz RR, etichetta H. allineamento sagittale della colonna vertebrale e del bacino durante la crescita. Spina (Phila PA 1976). 2004; 29 (15): 1642-7.

11. Labelle H, Roussovy P, Berthonnaud E, Transfeldt E, O’Brien M, Chopin D, et al. SospondiloListhesi, incidenza pelvica e equilibrio spinovico: uno studio di correlazione. Spina (Phila PA 1976). 2004; 29 (18): 2049-54.

12. Labelle H, Roussovy P, Berthonnaud E, Dimnet J, O’Brien M. L’importanza dell’equilibrio spino-pelvico nella spondilolisthesi dello sviluppo L5-S1: una revisione delle misurazioni radiologiche pertinenti. Spina (Phila PA 1976). 2005 MAR 15; 30 (supplezione 6): S27-34.

13.Legaye J, Duval-Beaupère G. Aereo Sagittal Allineamento della colonna vertebrale e della gravità: una valutazione radiologica e clinica. Acta Orthop Belg. 2005; 71 (2): 213-20.

14. Legaye J. L’angolo posteriore del femoro-sacrale: un parametro pelvico sagittale anatomico utilizzabile con sacro a forma di cupola. EUR Spine di J. 2007; 16 (2): 219-25.

15. VIALLE R, ILHARREBORDE B, DAUZAC C, LENOIR T, RILLARDON L, GUIGUI P. C’è uno squilibrio sagittale della colonna vertebrale in istmica spondilolisthesi? Uno studio di correlazione. SCUGGIO EUR J. 2007; 16 (10): 1641-9.

16. Hresko Mt, Labelle H, Roussovy P, Berthonnaud E. Classificazione di spondilolisithes di alta qualità basata sulla versione pelvica e sulla bilancia della colonna vertebrale: possibile ratitolo per la riduzione. Spina (Phila PA 1976). 2007; 32 (20): 2208-13.

17. Lafage V, Schwab F, Skalli W, Hawkinson N, Gagey PM, Ondra S, et al. Equilibrio in piedi e deformità spinale del piano sagittale: analisi dei parametri della linea spinopelvica e gravità. Spina (Phila PA 1976). 2008; 33 (14): 1572-8.

18. Schwab F, Lafage V, Patel A, Farcy JP. Considerazioni del piano sagittale e il bacino nel paziente adulto. Spina (Phila PA 1976). 2009; 34 (17): 1828-33.

19. Husson JL, Mallet JF, genitore H, Cavagna R, Vital JM, Blamoutier A, et al. Il complesso lombare-pelvico-femorale: applicazioni nello squilibrio spinale. Orthop Traumatol Surgor Res. 2010; 96 (4) Fornitore: S1-S9.

20. Le Huec JC, Aunoble S, Philippe L, Nicolas P. Parametri pelvici: origine e significato. EUR Spine di J. 2011; 20 (suppL 5): 564-71.

21. Mac-Thiong JM, Roussovy P, Berthonnaud E, Guigui P. Age- e variazioni relative al sesso nella morfologia sagittale sacropelvica ed equilibrio in adulti asintomatici. EUR Spine J. 2011; 20 (supplezione 5): 572-7.

22. Roussovy P, Gollogly S, Berthonnaud E, Labelle H, Weidenbaum M. Sagittal Allineamento della colonna vertebrale e del bacino in presenza della lisi istmica L5-S1 e della spondilolisthesi di basso grado. Spina (Phila PA 1976). 2006; 31 (21): 2484-90.

23. Labelle H, Roussovy P, Chopin D, Berthonnaud E, Hresko T, O’Brien M. Spino-Pelvic Allineamento dopo la correzione chirurgica per la spondilolisthesi dello sviluppo. EUR Spine J. 2008; 17 (9): 1170-6.

24. Kim Js, Lee Ky, Lee SH, Lee Hy. Quale tecnica di fusione di internet lombare è migliore in termini di livello per il trattamento della spondilolisthesi istmica instabile? J Neurosurg Spine. 2010; 12 (2): 171-7.

25. Park SJ, Lee CS, Chung SS, Kang KC, Shin Sk. Cambiamenti postoperatori nei parametri pelvici e bilanciamento sagittale nella spondilolisthesi istmica per adulti. Neurochirurgia. 2011; 68 (suppL 2): 355-63.

26. Bourghli A, Aunoble S, Reebye O, Le Huec JC. Correlazione del risultato clinico e allineamento sagittale spinopelvico dopo il trattamento chirurgico della spondilolisthesi istmica di basso grado. EUR Spine J. 2011; 20 (suppL 5): 663-8.

27. Smith Ja, Deviren V, Berven S, Kleinstueck F, Bradford DS. Risultato clinico della fusione interazionale trans-sacrale dopo la parziale riduzione della spondilolisthesi L5-S1 di alta qualità. Spina (Phila PA 1976). 2001; 26 (20): 2227-34.

28. Boachie-adjei o, fare T, Rawlins BA. Riduzione parziale della kyphosis lombosacrale, decompressione e transfixation lombosacrale posteriore in spondilolisthesi istmica di alta qualità: risultati clinici e radiografici in sei pazienti. Spina (Phila PA 1976). 2002; 27 (6): E161-8.

29. McAfee PC, Devine JG, CD CAPA, Prybis BG, Fedder Il, Cunningham BW, et al. Le indicazioni per le gabbie di fusione internet nel trattamento della spondilolisthesi: analisi di 120 casi. Spina (Phila PA 1976). 2005; 30 (supplezione 6): S60-5.

30. Floman Y, Milgram Ma, Ashkenazi E, Smorgick Y, Rand N. Riduzione e fusione di slittamento strumentato per la dolorosa spondilolisthesi istmica istmica negli adulti. J Diario del disordine spinale. 2008; 21 (7): 477-83.

31. Goyal N, Wimberley DW, Hyatt A, Zeiller S, Vaccaro AR, Hilibrand come, et al. Risultati radiografici e clinici dopo la riduzione strumentata e la fusione trombaminale lombare con la fusione di spondilolisthesi istmica di media e alta qualità. J Diario del disordine spinale. 2009; 22 (5): 321-7.

32. Giudici F, Minoia L, Archetti M, Corroro As, Zagra A. Risultati a lungo termine della riparazione diretta della spondilolisthesi. EUR Spine J. 2011; 20 (suppL 1): S115-20.

33. Passias PG, Kozanek M, Wood Kb. Trattamento chirurgico della spondilolisthesi istmica di basso grado con innesti di strut fibulare transacrali. Neurochirurgia. 2012; 70 (3): 758-63.

34. Ogilvie jw. Complicazioni in chirurgia spondilolisthes. Spina (Phila PA 1976). 2005; 30 (supplezione 6): S97-101.

35. Sansur Ca, Rames DL, Smith Js, Hamilton DK, Berven Sh, Broadstone PA, et al. Morbilità e mortalità nel trattamento chirurgico di 10.242 adulti con spondilolisthesi. J Neurosurg Spine. 2010; 13 (5): 589-93.

36. Lenke LG, Bridwell KH, Bullis D, Betz RR, Baldus C, Schoenecker Pl. Risultati della fusione in situ per la spondilolisthesi istmica. J Disordini spinali. 1992; 5 (4): 433-42.

37. Culo mf, dhar sa, Hakeem I, Farooq M, Halwai Ma, Mir, et al.In situ Strumentato fusione posterolaterale senza decompressione nella spondilolisthesi istmica sintomatica di basso grado negli adulti. Int orthop. 2008; 32 (5): 663-9.

38. Jacobs WC, Vreeling A, De Kleuver M. fusion per adulti a basso grado SospondiloListhesi istmica: una revisione sistematica della letteratura. SCUGGIO EUR J. 2006; 15 (4): 391-402.

39. Carragee EJ. Artrodesi posterolaterale a livello singolo, con o senza decompressione posteriore, per il trattamento della spondilolisthesi istmica negli adulti. Uno studio prospettico e randomizzato. J Surgar Surgar Joint Am. 1997; 79 (8): 1175-80.

40. Schnee cl, free a, ansell lv. Analisi dei risultati per adulti con spondiloListhesis trattata con fusione posterolaterale e fissazione a vite transpedicolare. J neurosurg. 1997; 86 (1): 56-63.

41. Deguchi M, Rapoff AJ, ZDeblick Ta. Fusion posterolaterale per la spondilolisthesi istmica negli adulti: analisi del tasso di fusione e risultati clinici. J Disordini spinali. 1998; 11 (6): 459-64.

42. Wenger M, Sapio N, Markwalder Tm. Risultato a lungo termine in 132 pazienti consecutivi dopo la fissazione interna posteriore e la fusione per la fusione di grado I e II istmico spondilolisthesi. J Neurosurg Spine. 2005; 2 (3): 289-97.

43. Suda K, Ito M, Abumi K, Haba H, Taneichi H, Kaneda K. Fattori di rischio radiologico della pseudoartrosi e / o rottura dello strumento dopo il PLF con il sistema a vite peduncolare nella spondilolisthesi istmica. J Diario del disordine spinale. 2006; 19 (8): 541-6.

44. Dahl B, Gehrchen P, Blyme P, Kiaer T, TønDevolto E. Esito clinico dopo la fusione spinale con un rigido contro un sistema a vite peduncolare semirigido. SCUGGIO EUR J. 1997; 6 (6): 412-6.

45. Swan J, Hurwitz E, Malek F, Van Den Haak E, Cheng I, Alamin T, et al. Trattamento chirurgico per la spondilolisthesi istmica di basso grado instabile negli adulti: uno studio prospettico controllato della fusione strutturata posteriore rispetto alla fusione combinata anteriore-posteriore. Spine J. 2006; 6 (6): 606-14.

46. Ekman P, Möller H, Tullberg T, Neumann P, Hedlund R. Desterno Lombare Fusion a internet fusion a versus fusione posterolaterale in adulto istmico spondiloliisthesi. Spina (Phila PA 1976). 2007; 32 (20): 2178-83.

47. Müslüman Am, Yılmaz A, Cansever T, Cavuşoğlu H, Colak I, Gençh HA, Aydın Y. Posterior Lombar Interbody fusion Versus Fusion posterolaterale con strumentazione nel trattamento della spondilolisthesi istmica di basso grado: esiti clinici midterm. J Neurosurg Spine. 2011; 14 (4): 488-96.

48. Benli It, Ciçek H, Kaya A. Confronto del riallineamento del piano sagittale e della riduzione con strumentazione posteriore nella spondilolisthesi dysplastica bassa o alta e alta. Kobe J Med Sci. 2006; 52 (6): 151-69.

49. Kim Js, Kim DH, Lee SH, Park Ck, Hwang Jh, Cheh G, et al. Studio di confronto della fusione circonferenziale strumentata con fusione di intermediali lombari anteriore strumentata come procedura chirurgica per la spondilolisthesi istmica di basso grado adulto. World Neurosurg. 2010; 73 (5): 565-71.

50. HRESKO MT, HIRSCHFELD R, BUERK AA, Zurakowski D. L’effetto di riduzione e strumentazione della spondilolisthesi sull’allineamento sagittale spinopelvico. J pediatr orthop. 2009; 29 (2): 157-62.

51. Hanson DS, Bridwell Kh, Rhee JM, Lenke LG. Correlazione di incidenza pelvica con spondilolisthesi istmica a basso e di alta qualità. Spina (Phila PA 1976). 2002; 27 (18): 2026-9.

52. Boulay C, Tardieu C, Hecquet J, Benaim C, Mouilleseaux B, Marty C, et al. Allineamento sagittale della colonna vertebrale e del bacino regolamentato dall’incidenza pelvica: valori standard e previsione della lordosi. SCUGGIO EUR J. 2006; 15 (4): 415-22.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *