I migliori film Jean-Pierre Jeunet

A differenza del suo Coertaneo Bruno Dumont, regista con cui condivide confine dove sono stravaganti e grotteschi, il cinema di Jean-Pierre Jeunet è andato perso Comba con il passaggio di lustros. Nonostante lascioci opere interessanti, il Ghost di Amélie (2001) lo ha perseguitato dalla sua premiere a causa dell’impatto che ha generato. Fino ad allora, Jeunet era più che una promessa dell’Audiovisiva Galone, era una realtà che aveva già un paio di nastri notevoli. Il successo del film con protagonista Audrey Tautou lo catapultava in Stardom e fissò le aspettative del suo prossimo lavoro a un’altezza irraggiungibile. Da lì, è iniziata la caduta. Come con altri classici popolari, vedi, per esempio, a lungo come la vita è bellissima (1997) o più recentemente La Land (2016), lavora dove l’emotivo è accompagnato da un sovraccarico di dolcificante, Amélie ha raccolto entrambi ammiratori e detrattori Era il risultato dello stile barocco del cineasta della Loira. Uno stile che, d’altra parte, era una rivoluzione all’inizio del XXI secolo. Ma sappiamo già cosa succede con le tendenze dominate dall’eccesso.

Avanti, e celebrando il suo compleanno, abbiamo scelto i cinque migliori film del regista francese.

gastronomia (1991)

Fantastic Cinema Jewel invoicada in Europa alle 90. Dominique Pinon-Brom è stato eretto in uno dei simboli della satira Nel tuo paese, Howard Vernon e Chick ORTEGA conducono la distribuzione di questo lavoro pieno di immagini installate in memoria. Un sogno da sogno che ci traduce in uno strano edificio abitato da alcuni Tanner. Una comunità che vedrà la sua vita quotidiana con l’arrivo del nuovo proprietario di una delle proprietà. Jeunet cianrettato questo lavoro con Marc Caro.

La città dei bambini persi (1995)

Questo tandem ha firmato un film più incredibile per il genere della fantascienza dell’ultimo decennio del XX secolo. Ron Perlman e Daniel Emilfork incarnano i ruoli principali in questa storia moderna con protagonista il malvagio Krank, un uomo che vive su una piattaforma di mare che invecchia prematuramente. La causa? Non può sognare. Per recuperare la tua giovinezza, devi rubare sogni ai bambini di una città portuale. Tutto cambierà quando incontrerai uno, un giovane che cercherà il suo fratello scomparso.

resurrezione aliena (1997)

Un problema delicato questa scelta. Ma sì, prendiamo in carico. Siamo appassionati sull’universo alieno e anche l’aria fresca che ha applicato Jean-Pierre Jeunet a questo franchising, una classica scoperta di fantascienza e monsters-film. Il cineasta di Galo ha diretto Sigourney Weaver e Winona Ryder su questo nastro che è entrato in una terra pericolosa, quella dell’ibridazione tra uomo e mostro, tematico chiave alla fine degli anni ’90 al cinema dell’orrore. Il risultato è ineguale, sì, ma dotato di momenti luminosi. Come è successo a Fincher, Jeunet fu rafforzato dal suo passaggio attraverso il franchise.

Amélie (2001)

raggiungiamo il punto alto della tua filmografia. Il suo palloncino di cristallo in Karlovy Vary non sembrava augurizzare quello che è successo dopo: Amélie divenne un fenomeno di massa, in un successo popolare che ha rotto il botteghino sia in Europa che negli Stati Uniti. Accompagnato dalla magnifica melodia di Yann Tiersen, il film è stato aggiunto come standard del Feel-Good-Movie, sempre all’interno delle coordinate visive dell’autore. Qualcosa che è stato considerato il trasgressore al momento, come un carico un decennio dopo.

lunga domenica di Bretazgo (2004)

per EAM, il miglior film Jean-Pierre Jeunet. Ha sofferto le aspettative generate da Amélie, ma questo film contiene un notevole Gaspard Ulliel, Audrey Tautou e Marion Cotillard è un dramma romantico equilibrato dove lo stile abituale del direttore migliora una bella storia d’amore nella prima guerra mondiale. Il film ha ottenuto due nomination all’Oscar: la migliore fotografia -a carica di Bruno Delbonnennel e migliore direzione artistica.

la pretesa mohicana

Park City, Utah.

Altro sul blog: SunDancetv Premieres La serie Dieci Negritos, l’adattamento del romanzo di Agatha Christie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *