Il fiore di Cempasúchil e la disputa scientifica in Messico / di Eleocadio Martínez Silva

Dall’inizio dell’attuale sexenio un settore comunitario scientifico situato nel 26 I centri di ricerca con Conacyt sono stati confrontati con l’amministrazione della quarta trasformazione attorno alla politica scientifica. Tale confronto non è una particolarità nell’attuale sexenius. Ciò che è cambiato sono gli attori in uno e un altro lato, ma il concorso è lo stesso: lo storico sotto budget destinato al campo tecnologico scientifico e all’agenda di ricerca.

L’esperienza internazionale dimostra che per detonare lo sviluppo in La scienza, la tecnologia e l’innovazione (CTI) e con questo sviluppo economico sono richieste che l’investimento è superiore o pari all’1% del prodotto interno lordo (PIL). Per decenni, i governi a loro volta hanno assunto un atteggiamento dipendente e disfattista, rinunciando a dedicare risorse importanti alla promozione della scienza e della tecnologia.

nella somministrazione di Peña Nieto, investimenti nella ricerca scientifica e allo sviluppo sperimentale raggiunto 0,5 % del PIL, che rappresenta il livello più basso tra i paesi membri dell’OCSE ed è stato addirittura inferiore alla media latino-americana (piano nazionale di sviluppo nazionale, 2013-2018). Nell’attuale somministrazione federale, il denaro totale per il CTI è passato da 91.390 milioni di pesos nel 2019 a 98.317 milioni di pesos nell’anno 2020. Sebbene ciò rappresenti la più alta cifra degli investimenti nella storia recente, equivale a solo lo 0,38% del PIL. Del tasso totale di bilancio volto al suddetto articolo del 31% è stato assegnato al Conacyt (Second Government Report, 2020).

in Messico come in America Latina: scarso investimento nella scienza e nella tecnologia. Protesta in Colombia

Con questo budget storico raquitic, il disagio della comunità scientifica è comprensibile, di più se presi in considerazione questo per Anni pochissimi posti aprono nuovi ricercatori. Ad esempio, nel Sexenio de Vicente Fox (2000-2006) un singolo posto non è stato aperto nei centri di ricerca Canact.

Ciò che viene discusso è se il governo della quarta trasformazione segue la stessa strada dipendente Sui sessesidesidi neoliberici che hanno rinunciato a dedicare l’1% del PIL alla promozione della scienza e della tecnologia. L’inizio del sexennium è stato speranzoso perché l’amministrazione ha promesso di investire progressivamente l’1% del PIL in CTI verso la fine di Sixenio, a tal fine, l’articolo 9 del diritto generale scientifico è stato riformato per garantire il non diminutivo del bilancio. La crisi economica causata dalla pandemia del Coronavirus restituisce quasi impossibile per soddisfare l’obiettivo.

Un altro fattore di conflitto tra la comunità scientifica e i governi a loro volta è stato presentato all’ordine del giorno scientifico. Durante il periodo neoliberista, la critica degli scienziati si è concentrata sulla mercificazione della scienza, in quanto considerato un collegamento esacerbato di programmi di scienza e tecnologia con il settore privato e disinteresse nell’incoraggiare la ricerca scientifica al servizio dei problemi sociali. María Elena Álvarez-Buyland, direttore attuale del Conacyt, ha confermato che la precedente amministrazione ha trasferito direttamente 35 miliardi di pesos a società private.

Scienza e impegno sociale. Marzo in Città del Messico

Nel frattempo, la critica verso l’indirizzo corrente di Concyt è diretto a ciò che è considerato l’ideologizzazione della scienza messicana, quando si propone Curb Neoliberal Logic nel campo scientifico e tecnologico, il che significa guidare un dialogo orizzontale di conoscenza con conoscenza autoctona, scienza contadina millenaria del Messico, le forme ancestrali di produzione, conoscenza e ricordi (piano di ristrutturazione strategica di Conacyt per adattarsi alla nazione alternativa Progetto).

Il fragorio del conflitto attuale, arricchito dai media, ha oscurato il tema centrale: il ruolo della scienza e della tecnologia nello sviluppo del paese. Il concorso attuale deve condurre i diversi attori a riflessioni profonde sul nostro sottosviluppo eterno. Quello come Sergio Zermeño (2010: 66), in un paese de-industrializzato come il nostro è diventato il significato offuscato e un’utilità negli investimenti in molte aree della scienza e della tecnologia. Dove siamo competitivi? Quali brevetti produciamo?E se li produciamo, qual è il significato di questi brevetti se lo sappiamo in anticipo che saranno destinati a sfuggire nel caso in cui mostrino un po ‘di utilità?

il defeatismo dei governi neoliberali contro la promozione della scienza e La tecnologia è espressa in più casi. Ad esempio, il disinteresse per generare un’industria globale basata sulle proprietà del fiore di CEMPASSúCHIL. Il Messico non ha partecipazione a essa, nonostante il fatto che il territorio sia considerato come il centro di origine della pianta. La produzione di massa è stata concentrata in Asia principalmente a causa della crescita sostenuta del settore carotenoideo, un pigmento naturale che abbonda in questo fiore e che oggi è usato in tutta l’industria agroalimentare.

Dem Deents of 1980 E il 1990, il Messico ha tentato di sviluppare l’industrializzazione del fiore di Cempiresúchil, diventando leader nella produzione del pigmento. Una delle aziende che seminava Cempasúchil per l’estrazione di carotenoidi, il Bioquimex messicano, è stato acquisito da una società dall’India e presto ha chiuso la sua pianta in Messico.

Speriamo che il concorso attuale prenderà gli attuali attori diversi All’autocritica delle loro pratiche: il governo, rompendo chiaramente con l’inerzia dipendente e il defaatista nella scienza e nella tecnologia a cui i governi neoliberiere ci hanno portato (sta provando nel settore energetico) ed essere in grado di fare una tecnologia di salto Un esempio per i paesi del Sud-Est asiatico, che in relativamente alcuni anni è riuscito a imparare l’arte della produzione (Corea investe il 4% del PIL in CTI); alla comunità scientifica, rivedendo le loro pratiche immerse ai confini della conoscenza e della tecnica che non hanno alcuna relazione tra con i bisogni sociali del nostro ambiente; Il settore aziendale che comprende che la sua partecipazione al finanziamento della scienza e della tecnologia è centrale per il progresso nazionale (in Corea il 70% dell’investimento in CTI è privata, rispetto al 30% in Messico).

Marzo in difesa del compito scientifico. Città del Messico.

Speriamo che i dibattiti si concentrano sul nostro sottosviluppo eterno e non nella logica di chi dovrebbe ottenerlo: i medici? insegnanti? Gli scienziati? Gli agenti di polizia? il militare? Altrimenti, la comunità scientifica rimarrà come gruppo che cercherà solo di migliorare la sua situazione relativa nell’ambito dei giochi di potenza limitati delle élite messicane (Brachet Dixit).

26 ottobre 2020

** Foto scattata da Internet

Riferimenti

-Second Report Government, 2020, recuperato in: https://framework-gb.cdn.gob.mx/informe/Segundo-Informe-2019-2020.pdf

-Plan Sviluppo nazionale 2013-2018, in Gazzetta ufficiale della Federazione, n. 13 (seconda sezione), Tomo DCCXVI, Segretariato del governo, Messico, DF, 20 maggio 2013

-Plan Ristrutturazione strategica di Conacyt per adattarsi al progetto alternativo nazione (2018-2024), recuperato in : http://www.smcf.org.mx/avisos/2018/plan-conacyt-ciencia-comprometida-con-la-sociedad.pdf

-zermeño, Sergio (2010), Ricostruisci il Messico nel 21 ° secolo, Messico, Mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *