Il krill olio

è sempre più comune, il consumo di integratori alimentari alla ricerca di una migliore salute. Uno degli integratori che ha acquisito una maggiore popolarità è attualmente l’olio di Krill.

Krill Oil condivide somiglianze con olio di pesce: entrambe sono fonti deliziose in acido docosaesoico (DHA) ed acido eicosapentaenoico (EPA). Questi due tipi di Omega-3 sono raggiunti solo nei prodotti di origine marina e hanno un impatto positivo sulla salute del consumatore.

Di solito si notò che l’olio di Krill ha più benefici dell’olio di pesce, tuttavia, è ancora necessaria più indagini scientifiche per sostenere questa affermazione. Indubbiamente, entrambe sono le ricche fonti di acidi grassi omega-3, ma tutte le implicazioni dell’olio di krill per la salute non sono ancora state determinate e dimostrate.

krill oil

contenuto:

Dove arriva il krill oil?

L’olio di krill è ottenuto dai corpi di krill, minuscole creature marine simili a gamberetti. Questi crostacei sono la principale fonte di alimentazione delle balene, coperte e orcas.

La varietà di krill più utilizzata per l’estrazione di questo olio è la superba euphausia, conosciuta commercialmente come krill antartica. Questo olio ha principalmente usi medicinali, consumati in capsule come integratore alimentare.

krill oil utilizza

Dato le sue somiglianze con olio di pesce, l’olio di krill ha usi simili. Questa sostanza viene solitamente utilizzata come coadiuvante nel trattamento delle malattie cardiache, la diminuzione della concentrazione di trigliceridi nel flusso sanguigno, nonché la regolazione dei livelli di colesterolo.

L’olio di krill è anche usato per il trattamento dell’infiammazione e come anticoagulante naturale. Il consumo di questo petrolio è particolarmente vantaggioso per coloro che non inghiottire le porzioni dei cibi marini raccomandati settimanalmente.

Secondo gli specialisti dell’Università di Harvard, l’impatto benefico del consumo di krill richiede ancora indagini più rigorose. Mentre gli studi condotti durante i caduli di 3 mesi offrono risultati promettenti sull’uso dell’olio di krill, non sono sufficienti per certificare i loro benefici.

Vantaggi dell’olio di krill

Come già accennato, Krill Oil richiede ancora una ricerca maggiore che supporti tutti i suoi benefici. Nonostante questo, ci sono sempre più specialisti che riconoscono in questa sostanza un potente alleato per la salute. Di seguito sono spiegati quali sono i vantaggi riconosciuti del consumo di olio di krill:

  • abbondante fonte di grasso sano: quando si parla di “grassi”, sono solitamente associati ad effetti negativi. Tuttavia, ci sono grassi che Fornire grandi quantità di benefici per il corpo umano e l’olio di krill è un’eccellente fonte di questi.

omega-3 I grassi EPA e DHA si trovano in olio di krill che potrebbero essere più facilmente assorbiti dal corpo rispetto a quelli presenti nell’olio di pesce. Questo perché la maggior parte di questi grassi è sotto forma di fosfolipidi chiamati molecole, che sono facilmente trasferibili al flusso sanguigno.

il contributo comparativo di Omega-3 tra olio di krill e olio di pesce Richiede ancora una ricerca più profonda per determinare quale è la migliore fonte di questi grassi sani; di cui non c’è dubbio che il consumo di entrambe le sostanze deriva grandi benefici PA. Salute.

  • Aiuta a ridurre l’infiammazione: il contributo degli acidi grassi dell’olio di krill è stato collegato al rilievo dell’infiammazione nel corpo. Grazie alla facilità di assorbimento di Omega-3 presente in questo olio, gli effetti antinfiammatori dell’olio di krill sono usati più rapidamente.

Inoltre, l’olio di krill è ricco è un pigmento chiamato Astaxanthin, che porta il colore caratteristico a questa creatura. Inoltre, Astaxanthin possiede in sé qualità anti-infiammatorie e antiossidanti.

Vari studi con pazienti affetti da infiammazione cronica hanno segnalato risultati promettenti nell’uso dell’olio di krill come trattamento alternativo di infiammazione.

  • Assistente in rilievo di sintomi di artrite e dolore alle articolazioni: un beneficio derivato dal suo potere antinfiammatorio, il krill olio può essere un’alternativa praticabile nel trattamento dell’artrite e del sollievo dal dolore articolato.

Vari studi sono stati condotti per collegare il consumo di olio di Krill con una riduzione della rigidità, il deterioramento funzionale e il dolore relativi all’artrite reumatoide e all’osteoartrosi.

Allo stesso modo, l’uso di integratori di olio di krill con il rilievo dei dolori del ginocchio è stato correlato, nonché un aumento percettibile della gamma di movimento di questa articolazione.

  • Aiuta a preservare la salute del cuore: il grasso omega-3 trovato in olio di krill, simile all’olio di pesce, sono benefici per la salute cardiaca.

Il consumo di questo prodotto può avere un impatto positivo sul saldo dei livelli lipidi presenti nel sangue. L’uso continuo dell’olio di krill ha dimostrato di essere particolarmente efficace nella regolazione dei livelli di trigliceridi nel sangue.

krill olio viene anche confrontato con olio d’oliva, poiché condividono la capacità di aumentare i livelli di buon colesterolo Allo stesso tempo che contribuisce a ridurre i livelli del colesterolo cattivo nel sangue. Inoltre, entrambi gli oli contribuiscono al rafforzamento dei vasi sanguigni.

  • Sollievo dei sintomi della sindrome premestruale: considerando che la maggior parte del disagio relativa al periodo femminile e la sindrome premestruale è correlata all’infiammazione, l’uso dell’olio di krill ha dimostrato efficace nel rilievo di questi sintomi .

Il consumo di olio di Krill ha segnalato effetti simili al consumo di pesci pesanti nella riduzione del dolore mestruale. Il contributo di Omega-3 di queste sostanze può essere sufficiente per ridurre l’uso di analoghi durante il ciclo mestruale.

Rischi dell’uso dell’olio di krill

Sebbene non ci siano ancora prove scientifiche sufficienti per determinare esattamente quali sono i possibili rischi del consumo di olio di Krill, specialisti universitari di Harvard con il conosciuto Rischi di consumo di pesci pesci.

Per questo, si ritiene che un consumo eccessivo di olio di krill (o pesce) può influire sulla coerenza del sangue: a causa delle sue proprietà altamente anticoagulanti, il consumo di questo prodotto dovrebbe essere evitato insieme ai farmaci rallentare la coagulazione del sangue.

Tra alcuni medicinali che dovrebbero essere evitati per combinare con l’uso dell’olio di krill è il warfarin, l’aspirina, il clopidogrel, così come i disinfiammatori disinfiammati non steroidali e alcuni integratori naturali.

altri effetti avversi che possono essere vissuti dal consumo di petrolio di Krill sono disagio dello stomaco, diminuzione dell’appetito, reflusso, gonfiore, diarrea e nausea. Inoltre, raramente può causare focolai di acne e una carnagione più grassa.

fattori da tenere in considerazione al consumo di krill petrolio

Nonostante i suoi benefici, ci sono occasioni in cui è consigliato per evitare il consumo di questa sostanza. A causa della mancanza di ricerca scientifica che supporta tutte le sue proprietà e ha documentato i rischi della sua assunzione, nei seguenti casi si consiglia di dispensare con il consumo di olio di Krill:

  • gravidanza e allattamento: i benefici Di Krill Oil nel corpo umano sta diventando meglio conosciuto, tuttavia, il suo impatto durante il periodo di gestazione e allattamento è sconosciuto. Per questo motivo, si raccomanda di non esporli a rischi non necessari ed evitare il loro consumo durante questi periodi.

  • Disturbi emorragici: A causa delle sue proprietà anticoagulanti, il consumo di questa sostanza può causare un aumento del rischio di emorragia nei pazienti affetti da questi disturbi del sangue. L’uso discreto di questo integratore è raccomandato in tali condizioni.
  • Diabete: L’uso di olio di krill può ridurre i livelli di zucchero nel sangue da quei pazienti in diabete. Si consiglia di mantenere un’attenta supervisione dei livelli di zucchero nel sangue in caso di sofferenza di questa malattia e decidere di consumare questo olio.
  • obesità: l’olio di krill può influenzare l’efficacia dell’insulina nelle persone che soffrono di sovrappeso o obesità. Questo può avere un impatto negativo a rischio di condizioni cardiache o diabete.
  • Allergia a base di pesce: I supplementi di krill olio possono innescare reazioni allergiche da quelle persone intolleranti al pesce. Sebbene non vi siano informazioni precise che collega il consumo di olio di krill con reazioni allergiche, l’opzione più sicura è un consumo moderato o evitandolo piatto se è nota la sofferenza di questa allergia.
  • Avanti chirurgia: nel caso di essere vicini alla realizzazione della chirurgia, è necessario sospendere il consumo di olio di krill almeno due settimane prima della procedura chirurgica. Ciò dovuto all’effetto anticoagulante di questo olio, che può aumentare il rischio di emorragia.

Raccomandazioni nutrizionali

Nonostante i risultati promettenti in studi preliminari sull’olio di krill, non tutti i suoi benefici sono riconosciuti dalla comunità scientifica. Pertanto, si raccomanda che se si cercasse di aggiungere un supplemento dietetico al regime alimentare, è contrario da alternative già note e ampiamente investigate come olio di pesce.

Il contributo di Omega-3 che può essere raggiunto attraverso questi supplementi può anche essere raggiunto regolarmente attraverso la dieta. I nutrizionisti raccomandano di includere qualsiasi di questi pesci ricchi di acidi grassi almeno due volte a settimana per fornire questa domanda:

  • tonno bianco
  • TUNA RED
  • Salmon
  • herring
  • sgombro
  • sardine

Allo stesso modo, è possibile ottenere omega grasso -3 di fonti vegetali come prodotti a base di soia, noci o semi di lino. Gli oli estratti da questi prodotti, così come la canola e i semi di ulivo sono anche alternative sane.

Fonti

  • https://www.healthline.com/nutrition/krill-oil-benefits
  • https://www.webmd.com/vitamins/ai/ingredientmono-1172/krill-oil /li>
  • https://www.medicalnewstoday.com/articles/321897.php
  • http://depts.washington.edu/nutr/wordpress/wp-content/uploads/2015/03/Krill-vs-Fish-Oil_2012.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *