Invasione della fortuna


29.07.2009

La costa del Mar Baltico è stato tinto rosso: coccinelle sulle facciate delle case, in alberi , sulle spiagge … attraverso la costa tedesca. Tuttavia, i biologi non sono sorpresi da questa piaga. Sei venuto a portare la fortuna?

“La causa di questa invasione di coccinelle è stata la grande proliferazione del cibo per le larve quest’anno,” chiarisce Jan-Peter Hildebrandt, un professore di zoologia presso l’Università di Greifswald. “Questo enorme aumento è qualcosa che si verifica ogni due anni e non ha a che fare con il cambiamento climatico.”

L’invasione viene ripetuta

Invasione della coccinella nel Mar Baltico.

Alcuni sono concordati con il Pest del 1988: “Ho lasciato il braccio ancora, dice una donna, e dopo pochi minuti ero completamente coperto con coccinelle. “Ma, oltre all’invasione delle coccinelle, vale anche la pena menzionare l’invasione delle vespe. Nel frattempo, il Rostock Health Institute ha adottato misure contro queste invasioni e ha raccomandato che i colori sorprendenti siano evitati e che sono piazzate la zanzara reti nelle finestre. Nonostante tutto, non devi essere allarmato perché sono animali innocui, dichiarato l’istituto.

Temperature morbide e umidità hanno proliferazione di vegetazione e afidi in modo massiccio. “Un mariqui che ingerisce quotidianamente. tra 50 e 250 afidi “, afferma l’Associazione della protezione della natura” Nabu “. Ogni larva consuma più di tre settimane fino a quando la crisalia esce tra 400 e 600 afidi. L’esistenza di una singola coccinella femminile durante l’estate potrebbe finire con centinaia Di migliaia di afidi.

Normalmente, durante la trasformazione di larve agli animali adulti, molti muoiono nel processo, chiariscono Hildebrandt. Quest’anno, tuttavia, a causa della massiccia offerta del cibo che la situazione è diversa. Le coccinelle hanno abbastanza cibo e anche, a causa di sostanze chimiche indigistive che secernono, non si appesentano per molti tipi di uccelli, quindi questo circolo vizioso viene alimentato finché non viene creato.

Ladybugs in Il centro di Stralsund, a nord della Germania.

Il fatto che le coccinelle stanno tornando dalla costa settentrionale della Germania deve fare, nell’opinione degli scienziati, con correnti di vento. Vicino al mare, diverse correnti sono mescolate attrarre coccinelle per le coste. Questo, tuttavia, non durerà a lungo, dice Hildebrandt, mentre le coccinelle vivono in media un anno.

I morsi di questi animali, secondo gli zoologi, sono innocui e superficiali. “L’umano non rientra nelle dighe delle coccinelle”, dice Hildebrandt.

Asian Revolution

“Nabu” Esperti affermano che l’invasione delle coccinelle proviene dall’Asia. La coccinella asiatica (Harmonia Axyridis) è stata introdotta negli anni ottanta negli Stati Uniti per sradicare alcuni parassiti biologici. L’enorme appetito di questi insetti si è rivelato una minaccia per le coccinelle, mentre riproducono più facilmente.

Harmonia Axyridis , comunemente noto come ladybug asiatico.

Per alcuni anni la specie asiatica ha proliferato esplosivo in alcune regioni dell’Europa. Questo fenomeno è stato notato per la prima volta ad Amburgo nel 2002. “È già impossibile fermare la riproduzione delle coccinelle asiatiche. Ora dovremo aspettare un tempo per valutare se queste sono una minaccia per le specie native”.

Gli intrusi asiatici sono molto facili da riconoscerli. Mentre le coccinelle autoctono di solito hanno tra due e sette punti, gli asiatici possono raggiungere fino a 21. La caratteristica principale è, secondo gli esperti di Nabu, il marchio bianco in Il collo a forma di w Le coccinelle autoctono hanno un collo completamente nero.

In Germania c’è una convinzione che le coccinelle siano amulette e portano fortuna: la ragione è che aiutano a eliminare molti parassiti nei giardini domestici. Coccinelle con punti o senza punti, nativi o asiatici; la cosa importante è che, anche se gli zoologi lo vedono come una peste, i tedeschi hanno visto un sacco di fortuna arrivare.

Autore: lo / dpa

Editore: Claudia Herrera Pahl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *