Isolamento sociale e pericoli dell’iperconnettività

Questo contesto di isolamento sociale, insieme all’iperconnettività a cui i bambini, le ragazze E i giovani sono esposti, possono migliorare i crimini commessi attraverso l’ambiente virtuale. Le pratiche di molestie e abuso sessuali commesso contro questa popolazione vulnerabile si verificano principalmente attraverso i social network, la messaggistica o le piattaforme di videogiochi, la navigazione internet e i telefoni cellulari.
“Le molestie cyber possono verificarsi in ogni momento e luogo, si presta molto di più per essere anonimo, e può tornare enormi. C’è anche un disinibito maggiore, poiché il contatto è mediato attraverso lo schermo, le persone lo fanno non prendere la dimensione totale di ciò che stanno dicendo perché non vedono l’effetto diretto della loro aggressività “, afferma Santiago Rest, Dottore in Psicologia, laureato in Scienze dell’istruzione, insegnante e ricercatore presso la nostra università.
Secondo lo specialista, Entrambe le molestie come bullismo sono sinonimi: “sono aggressioni intenzionali e ripetute, e generalmente vittime non possono difendersi. Chiunque può soffrire di molestie o bullismo. ” Per quanto riguarda il problema, lo specialista indica: “Le molestie cyber sono anche una molestia intenzionale, che la persona che soffre non può essere facilmente difesa, perché viene effettuata con le nuove tecnologie. In questo caso, la vulnerabilità della vittima può archiviare in un uso incurante che rende i social network. Questo è, aperto, non configurato in privacy e accettando persone sconosciute. “
Con la pratica del sexting o del sesso virtuale Ci sono altri rischi legati ai reati informatici: post-intimo Di un contenuto sessuale, erotico o pornografico attraverso telefoni cellulari. “Le fotografie e i messaggi inviati o condivisi sono anche un fattore di rischio da molestare”, si riferisce a resett.
Grooming è un crimine con cui “un adulto viene contattato con un minore a scopo sessuale, cerca di sedurlo, avere conversazioni sessuali, chiedere foto, tra gli altri”, afferma il ricercatore. Sottolinea anche che tutte le persone sono in Rischio di ricevere molestie cibernetiche, ma durante l’infanzia e / o l’adolescenza “sono più vulnerabili, per avere meno risorse sociali e cognitive. Adolescenti, in generale, pensa ‘questo non accadrà a me “.

in Argentina El Grooming è stato incluso nel codice penale (articolo 131), grazie a Legge 26.904 sanzionati il 13 novembre 2013. Stabilisce sanzioni per coloro che attraverso comunicazioni elettroniche, telecomunicazioni o qualsiasi altra tecnologia di trasmissione dei dati, contattare un minore, con lo scopo di commettere qualsiasi criminalità contro l’integrità sessuale. Inoltre, esiste la linea libera 134, per realizzare accuse in tutto il paese.
oggi, qualsiasi persona è esposta nei social network, ma in particolare gli adolescenti e i bambini possono farlo troppo. È il dovere dei genitori a prestare attenzione, imparare e essere attento. “La prevenzione inizia con la configurazione della privacy dei conti, stabilendo password, non lasciando le e-mail o i social network aperti su un computer che non è il personale. Dovresti stare attento con i post. Non accettare persone sconosciute o senza amici in comune , che non sappiamo chi è “, avverte resett.
all’interno delle case è necessario parlare dell’argomento, informare ed educare tutti i membri nell’uso sicuro delle nuove tecnologie. Per quanto riguarda l’atteggiamento che gli adulti dovrebbero essere presi A cura dei minori, il dottore osserva: “Devi essere coinvolto nelle tue vite, supervisionare ciò che fanno quando sono collegati. Ci sono strumenti di controllo dei genitori per filtrare determinate pagine. Devi essere caldo, completo, ma anche fermo. Soprattutto, predicando con l’esempio “.
” La mia raccomandazione è quella di essere coinvolti e non vietare l’uso di nuove tecnologie. Hanno aspetti molto positivi, la conoscenza non ha mai chiesto di mano e non siamo mai stati così comunicati. Ma La cosa fondamentale è fare un uso sicuro di loro, fare attenzione con ciò che scavalchiamo e condividiamo “, aggiunge.
Il fenomeno di Cyberbullying
Restt avverte che, all’interno della popolazione dei giovani, un altro fenomeno sociale è Crescente: il cyberbullismo. Questo tipo di molestie che consiste nell’incrocio, insultante o mistreping una persona attraverso Internet e / o social network. Secondo l’organizzazione dell’UNICEF, le conseguenze per le vittime che soffrono di molestie possono durare a lungo e influenzare mentalmente, emotivamente e / o fisicamente.
“Non devi mai rispondere all’aggressione online. Siamo esseri sociali e l’aggressore ciò che stai cercando è che rispondiamo al feedback e seguiamo.In questo caso, dovresti lavorare a livello di famiglia e con la scuola. È fondamentale, a livello di insegnamento e genitori, per lavorare non solo con l’aggressore, ma anche con gli spettatori dell’aggressività. “
” Devi trasmettere questo: è sbagliato all’assalto, e se sei anche tu uno spettatore è parte. In molti casi la vittima ha paura di parlare. Se non cerca aiuto, le molestie stanno peggiorando. Cioè, le vittime diventano più deboli e gli aggressori più forti “, aggiunge.
Alla fine, il ricercatore Propone: “Dall’argomento Covid-19, affrontiamo Infografication: siamo costantemente bombardati da notizie e anche da false notizie. Non dovremmo condividere cose che non sappiamo se sono reali. Devi iniziare a programmare le attività in modo da non essere tutto il tempo con il telefono cellulare e scollegare dalle tecnologie. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *