Jefferson Pérez: Biografia, medaglie e altri risultati

Jefferson Pérez è un Ecuadoriano nato a Cuenca il 1 ° luglio 1974. Era conosciuto in tutto il mondo dai successi ottenuti come sportivo nella modalità di marzo atletica. Infatti, è attualmente l’unico atleta dell’Ecuador che ha ricevuto medaglie nei Giochi olimpici.

Pérez ha ottenuto due medaglie olimpiche. Il primo è stato d’oro ed è stato nei giochi olimpici detenuti ad Atlanta nel 1996. La seconda medaglia ottenuta era d’argento, ed era nel quadro dei Giochi olimpici che si sono svolti a Pechino nel 2008. In entrambi gli incontri hanno partecipato alla marcia atletica di 20 chilometri.

Biografia di Jefferson Pérez
Jefferson Pérez a Sesto San Giovanni (Italia). Fonte: Telaio Togni / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)

A 34 anni, nel 2008, Jefferson Pérez viene rimosso dalle competenze. Prima del suo ritiro, è stato considerato il miglior atleta atletico nella storia ecuadoriana. E non solo è stato riconosciuto all’interno dell’Ecuador, poiché era anche un campione di marzo atletico mondiale in tre anni: 2003, 2005 e 2007.

Pérez ha avuto un’ampia carriera, e all’età di 17 anni ha vinto una competizione e ha ottenuto la sua prima medaglia nella città della California, negli Stati Uniti. Durante la sua carriera ha ricevuto più di 20 riconoscimenti, tra cui il miglior atleta Ibero-American Atleta e Gold Atleta, riconoscendo l’ultimo premio dato dalla Confederazione Atletica sudamericana.

Ecuador e giochi olimpici

La prima partecipazione dell’Ecuador in alcuni giochi olimpici ha avuto luogo nel 1924, a Parigi, dove non ha avuto nessuna medaglia .

ha passato 44 anni per partecipare alle Olimpiadi, presentandosi in Messico 1968 con lo stesso destino precedente, cioè senza ottenere presiedere.

Da lì e fino al 1992, il paese ha partecipato senza alcuna mancanza nei successivi giochi olimpici, ma senza nessuno dei loro atleti arriveranno sul podio: Monaco del 1972, Montreal 1976, Moscow 1980, Los Angeles 1984, Seoul 1988 e Barcellona 1992.

Atlanta 1996 Giochi olimpici

La rappresentazione dell’Ecuador in Athletic Modalità marzo Sono stato alle gambe di Jefferson Leonardo Pérez Quezada, che ad Atlanta sperimentò il suo secondo partito olimpico.

Jefferson Pérez, sullo sfondo la bandiera dell’Ecuador a Sesto San Giovanni, Italia. Fonte: telaio Togni, CC BY-SA 3.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0>, VIA Wikimedia Commons

la mattina del 26 luglio, 996 ha cambiato la vita dell’atleta e tutto il pubblico ecuadoriano, che si è fermato Unisono il suo respiro per accompagnare ogni passo di Pérez Quezada fino a raggiungere l’obiettivo ottenuto in 1 ora, 20 minuti e 7 secondi.

Pérez Quezada ha raggiunto una finzione d’oro come una marmista atletica. Era una marcia di 20 chilometri che ha dato la gioia d’oro olimpica a tutti gli Ecuadoriani per la prima volta.

Jefferson ha rivelato giorni dopo in una delle tante interviste che ho dato il Premi che al momento dell’incrocio lo scopo uno dei suoi scarpe era rotto. Tuttavia, questo non era un ostacolo insormontabile per ottenere ciò che avevo sognato così tanto e dare una tale gioia e orgoglio alla loro patria.

carriera pre-olimpionica

Poche persone avevano seguito il camminare sportivo del ragazzo, sebbene per quel momento ha avuto alcune prevenzioni nella sua vita: all’età di 17 anni in California, Stati Uniti; E in Bulgaria, dove nel 1990 aveva ottenuto la medaglia di bronzo presso la coppa del mondo della gioventù atletica.

era nel 1992 quando si ottiene il titolo della gioventù del mondo a Seoul, in Corea , dandogli la fiducia necessaria per continuare con successo la sua carriera sportiva.

rivela in un’intervista che dopo il titolo di Seoul, la distilleria Zhumir sponsorizzerebbe quattro anni di fila . Prima aveva solo due sponsorizzazioni locali. Né il governo centrale né il locale lo supportò.

Forse perché nel 1996 ha visitato 20 chilometri ad Atlanta con scarpe esaurite. Si è rotto prima di attraversare l’obiettivo. Quindi salì il podio. Nel 2003 ha vinto Gold nei giochi Pan American di Santo Domingo, Repubblica Dominicana.

Lo stesso anno, quasi nel suo 30, Jefferson Pérez diventa un postmanist al raggiungimento dell’obiettivo in 1 ora, 17 minuti e 21 secondi.

I titoli della stampa al momento si sono qualificati come il marmista più veloce del mondo. Questo è successo al campionato mondiale di atletica di Parigi.

Sport Home

I genitori di Parez erano due umili e laboriosi persone: Manuel Jesús Pérez e María Lucrecia Quezada .

I suoi principi sportivi erano quasi casuali. Jefferson ha preso il secondo anno alla Francisco Febres Coordero School quando viene presentato dalla sfida di dover eseguire una carriera di resistenza per essere in grado di approvare l’educazione fisica.

In quel momento il tuo fratello maggiore, Fabián, addestrato nel parco della madre sotto la direzione dell’allenatore Luis Muñoz. Poi, Jefferson arriva a chiedere a Fabián di dargli la sua posizione per una settimana per ottenere una formazione adeguata ed essere in grado di approvare la materia.

in aprile dal 1988 la madre di Azuay È stato presentato per la prima volta, e da quel momento sarebbe il posto dove Jefferson cominciò a svolgere i suoi soliti allenamenti.

Una volta Luis Muñoz ha realizzato il suo talento, lo ha incoraggiato a continuare con altri test e continuare a prepararsi per quello che l’allenatore ha visto che sarebbe stata una disciplina nel Jefferson potrebbe essere una disciplina nel Jefferson Highlight.

Alcune settimane, essendo il vincitore dell’aiuto sportivo della gara, Jefferson è l’opportunità per la prima volta a rappresentare il suo paese negli Stati Uniti e in Inghilterra come Un ambasciatore sportivo.

La sfida di unire il marzo

jefferson pérez In un’intervista con l’Agend News Agency, 2015. Fonte: Agenzia di notizie Andes, CC BY-SA 2.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0> VIA Wikimedia Commons

La marcia olimpica è uno sport che implica spostare il corpo da un certo modo in modo da non essere squalificato.

A causa di questi strani movimenti, Jefferson ha dovuto consultare la sua famiglia e il suo cuscino la proposta ha fatto il suo allenatore Luis Chocho a unirsi al gruppo di Marchistas, dove la Luisa I campioni di Nivicella e Miriam Ramón hanno già partecipato.

era così, ricevendo il sostegno alla famiglia, Jefferson ha deciso di donarsi a questo sport esigente, combinando i suoi studi con il lavoro del venditore di verdure nel mercato.

ostacoli sulla strada

Dato l’allenamento elevato che gli atleti di alto livello hanno, è probabile che subire gravi ferite fisiche che possono persino portarli fuori dal Race sportivo. Jefferson non era esente da questo pericolo durante la sua carriera. Nel 1993 ha sofferto una frattura della clavicola che l’immobilizzava per un po ‘.

Nell’anno 1999, giorni prima della loro partecipazione al Campionato del Mondo che si terrà in Spagna rilevato da un’ernia recale.

Quest’ultimo non ha impedito di partecipare alla concorrenza, ma se hai partecipato, potrebbe prendere il rischio di aumentare lesioni con danni addirittura irreversibili. Anche così, l’impulso e il desiderio di arrivare al podio Jefferson conducarlo a partecipare.

In quell’occasione, e anche nonostante il dolore, raggiunse il secondo posto , esibendo con orgoglio la medaglia d’argento ottenuta. Successivamente ha dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico e un lungo processo di recupero che lo ha tenuto in una sedia a rotelle per alcune settimane.

nei giochi olimpici Sydney negli anni 2000 Jefferson Forse era un po ‘frustrato dai risultati raggiunti, dal momento che non poteva ripetere l’impresa di pretendere e doveva accontentarsi del quarto posto.

Questo lo ha portato a prendere la decisione di lasciare la gara sportiva, almeno per un po ‘. Aveva bisogno di recuperare non solo la fisica, ma anche emotivamente. Durante questo periodo si è dedicato a culminare i suoi studi universitari come ingegnere commerciale.

Seconda medaglia olimpica

Durante quel periodo colmina i suoi studi e ha il tempo di ripensare la decisione. Inoltre, aveva ricevuto numerose richieste dal pubblico in generale.

Dopo aver consultato la tua famiglia e ricevendo il tuo supporto, l’atleta decide di tornare al volo. Aveva già una filosofia della vita: quando inizia a credere che l’impossibile non esistesse, è quando inizia a vivere.

ed è in questo modo che nel 2005 è campione del mondo a Helsimki, in Finlandia. Due anni dopo ripete l’arredamento a Osaka, in Giappone.

Jefferson Pérez dopo la cerimonia della vittoria presso l’atletica della Coppa del Mondo, Osaka, 2007. Fonte: Eckhard Pecher (Arcimboldo), CC di 2,5 <https://creativecommons.org/licenses/by/2.5&gt ;, Via Wikimedia Commons

Già 34 anni, ritorna ad alcuni Olimpo che rappresentano l’Ecuador. Il 15 agosto 2008, a Pechino, in Cina, ottiene la seconda medaglia olimpica per l’Ecuador, un argento.

Il governo, in considerazione della sua impresa, concedi il premio per il miglior atleta ecuadoriano. E lo stesso anno, dopo la concorrenza della sfida del mondo a Murcia, in Spagna, viene rimosso dallo sport.

Jefferson Pérez ha accumulato 11 medaglie su eventi globali e internazionali. Accanto al polacco Robert Korzeniowzki, condivide l’onore di essere le migliori Marvers del mondo.

e in suo onore, dopo il 1996, il governo firma il contratto ministeriale n ° 3401. In questo ministero dell’istruzione, della cultura ecuadoriana e dei decreti sportivi del 26 luglio come giorno nazionale dello sport.

nel 2013 è stato creato nel campo governo Piano ad alte prestazioni. Per la prima volta hai iniziato a concedere borse di studio agli atleti e finanziare i loro allenamenti.

Athletic March rimozione

Jefferson Pérez nella sua ultima carriera come professionista la sfida del mondo, Murcia. Fonte: Sebasg, CC BY-SA 4.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0&gt ;, Via Wikimedia Commons

Dopo l’alto pensionamento sportivo competitivo, Jefferson Pérez segue il tuo master in Business Administration presso l’Università di Azuay. Ha anche deciso di fondare una firma per organizzare eventi sportivi.

crea e presiede anche e presiede la Fondazione Jefferson. Il suo obiettivo: per propolli la costruzione di una società giusta ed equilibrata in cui viene data priorità alle ragazze scarse, ai bambini e agli adolescenti.

sta attualmente studiando un post-laurea in scienze politiche A Salamanca, in Spagna. Nella recente conferenza stampa ha sottolineato che è stato probabilmente lanciato come candidato per il sindaco di Cuenca nel 2019.

Sotto una recente intervista con Jefferson Pérez:

Riferimenti

  1. Constant, Soraya (2016) La scarpa rotta di Jefferson Pérez. Diario El País. Spagna. Recuperato su Elpais.com
  2. quizhpe, manuel (2015) Jefferson Pérez in doppia medaglia olimpica e ha 11 medaglie. Diario El Comercio. Ecuador. Recuperato a Elcombercio.com
  3. (2017) 21 ANNI DALLA FATTO DI JEFFERSON PÉREZ. Quotidiano il telegrafo. Ecuador. Recuperato su Eltelegunter.com.ec
  4. (2016) Jefferson Pérez, l’unica medaglia d’oro olimpica dell’Ecuador in questi 95 anni dell’universo. Ogni giorno l’universo. Consultato il 16 febbraio 2018 su elunivero.com
  5. jefferson pérez. Evenato Cuba. Recuperato a Ectured.Cu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *