Kalanchoe Pumila (Italiano)

Kalanche Pumila è una pianta perenne di crescita eretta e ciondolo appartenente alla famiglia Crassulacea. È un piccolo cespuglio compatto di foglie carnose originari del Madagascar, le sue dimensioni sono piccole e arrotondate, le piante raggiungono altezze tra ventiventicinque centimetri e diametri superiori, circa quaranta o quarantacinque centimetri di larghezza. Appartiene al genere Kalanchoe e “PUMILA” deriva dal latino e si riferisce alle sue piccole dimensioni.

I tuoi steli sono argento grigio denso e carnoso e sono pieni di foglie spesse arrotondate e allungate da bordi frastagliati nella parte superiore arrotondati vicino alla tua base, sono grigio argento e vellutato , Se coperto da uno strato di un sottile capelli bianchi cerei, le foglie vengono solitamente misurate circa quattro centimetri. È una pianta molto decorativa.

Fiori dalla fine dell’inverno all’inizio della primavera, ma può prosperare in altri momenti dell’anno a seconda delle condizioni di coltivazione. I suoi fiori si radunano nelle infiorescenze del terminale che sporgono sulla loro vegetazione, sono viola rosa, presentano linee di tonalità longitudinali dal vivo nei loro petali, sono molto gentili e decorativi e creano un bel contrasto con il colorato delle loro foglie. I fiori sono piccoli di due centimetri di mezzo centimetri di diametro, hanno quattro minuscoli petali ovali che sono aromati verso l’esterno e il basso, i loro stami sono gialli.

Preferisce una situazione di media ombra protetta dai raggi diretti del sole. In climi di temperatura moderata possono essere coltivati in una situazione soleggiata. È normale la sua coltivazione come una pianta interna nei climi delle basse temperature verdognoli, in climi caldi o temperati possiamo coltivarli per tutto l’anno all’aperto in un luogo protetto di vento e delle piogge. Rimangono perfetti in vasi arrotondati di piccola altezza o in cestini sospesi.

Kalanchoe Pumla piante preferiscono un terreno ricco di nutriente e ben drenato anche se i pavimenti poveri possono resistere. Non hanno bisogno di molto fertilizzante, ma in tempi di crescita in primavera e all’inizio dell’estate possiamo dissolvere un po ‘di fertilizzante morbido e speciale per le piante di crash e cactus, una volta al mese o ogni cinque o sei settimane sarà sufficiente, in inverno non pagante.

hanno bisogno di pochissima irrigazione, una volta che ogni dieci o quindici giorni sarà sufficiente in primavera e in estate quando Sono in piena crescita, è consigliabile lasciare asciugare la terra dai rischi ed evitare di prendere il substrato. In autunno, ridurrò i rischi poiché le temperature scendono, in inverno acqua molto poco. Se coltivaremo le piante al chiuso è consigliabile mettere pietre o ghiaia alla base delle pentole o sul piatto, è essenziale che la base del vaso di fiori rimane lontana dall’acqua in eccesso di irrigazione per evitare il decomposizione.

è consigliabile tagliare le canne floreali come I fiori asciugati per mantenere le piante in buone condizioni. All’inizio della primavera o quando la fioritura finisce possiamo tagliare la fine degli steli troppo a lungo per incoraggiare la nascita di nuovi boccioli e mantenere le piante più compatte. Non supporta temperature o gelo molto basse in modo che la sua coltivazione sia raccomandata in almeno durante l’inverno. Nei climi adeguati possiamo coltivarlo per tutto l’anno all’estero, in Rocallalas e mentre copre i terreni, può supportare temperature al di sotto di quattordici gradi ma la sua vegetazione è risentita.

è facilmente giocato da talee, possiamo sfruttare i resti di potatura per ottenere tagliare dalla fine di Gli steli, li scattermo in un substrato speciale per gli impianti di crash mescolati con un po ‘di torba o substrato per le piante interne, è essenziale che la terra scarica correttamente se non è così che le talee si radunano.

è resistente alle piante per i parassiti e le malattie tipiche del giardino, i suoi nemici essenziali sono un drenaggio inadeguato, l’in eccesso irrigazione e le basse temperature, è necessario coltivare le piante in un luogo ventilato ma evitando le correnti d’aria.In condizioni di troppa umidità ambientale e scarsa ventilazione, il maiale cotone, che sviluppa una melassa appiccicosa sulla vegetazione soprattutto negli steli teneri, essendo in grado di causare un fungo dall’aspetto nero sulle sue foglie “audaci”, per evitare che sia consigliabile Per applicare prodotti di insetticida specifici sull’impianto all’inizio dell’aspetto delle cocciniglie, sono solitamente necessari diversi trattamenti. Difficoltà bassa in condizioni di coltivazione adeguate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *