Kim Basinger, il calmo tramonto del mito erotico degli anni ’80 e 90

il tramonto irremesabile non sembra aver fatto un’ammaccatura. A 65 anni, che è stato sinonimo di erotismo e seduzione negli anni ’80 e 90, vive comodamente installati in irrilevanza, in pace e con la luminosità intatta, radiante ancora nelle sue poche apparenze a Saraos Hollywoodians e lontano dal flagello della stampa sensazionalista. Kim Basinger, la bellezza perenne di Atene, Georgia, è il compleanno.

Potrei averlo schivato il classico abbandono che Hollywood si riserva alle donne della loro età, non importa quanto idilliaco, fosse la relazione lungo la strada. L’ampia scia dell’era d’oro della televisione ha contribuito a cambiare in modo significativo il panorama per attrici che sembravano condannati a uno sfondo o alle Grotte di Oblivion. Ma Basinger non ha noto – potrebbe – Unisciti all’era rinascita.

La sua ultima parata per un tappeto rosso era in occasione della seconda rata della trilogia basata sui romanzi di El James, cinquanta ombre di Grigio, nel 2017, su un ruolo più simbolico – per affrontare Un nastro da taglio erotico – quello del bozza per l’attrice della Georgia.

Basinger, di Raccogli il tuo Oscar per la migliore attrice secondaria per il tuo ruolo in ‘la Riservati’.gtres

In realtà, l’ultimo notebook nella tua carriera è stato il ruolo che ha servito a prendere l’Oscar alla migliore attrice secondaria. Quello era nel 1998 sul nastro basato sul romanzo della polizia di James Ellroy, L.a. Riservato, un lavoro rotondo prima di stirare un declino pronunciato nella sua carriera.

Ora Hollywood sembra aver pubblicato il tag dell’attrice difficile da assumere. Diversi fattori pesano contro di esso. Per cominciare, il suo passato come mito erotico, un’epoca che ha iniziato con il suo ruolo di Domino Petachi nel non dire mai, convertito in Bond Bond, e la famosa copertina per Playboy quella stessa anno, 1983. Dopo di ciò, era quasi impossibile Scuotendo dall’alto dell’aura del desiderio dell’oggetto nonostante i suoi tentativi di rifugiarsi in documenti più seri. E anche oggi lo condiziona.

Non ha avuto successo la sua scommessa post-Oscar per consacrare se stesso come interprete inbreed, ho sognato l’Africa, un nastro Hudh Hudson su una madre single che si trasferì in Kenya con suo figlio. Il batacazo al botteghino, sembrava, con 14 milioni di dollari raccolti contro un investimento di 50 milioni. E il pipistrello della critica, doloroso.

indietro, per sua figlia

A che dobbiamo aggiungere la sua timidezza per natura e la paura panoramica che ha segnato gran parte della sua carriera. Basinger non ha mai nascosto i suoi problemi con gli attacchi d’ansia. “Sono ancora ansioso un paio di volte, ma ho lavorato molto forte in modo che io non si fermi come usato”, ha detto in una recente intervista.

Il bene, tuttavia, è che sembra interessarsi. Se è tornato a fare film, era perché sua figlia irlanda, frutta del rapporto con l’attore Alec Baldwin, è stato chiesto insistentemente. Il ruolo che suona in Fifty Darker Shadows di Elena Lincoln, lo fece illusione alla giovane donna per essere quella di una donna di carattere. Non sembra essere nei suoi piani futuri il desiderio di brillare mentre usava.

“Non ho la pressione perché non sono dove ero abituato e non voglio tornare lì”, disse in un’intervista con il mondo. “Ero e io ero molto fortunato, molto caro, con molte benedizioni, ma sarebbe molto triste avere 60 anni e vuole avere nuovamente 20 anni, non è un posto sano”.

Tra quelle benedizioni, ruoli per la memoria come Batman, accanto a Jack Nicholson, o citazione ciecamente, con Bruce Willis come coppia o il meglio, il nastro che lo ha servito a prendere una nomination al Golden Globe come miglior attrice. Ma soprattutto quello che lo era circondato come il simbolo del sesso del tempo, lo spiegamento erotico di nove settimane e mezzo (1986) accanto a Mickey Rourke. La proposta dell’Adrian Lyne sempre provocatoria è stata un disastro di collezione negli Stati Uniti, anche se un tremendo successo a livello internazionale, con le costante riposizioni in televisione per decenni.

La critica è stata innescata con il film. Anche così, è stata la volontà della carriera dell’attrice della Georgia e della memoria che sarà collegata come una bomba di Lapa alla perpetuità. La sua scena di spogliarello, con la musica di Joe Cocker, la sollevò agli altari del cinema erotico universale.

“Prego ogni notte in modo che questo pianeta in futuro pensi a qualcosa di più che in nove settimane e mezzo,” disse la bionda Platinum in quel momento. “Ma cosa ricorda le persone da me, non mi interessa, la verità”.

Secondo i criteri di

il progetto Trust

saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *