Kurī (Italiano)

kurī è il nome maori per il cane polinesiano. Secondo la mitologia di Maori, il Māui Demigod ha trasformato Irawaru, il marito di sua sorella, al primo cane. È stato introdotto in Nuova Zelanda da Maori durante le sue migrazioni dalla Polynesia orientale ad un certo punto tra i secoli IX e XIV. Era usato da Maori come fonte di cibo, poiché la sua carne era considerata una delicatezza o fare Kahu Kurī (mantelli della pelle del cane) o per alcuni ornamenti. I denti erano usati come orecchini.

kurī

Museo Otago Kuri - OMNZVT2162 03 (ritanto) .jpg

regione di origine

Nuova zelanda

Caratteristiche

Tipo

Cane

altri dati

Federazioni

Questa razza è estinta estinta estinta estinta estinta estinta estinta estinta estinta estinta Estint Extinct Extinct Extinct Extinct

Il cane Kurī era un animale piccolo e basso alzato, di aspetto sgradevole. Sebbene abbia avuto un brutto senso dell’olfatto, è noto che a volte veniva usato per cacciare uccelli notturni della Nuova Zelanda come Kiwi o Kakapo e anche anatre durante la stazione di contesti. Il viaggiatore francese Jules Crozet, che era in Bay of Islands nel giugno del 1772 ha lasciato la seguente descrizione: I cani sembrano un tipo di volpe addomesticata, bianche o nere, le gambe molto basse, le orecchie sollevate, la coda grossa, i capelli lunghi, il muso grande, ma Più puntato di quello della volpe, e fare lo stesso suono: non abbaiano come i nostri cani. Secondo Frederick Hutton, Kurī era un temperamento maldestro, pigro e timido. Si ritiene che Maori le donne lo abbiano tracciato come un animale da compagno.

Questo cane occupava un posto importante nella tradizione e sui rituali dei Maori, ad esempio, quando l’aiuto di te è stato invocato, il Dio del Guerra prima di una battaglia. In queste occasioni è stata sacrificata una vittima umana, ma a volte il sacrificio di un cane era considerato un sostituto adeguato. Buck dice che il cuore del cane è stato cucinato, e dopo averlo stanziato a Dio, i sacerdoti mangiavano la carne del sacrificio. Maru, un altro Dio Maori della Guerra, ha anche ricevuto sacrifici dei cani a volte.

Sebbene poco si sa sulla sua distribuzione, sembra che non sia mai particolarmente abbondante ed è stato estinto in Nuova Zelanda un po ‘di tempo dopo l’arrivo di coloni europei. La ragione era il suo incrocio con le razze europee e il massiccio massacro di cani selvatici da parte dei coloni per proteggere il suo bestiame, con il quale il Kuri era stato praticamente sterminato alla fine del XIX secolo. Gli ultimi esemplari noti erano una femmina e il suo cucciolo che sono attualmente sezionati in una collezione del Museo della Nuova Zelanda, Te Tongarewa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *