Lezione mesodermo degli inicoli laterali

MESODERM delle piastre laterali

Il mesoderm delle piastre laterali (fogli) si trova su entrambi i lati dei farmaci intermedi. Ogni piastra è divisa orizzontalmente in due strati. Lo strato dorsale è il mesoderm somatico (parietale), situato sotto l’ectoderm, che è associato a formare somatopleage. Lo strato ventrale è il Mesoderm Splanchnic (viscerale), che circonda l’endoderm, insieme a cui costituisce lo splentplera (figura 1). Lo spazio situato tra i due strati viene trasformato nella cavità del corpo – il celoma – che si estende dalla futura regione del collo all’estremità posteriore del corpo. Successivamente, le celle sul lato destro e sinistro si fondono e sono separate in diverse cavità da pieghe che si estendono dal mesoderm somatico. Nei mammiferi, il celoma è suddiviso in cavità pleuriche, pericardiche e peritonee, che avvolge il petto, il cuore e l’addome, rispettivamente. Il meccanismo di formazione del rivestimento di queste cavità è cambiato molto poco lungo l’evoluzione.

Il derivato principale dello strato viscerale è il sistema cardiovascolare. Inoltre, lo strato viscerale proviene il muscolo liscio e i tessuti connettivi che i vasi sanguigni, gli intestini e altri organi interni sono. Lo strato somatico, d’altra parte, contribuisce alla formazione dei tessuti connettivi del muro del corpo e dei membri.

figura 1.- Lignaggi principali del mesoderm degli amniotas.

Sistema circolatorio: il cuore

Il sistema circolatorio, costituito dal cuore, dei globuli e del sistema di vasi sanguigni intricati, fornisce alimentazione allo sviluppo di embrioni vertebrati. Il sistema circolatorio inizia a funzionare molto presto nello sviluppo, è la prima unità funzionale nell’embrione in via di sviluppo e il cuore è il primo corpo funzionale, che negli esseri umani inizia a battere a 23 giorni di sviluppo embrionale. Tutto il sistema cardiovascolare è originato dallo strato viscerale (splachanico) dei lati laterale.

Il cuore dei vertebrati è formato dalla fusione di un paio di primordia che origina in due regioni del Mesoderm Splanch che loro Interagire e sono determinati dal tessuto adiacente. Le due regioni di formazione del cuore sono inizialmente trovate nella posizione più anteriore del mesoderm, queste cellule cardiogeniche migrano verso la linea centrale ventrale e si fondono per formare un singolo tubo delle cellule muscolari del contraente. Questo cuore tubolare è contorto, adottando una forma di s, con un atrio e un ventricolo. Successivamente, il ventricolo forma i suoi strati e i suoi proliferati più rapidamente rispetto all’atrio, le partizioni e le valvole sono sviluppate che separano le diverse telecamere cardiache.

Specifiche e fusione dei rudimenti del

Negli uccelli e nei mammiferi, l’embrione è un disco appiattito e il mesoderm del piatto laterale non circonda completamente il sacco di Viteline. Le cellule del futuro del cuore hanno origine nella prima linea primitiva, appena dietro il nodo di Hensen e si estende fino a metà della sua lunghezza (figura 2a). Queste cellule emigrano attraverso la linea primitiva e formano due gruppi di cellule mesodermiche laterali (e allo stesso livello) al nodo di Hensen. Questi gruppi cellulari costituiscono mesoderm cardiogenico. Questi due gruppi di celle formeranno la muscolatura di auricolari e ventricoli, le cellule delle valvole, le fibre conduttive Purkinje e il rivestimento endoteliale del cuore.

Specifica delle celle del precursore cardiache

Le specifiche delle celle del mesoderm cardiogenico sono indotte da Endeerm (precedente) adiacenti tramite segnali BMP e FGF. Solo il precedente endoderm ha la capacità di indurre la formazione cardiaca. Apparentemente i segnali WNT, dal tubo neurale, inibiscono la formazione del cuore, mentre favoriscono la formazione dei vasi sanguigni. Le cellule del precursore cardiache sono specificate in quei settori in cui le proteine BMPS coincidono (mesoderm e endoderm) e antagonisti del WNT (anteriore endoderm). (Fig. 2b).

Figura 2.- Cellule che formano le cellule nel pollo embrione. (A) Durante la gastropolazione dell’embrione di pollo, sono origine due regioni simmetriche di mesoderm cardiogenico (formazione del cuore). (B) schema delle interazioni induttive dei percorsi BMP e WNT, che consentono la generazione dei vasi sanguigni e dei vasi sanguigni dal mesoderm delle fogli laterali.

Migrazione delle cellule del precursore cardiache

Nell’embrione di pollo da 18-20 ore, le future celle cardiache si muovono in direzione anteriore tra Ectoderm e Endoderm al centro dell’embrione, rimanendo in stretto contatto con la superficie endodermia.Quando le cellule raggiungono le pareti laterali del tubo digestivo sopra, la sua emigrazione cessa. La direzione della migrazione è fornita dalla fine del precedente digestivo. Si ritiene che il componente endoderm responsabile di questo movimento sia un gradiente della concentrazione di fibronectina anteriore posteriore.

nel pollo, il digestivo sopra è formato dalla piegatura dello splentplora (Fig. 3a, B) . Questo movimento colloca insieme i due tubi cardiaci. L’origine bilaterale del cuore può essere dimostrata chirurgicamente impedendo la piegatura del mesoderm del foglio laterale. Questa differenziazione cellulare

si verifica indipendentemente nelle due primorde cardiache mentre si avvicina a vicenda. Come quello emigrare all’altro, le cellule del mesoderm ventrale delle primorde iniziano ad esprimere N-caderina nei loro nicks, separando dalle cellule del mesodermodorsorso, e si unì a formare un epitelio. Questa unione porterà alla formazione la cavità pericardica, sacco in cui si forma il cuore. Una piccola popolazione di queste cellule smette di esprimere N-caderina e separata (delaminazione) dall’epitelio per formare l’endocardio, il rivestimento del cuore che è continuo con i vasi sanguigni (figura 3a, b). Le cellule epiteliali formano il miocardico, che causerà i muscoli cardiaci che pompano per tutta la vita dell’organismo. Le cellule endocardiche producono molte delle valvole cardiache, secernono proteine che regolano la crescita del miocardico e regolano la creazione di tessuti nervosi nel cuore.

fusion di primarie cardiache e battiti iniziali

la fusione Dei due tubi endocardici per formare una singola telecamera avviene circa 29 ore su pollo e a 3 settimane negli esseri umani (figura 3c, D). Myocardia sono uniti per formare un singolo tubo. I due endocardiali si trovano in questo tubo comune per un breve periodo, anche se finalmente si fondono anche. Le porzioni successive non uniformi dell’endocardo sono trasformate nelle aperture di ingresso al cuore dei vigiliari (figure 3 e 4). Queste vene trasportano i nutrienti dal Sac Vitellino al seno venoso, la regione posteriore in cui queste due vene principali sono fuse. Il sangue accade quindi alla regione cuffiata del cuore e dalle contrazioni del tronco arterioso comandare all’Aorta.

Le pulsazioni del cuore iniziano mentre le primarie stanno ancora focalizzate (pollo 33 ore). Le cellule muscolari cardiache sviluppano una capacità intrinseca da contrarre e sono in grado di continuare a renderlo anche isolato su una capsula di Petri. Le pulsazioni sono possibili dall’apparizione di pompe na + / k + nella membrana dei cardiomiociti. Infine, il ritmo del battito cardiaco è coordinato dal seno venoso. Gli impulsi nervosi, qui generati, iniziano un’ondata di contrazione muscolare che si diffonde attraverso il cuore tubolare. In questo modo, il cuore può

il sangue della pompa prima che il suo sistema di valvole intricato sia stato completato.

curvatura e formazione di telecamere cardiache

in 3 giorni e Embrioni di pollo di 5 settimane, i cuori Un tubo con due camere, un atrio e un ventricolo (figura 5). Il cuore Curvaturad converte la polarità originale anteriore-posteriore nella polarità destra vista nell’organismo adulto. Una volta completata la piegatura, la parte del tubo cardiaco destinato a essere un ventricolo destro è una determinata posizione alla porzione che verrà trasformata in ventricolo sinistro. La curvatura del cuore dipende dagli stessi fattori che determinavano la simmetria a destra sinistra (nodo).

figura 4.- Sviluppo del cuore. È possibile stabilire una correlazione tra gli Stati morfologici e i fattori di trascrizione presenti nel nucleo delle cellule del precursore cardiaco. I cardibosti sono celle del precursore cardiache compromesse contenenti proteine dalle famiglie NKX2-5 e GATA. Queste proteine convertono cardioblasti in cardiomiociti (cellule muscolari cardiache), che sintetizzeranno specifiche proteine muscolari cardiache. Questi cardiomiociti sono uniti per formare il tubo cardiaco. Sotto l’influenza delle proteine della mano, di Xin e di Pitx2, il cuore raddoppia e inizia il fascino delle telecamere.

Figura 5.- Diagramma della morfogenesi cardiaca negli esseri umani. Il giorno, il cuore è un tubo singolo. La specifica delle regioni del tubo è rappresentata in diversi colori. Turing il giorno 28, la lacurvatura del tubo cardiaco è stato prodotto, posizionando i futuri aurmeals prima dei futuri ventricoli.

Le matrici extracellulari sono molto importanti in questo processo di piegatura.Nella strutturazione dei lati destro e sinistro del corpo, anche la divisione cellulare differenziale è molto importante. La regolazione del

  • Il cuore proviene dallo splanch mesoderm su entrambi i lati del corpo. Questa regione si chiama mesoderm cardiogenica, specializzata da BMPS in assenza di segnali WNT.

    Il mesoderm del foglio laterale è separato in due strati. Lo strato dorsale è il mesoderm somatico (parietale), si trova sotto l’ectoderm e forma il somatopleage. Lo strato ventrale è il mesoderm splanchnico (viscerale), che circonda l’endoderma e forma lo splendente.

formazione dei vasi sanguigni

Sebbene il cuore È il primo corpo funzionale del corpo, non inizia a funzionare fino a quando l’embrione ha stabilito i primi suggerimenti circolatorie. Invece di origina del cuore, i vasi sanguigni hanno un’origine indipendente, unendo il cuore poco dopo. Il sistema circolatorio di ciascuno è diverso, dato che il genoma non può codificare l’intricata serie di connessioni tra vene e arterie. Invece, il casuale svolge un ruolo di primo piano nell’istituzione della microanatomia del sistema circolatorio. Tuttavia, tutti i sistemi circolatorie di una determinata specie sono molto simili, poiché lo sviluppo del sistema circolatorio è molto limitato da parametri fisiologici, fisici ed evolutivi.

restrizioni a come le navi dovrebbero essere costruite

La prima restrizione sullo sviluppo vascolare è fisiologico. Le nuove agenzie devono funzionare anche mentre si sviluppano. Le cellule embrionali devono ottenere nutrienti prima che ci sia un intestino, usando Eoxiten prima che esistano polmoni, ed escrescano i prodotti di scarto prima dei reni. Tutte queste funzioni richiedono la mediazione del sistema circolatorio. Pertanto, la fisiologia circolatoria dell’Embrione deve differire da quella dell’organismo adulto e dal suo sistema circolatorio riflette queste differenze. Il cibo non è assorbito dall’intestino, ma dal vitello o dalla placenta. La respirazione non viene condotta attraverso le branchie o i polmoni, ma attraverso le membrane sionificanti o alantoidi. I principali vasi sanguigni devono essere costruiti per servire queste strutture extra-stridenti.

La seconda restrizione è evolutiva. L’embrione dei mammiferi estende i vasi sanguigni attraverso il sacco di Viteline anche se non c’è viotelled all’interno. Inoltre, il sangue che lascia il cuore attraverso il tronco arterioso passa attraverso le navi che formano maniglie sul precedente digestivo per raggiungere l’aorta dorsale. Queste sei paia di archi aortici passano sulla faringe (figura 7). Nei pesci primitivi, questi archi persistono e consentono a branchie di ossigenare il sangue. Negli uccelli o nei mammiferi adulti, dove i polmoni ossigeno il sangue, un tale sistema ha poco senso. Tuttavia, in embrioni di mammiferi e uccelli, si formano sei paia di archi aortici prima che il sistema sia semplificato, infine, in un unico arco aortico. Pertanto, anche se la nostra fisiologia non richiede tale struttura, la nostra condizione embrionale riflette la nostra storia evolutiva.

Figura 7.- Gli archi aortici dell’embrione umano. (A) In origine le pompe del tronco dell’arterioso sanguinano per l’aorta, con rami su ciascun lato del precedente digestivo. I sei archi aortici prendono il sangue dall’aorta ventrale e lo permettono di fluire verso l’aorta dorsale. (B) Quando lo sviluppo progredisce, gli archi iniziano a disintegrare o vengono modificati; I punti di punti indicano le strutture nella degenerazione. (C) Infine, gli archi che rimangono modificati e si formano il sistema arterioso adulto.

La terza restrizione è fisica. Secondo le leggi della meccanica dei fluidi, il trasporto di fluidi più efficace viene effettuato da ampie tubi. Mentre il raggio dei vasi sanguigni diminuisce, la resistenza del flusso aumenta in R-4 (legge della Poisuille). Un vaso sanguigno con metà del laanchura che un altro ha una resistenza al flusso 16 volte superiore. Tuttavia, la diffusione dei nutrienti può avvenire solo quando il sangue scorre lentamente e ha accesso alle membrane cellulari. Ecco il paradosso: i requisiti di diffusione possono assicurarsi che le navi siano piccole, mentre le leggi dell’idraulica inviano le navi grandi. Le agenzie viventi hanno risolto questo paradosso che sviluppano sistemi circolatorie con una gerarchia di dimensioni dei vasi. Questa gerarchia è molto precocemente formata nello sviluppo (embrione di pollo di 3 giorni). Nelle grandi vasi (Aorta e Vena Cava), il sangue scorre 100 volte più velocemente rispetto ai capillari. Con un sistema di grandi vasi specializzati nel trasporto e dei piccoli navi specializzati per la diffusione, i nutrienti e l’ossigeno possono raggiungere le singole cellule dell’organismo di sviluppo.

Ma questo non è tutto.Se un fluido, sotto una pressione costante, si sposta direttamente da un tubo di grande diametro a un altro diametro piccolo, aumenta la velocità del fluido. La soluzione evolutiva a questo problema è stata la formazione di molte piccole navi che ramungano da una maggiore, ottenendo che l’area totale delle sezioni trasversale di tutte le vascospecins è maggiore di quella della nave maggiore. I sistemi circolatorie mostrano una relazione (Diritto di Murray) in cui il cubo delle radio delle navi dei “progenitori” è approssimativamente uguale alla somma dei cubetti dei raggi delle piccole navi.

Luoghi di vascologenesi

In Amniotas, la formazione di reti vascolari primarie avviene in due regioni diverse e indipendenti. Innanzitutto, VasculognessExtrardery si verifica nelle isole del sangue del sacco vitellino, formato da emangioblasti. Secondo, la vasculogenesintraembro La malattia si verifica all’interno dell’Embrione stesso.

L’aggregazione degli emanchiblasti nel sac vitellino è un passo critico nello sviluppo di Amniota, poiché gli isolotti del sangue che circondano la sacca vitelinee producono le vene che portano i nutrienti per l’embrione e trasportare i gas da e verso i luoghi in cui si svolge lo scambio gassoso (Fig. 9). Negli uccelli, queste navi sono chiamate vene Viteline; Nei mammiferi, sono le vene onfalomereni (ombelicale). Queste isole sono osservate per la prima volta nell’area opaca dell’Embrione di pollo, quando la linea primitiva presenta la sua massima estensione. Formano cavi di emangioblast che diventano presto vuoti. Le cellule esterne dell’islet del sangue vengono trasformate in celle endoteliali appiattite che vengono sollevate. Le cellule centrali dell’islet del sangue differiscono da globuli embrionali. Queste isole del sangue crescono e finalmente si uniscono per formare una rete di capillari che drenano nelle vene vitelinee, portando i nutrienti e le cellule del cuore del cuore di nuova formazione.

I reti vascolari intraembroniche provengono generalmente da una sola cellula progenitrice Angioblast nel mesoderm che circonda un organo di Endesarrollo. Queste cellule non sembrano essere associate alla formazione di cellule. È importante sottolineare che queste reti capillari intraembrony che provengono all’interno o intorno agli organi non sono estensioni di grandi vasi di calibro.

Figura 9.- Vascologenesi. La formazione dei vasi sanguigni viene osservata per la prima volta sul muro della sacca di vitelline, dove (a) cellule indifferenti di meséquima sono raggruppate (B) nelle isole del sangue. C) i centri di questi isolotti formano i globuli e gli esterni degli aggregati campione in cellule endoteliali dei vasi sanguigni.

fattori di crescita e vasculogenesi

ce ne sono tre Fattori che possono essere responsabili della vasculogenesi di avviamento (figura 8).

 Il fattore di crescita del fibroblasto di base (FGF2) è necessario per la formazione di emangioblasti dal mesoderm

Splanch È sintetizzato dalla membrana embrionale di pollo ed è responsabile della vascolarizzazione di questo tessuto. • Il fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF) induce specificamente la differenziazione degli angioblasti e la loro moltiplicazione per formare i tubi endoteliali. È secreto dalle cellule mesenchimali vicino agli isolotti del sangue; Sia emangioblasti che gli angioblasti hanno recettori VEGF. Se manca o il suo ricevitore principale non forma gli isolotti del sangue e non ci sono vascologenesi. Se manca il secondo ricevitore per VEGF (FLT1), gli isolotti senza sangue e le cellule endoteliali differenziate vengono osservate, ma queste cellule nasero si organizzano in vasi sanguigni. • Gli angiopoienta mediano l’interazione tra cellule endoteliali e periciti (celle di tipo muscolare liscia) che cappotto.

angiogenesi

Dopo una fase iniziale della vascologenesi, inizia l’angiogenesi. Con questo processo, le reti capillari primarie sono rimodellate e le arteria e le vene sono formate (figura 8). La matrice extracellulare è estremamente importante nella regolazione dell’angiogenesi.

In primo luogo, la VEGF agisce sulle reti capillari appena formata eliminare le unioni cellulari e degradando la matrice extracellulare in determinate aree. Ciò provoca la proliferazione delle cellule endoteliali e della sua crescita ad altre regioni, formando infine un nuovo vaso sanguigno. Le nuove navi possono anche essere formate dalla divisione di un vetro già esistente in due. Allo stesso modo, la diminuzione dei contatti cellulari può anche consentire alla fusione dei capillari di formare navi di maggiore calibro, vene e arterie.

angiogenesi è fondamentale per la crescita di qualsiasi tessuto, compresi i tumori.I tumori hanno “successo” solo quando sono in grado di dirigere i vasi sanguigni verso il loro interno. Pertanto, i tumori secernono i fattori angiogenici. La capacità di inibire tali fattori sarebbe un modo estremamente importante per prevenire la crescita del tumore e la metastasi.

Domanda 2. Selezionare l’affermazione / è corretta / s

  • L’angiogenesi coinvolge il ristrutturato dei vasi sanguigni esistenti.

  • C’è un battito cardiaco dalla formazione dei tubi endocardici.

  • I tubi endocardici sono formati separatamente e quindi fusi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *