Lo stanziamento del lavoro scientifico di John Tyndall in Spagna: (1868-1898)

la figura del fisico irlandese John Tyndall (1820-1893), rinviato nella storia della scienza fino alle date recenti Ha recuperato notizie alla luce delle opere di borse di studio dall’era vittoriana come William H. Brock, Frank M. Turner, Ruth Barton, Bernard Lightman o Ursula Deyoung. In assenza di studi precedenti, sull’impatto della sua figura e del suo lavoro in Spagna, questa ricerca di dottorato è stata contrassegnata come obiettivo per trovare attori e istituzioni attive che erano destinatari attivi del naturalismo scientifico tyndalliano nell’ultimo terzo del XIX secolo. La circolazione di detto programma scientifico si rifletteva nella pratica pedagogica dell’istituzione spagnola, negli usi didattici dei libri di testo della fisica e della chimica più impiegati nell’istruzione superiore e sulle pagine del Journal of Science United Society. Segni chiari del contributo Tyndalland per ampliare la portata dell’istruzione scientifica in Spagna, e il processo di configurazione disciplinare della fisica. Un quadro spaziale privilegiato per il programma Tyndallian era il “Ateneum scientifico, letterario e artistico di Madrid”, un introduttore focus del positivismo in Spagna. John Tyndall, come un disseminatore scientifico decimenico paradigmatico, è stato il prototipo adottato dagli scienziati “Tyndalists” studiato: José Rodríguez Moulelo (1857-1932), Luis Simarro Lacabra (1851-1921), Enrique Serrano Fatigati (1845-1918) e José Rodríguez Carracido (1856-1928). La sua strategia comune a favore dell’istruzione popolare è stata veicolata attraverso conferenze, l’edizione di manuali disculgatorie, collaborazioni in riviste specializzate, discorsi accademici, viaggi d’istruzione e nella stampa periodica. Studiando l’importanza della letteratura come spazio per la diffusione scientifica nella sfera pubblica abbiamo scoperto le risonanze tyndallian, presente nelle opere di diffusione scientifica o letteraria, del romanziere Emilia Pardo Bazán. Il suo primo romanzo, Pascual López. Autobiografia da parte di uno studente di medicina (1879), testimonia l’influenza di figure istituzionali come il chimico José Rodríguez Mourelo, nella formazione scientifica primordiale dello scrittore. Il protagonista scientifico di questo romanzo coincide con il romanzo Archetipo di John Tyndall stesso. Questo dimostra, in tutta la sua ampiezza, l’intenso processo di stanziamento del programma intellettuale Tyndalland in Spagna. La ripercussione pubblica del discorso controverso erogato da Tyndall a Belfast nel 1874 e la sua successiva confutazione sperimentale di generazione spontanea, erano fattori chiave per comprendere le letture del suo programma, nel contesto delle relazioni problematiche tra scienza e religione. All’inizio, i settori confessionali saranno percepiti come un anatema materialistico pericoloso, anche se dal paradigma teologico neotomista, guidato da Leon XIII, sono noti nuovi segnali appropriati dell’autorità scientifica della loro figura della loro cifra. In contropartita, per la libertà, scienziato e rigeneratori spagnoli, ha rappresentato un riferimento utopico per il progresso. La sua cifra era appropriata da un settore socio-politico eterogeneo, oscillante dall’anarchismo e dal repubblicanismismo ai settori della mentalità liberale appartenente all’élite politica del restauro della Bourbon, come dimostrato dall’epistaller inedito contribuito. La nostra ricerca affronta il modo in cui la figura di John Tyndall era appropriata dai vari attori coinvolti, a seconda dei propri interessi: intellettuali, professionisti, politici e morali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *