Problemi nel respiro dei neonati. Palsosa cerebrale, hie, pvl e feriti alla nascita.

Ventilazione neonata è molto complessa. Alcuni bambini hanno bisogno di aiutare a respirare dopo la nascita, richiedendo la rianimazione, l’intubazione o molte altre forme di assistenza respiratoria meno invasiva. Ciò richiede al personale medico di monitorare adeguatamente i livelli di CO2 e ossigeno, i livelli di acidità del sangue, le pressioni di ventilazione e altri fattori e altri fattori in modo molto preciso per garantire che il bambino stia ricevendo i gas appropriati nelle proporzioni corrette. La ventilazione inadeguata può comportare la retinopatia prematura (che porta alla cecità infantile), lesioni polmonari, lesioni legate alla privazione dell’ossigeno, PVL, polmoni crollati e altri problemi di salute.

Molti bambini hanno bisogno di aiuto con la respirazione dopo la nascita. Respirare male con la manipolazione o la presa troppo o poco o piccolo ossigeno per il bambino può causare lesioni permanenti come la paralisi cerebrale (CP), encefalopatia ischemica ipossica (hie), leucomalacia periventricolare (PVL) e retinopatia prematura (ROP).

A volte i bambini devono essere resuscitati subito dopo essere nati, il che significa che una piccola maschera è posizionata sul naso e sulla bocca e l’aria con ossigeno extra aggiunto A è pompato ai loro polmoni. Alcuni bambini hanno problemi respiratori a lungo termine, come apnea, apnea di prematurità, problemi respiratorie o problemi di conformità polmonare perché i loro polmoni sono prematuri. È molto importante monitorare correttamente un bambino che sta ricevendo aiuto per respirare. L’ossigeno e l’anidride carbonica sono i gas misurati nel sangue di un bambino per assicurarsi che non riceva troppo o troppo poco ossigeno, o che il sangue non abbia troppo o un anidride carbonica troppo piccolo. Nella maggior parte dei casi, troppi anidride carbonica (CO2) causerà il sangue acido e il bambino ha un pH basso. Se c’è pochissimo CO2 nel sangue del bambino, il PH sarà in genere maggiore del normale. I livelli anomali di ossigeno (O2) e CO2 possono causare danni permanenti cerebrali, come paralisi cerebrale e leucomalacia periventricolare (PVL). Dare un bambino troppo O2 o avere grandi fluttuazioni ai livelli del bambino O2 può causare danni agli occhi chiamati retinopatia prematurity (ROP), che possono persino portare alla cecità se è seria o non diagnosticata presto.

retinopatia della prematurità (ROP)

La retinopatia della prematurità (ROP) è la seconda causa principale della cecità infantile negli Stati Uniti. Quando un bambino nasce prematuramente, i vasi sanguigni dei suoi occhi potrebbero non essere pienamente sviluppati. Se i vasi sanguigni di un bambino prematuro sono normalmente sviluppati, ROP non si verificherà. Se le navi crescono e ramo in modo anomalo, il bambino avrà rotto. Dare un bambino prematuro anche ossigeno può causare uno sviluppo anormale di navi negli occhi. Questo perché l’eccesso di O2 provoca i normali vasi sanguigni di degradare e smettere di sviluppare. Quando il supplemento O2 viene estratto o spento (l’ossigeno in eccesso viene rimosso), i vasi sanguigni iniziano rapidamente per formare di nuovo e crescono in modo anomalo e nella parte sbagliata dell’occhio, causando rop.

A causa di quella retinopatia Di prematurità può causare danni e cecità permanenti, si presume che il medico e il team medico somministrano solo abbastanza ossigeno per mantenere il livello di ossigeno del bambino nel sangue normale. Le alte fluttuazioni dovrebbero essere evitate a livelli di ossigeno, a meno che non sia un’emergenza. Un’attenzione dovrebbe essere pagata ai livelli O2 del bambino prematuro, perché anche ossigeno può causare rop (così come problemi polmonari), ma troppo poco ossigeno può causare danni permanenti cerebrali come l’encefalopatia ischemica ipossica, la leucomalacia periventricolare (PVL) e paralisi cerebrale.

Tutti i bambini nati prematuramente dovrebbero essere esaminati a intervalli regolari per ROP, in particolare quelli che hanno ricevuto il supplemento O2. L’intervento precoce può impedire che la malattia diventava grave o addirittura influenzare la vista del bambino. Oltre alla prematurità e all’ossigeno in eccesso, altri fattori di rischio per ROP includono un basso peso della nascita, infezione e difetti cardiaci.

Gestione della respirazione neonatale

Alcuni bambini hanno bisogno solo di un piccolo aiuto con l’ossigenazione, Quindi ricevono O2 attraverso i denti sul naso chiamato una cannula nasale. L’ossigeno ad alto flusso attraverso una cannula nasale è attualmente in fase di studio.

Altri bambini hanno bisogno di più aiuto, quindi viene utilizzata una macchina per forzare una piccola quantità di pressione continua sul tratto respiratorio del bambino, che mantiene i polmoni aperti e aiutano con la respirazione e l’ossigenazione. Questa continua pressione positiva nel tratto respiratorio (CPAP) può aiutare a prevenire i periodi di apnea, che è quando il bambino ha periodi in cui interrompe la respirazione per 20 secondi o più. La CPAP può essere somministrata tramite suggerimenti nasali o una maschera. BiPap è una variazione di CPAP, dando al bambino un po ‘più di aiuto con la respirazione, oltre a una pressione continua sulle vie aeree.

Se un bambino ha bisogno di più aiuto da CPAP o BiPap può offrire, ma il dottore Non vuole mettere un tubo (tubo et) sulla viale aerea superiore del bambino (intubazione) per aiutarla a respirare, è possibile utilizzare la ventilazione con la pressione positiva intermittente nasale (NIPPV). Nippv è ciò che i medici solitamente usano nel bambino prima di utilizzare un modo invasivo di ventilazione che richiede l’intubazione. Nippv è CPAP con respiri di pressione positiva forniti al bambino a intervalli stabiliti. Un respiro di pressione positivo è l’aria forzata nei polmoni del bambino. Anche se CPAP è un trattamento per l’apnea, un bambino può ancora avere periodi apneici mentre è in CPAP o BiPap. Nippv, tuttavia, consente al team medico di stabilire una serie di respiri che un bambino riceverà al minuto per assicurarsi che sia soddisfatto un livello di ventilazione basale.

il prossimo passo è l’intubazione. Poiché questo è invasivo, presenta ulteriori rischi per il bambino e i medici di solito provano altri metodi di assistenza ventilante prima di intubando un bambino. Naturalmente, in una situazione emergente come nel caso di grave difficoltà respiratorie, il tempo non dovrebbe essere sprecato nell’uso di altri metodi. L’intubazione stabilisce una via aerea nel bambino e consente di fornire volumi o pressioni dell’aria precisa da fornire. Molti componenti di ossigenazione e ventilazione possono essere controllati quando un bambino viene intubato, come il tasso di respirazione del bambino e il livello di ossigeno ispirato. L’intubazione consente anche a determinati farmaci di essere facili da amministrare, come il tensioattivo, che è amministrato per aiutare i polmoni di un bambino prematuro e diventare più compatibili.

con chiodi nasali o una maschera, la squadra medica deve preoccuparsi dell’aria che sfugge; L’aria è più che perdite, meno aiuta il bambino riceverà. L’obiettivo di Nippv è quello di dare al bambino un aiuto ventilatorio simile a ciò che il bambino può ricevere se è intubato. A volte, tuttavia, le perdite d’aria impediscono che ciò accada. Le perdite d’aria che si verificano con forme non invasive di assistenza respiratoria non si verificano con l’intubazione.

nippv viene spesso utilizzato per apnea prematurità (periodi adneici che si verificano a causa di sistemi per bambini immaturi), dopo che un bambino è estubato ( Tubo respirabile rimosso), e quando un bambino prematuro ha difficoltà respiratorie.

Ventilazione invasiva (intubazione) con pressione positiva (IPPV) è indicata quando è presente una delle seguenti condizioni:

  1. Il sangue del bambino è acido. Ciò significa che il PH è anormalmente basso (< 7.2) e la CO2 nel sangue è anormalmente alto (PACO2 > 60-65) .
  2. Il bambino ha un basso livello di ossigeno nel sangue (PAO2 < 50), nonostante la ricezione del supplemento O2, o il bambino richiede un sacco di ossigeno in CPAP.
  3. Il bambino ha grave apnea.

IPPV è comunemente usato per quanto segue:

  • Sindrome difficoltà respiratoria (RDS )
  • apnea
  • infezione come sepsi e / o pneumonia
  • ipertensione polmonare persistente
  • cardiaco congenito e problemi polmonari
  • Sindrome di aspirazione Meconium

IPPV aumenta le possibilità che il bambino abbia la polmonite associata al fan e alla displasia bronchopolmonare (DBP). BPD è l’infiammazione e la guarigione dei polmoni ed è associato all’uso a lungo termine del ventilatore. Se il team medico segue gli standard di cura, compresa la manutenzione massima della pressione nei polmoni bassi del bambino, il rischio di DBP e la polmonite diminuisce.

Gestione della respirazione neonatale negativa: durante la ventilazione

Tutti i bambini Deve avere la loro saturazione dell’ossigeno e il lavoro di respirazione strettamente custodito, e se un bambino sta vivendo bassi livelli di ossigeno, angoscia respiratoria o eventi apneici, i gas del sangue devono essere regolarmente disegnati con la fine per valutare i livelli di O2, CO2 e PH del bambino . Questo è particolarmente importante se il bambino è in un fan.Le lesioni da sovrastampazione possono verificarsi se la ventilazione non è gestita correttamente. Innanzitutto, se le pressioni nei polmoni del bambino sono troppo alte, il bambino potrebbe sviluppare la displasia bronchopolmonare (DBP), anche se questo normalmente non accade a meno che il bambino non sia nello sfiato per più di 28 giorni.

Secondo , può verificarsi un pneumotorace o pneumotorax se i volumi d’aria somministrati durante la ventilazione sono troppo grandi e creano troppa pressione sui polmoni del bambino. Quando le pressioni nei polmoni del bambino sono troppo alte, gli alveoli (piccoli sacchetti d’aria nei polmoni dove si verificano lo scambio di gas) diventa più rilassato e si rompono. Ciò si traduce in fori nei polmoni che consentono all’aria di sfuggire agli spazi attorno ai polmoni, formando un pneumotorace. Questo accumulo di aria impedisce il polmone di espandersi completamente. Più tempo è lasciato non trattato, più aria è filtrata nello spazio intorno ai polmoni, che limita ulteriormente la capacità del polmone di espandersi. Ciò può causare la pressione nei polmoni per aumentare ancora di più, e ostacola anche lo scambio di gas, che può causare ipossia e acidosi.

il pneumotorace può anche comprimere le vene che portano il sangue al cuore. Di conseguenza, il minore sangue riempie le telecamere del cuore, la produzione del cuore diminuisce e la pressione sanguigna del bambino diminuisce. Questo può anche portare a problemi gravi e può causare una mancanza di flusso sanguigno al cervello, aumentando così le possibilità del danno cerebrale.

Bad respirazione neonatale: hipocarbia, lekomalacia periventrica (PVL) e paralisi cerebrale

Terzo, la ventola può funzionare così bene che il bambino si libera di troppa CO2 (hipocarbia). I livelli di CO2 anormalmente bassi sono spesso trascurati in ospedale, ma anche 5 o 6 ore di basso livello di CO2 possono causare danni permanenti cerebrali, come la leucomalacia periventricolare (PVL) e la paralisi cerebrale. È molto importante che il team medico paga molta attenzione ai livelli di CO2 di un bambino. Alcuni fattori, come l’amministrazione del tensioattivo, possono far diventare i polmoni del bambino di diventare più compatibili, il che normalmente significa che si sbarazzarà di più CO2 mentre è nel fan. Una vasta gamma di fattori può influenzare i livelli di CO2 del bambino, ed è importante che i cambiamenti siano fatti nella ventola molto rapidamente se il livello di CO2 del bambino è basso. Ipocarbia è molto facile da correggere da semplici cambiamenti nelle impostazioni di ventilazione e non c’è assolutamente nessuna scusa per ipocarbie prolungate.

Bad respirazione neonatale: apnea, ipossia e acidosi

un’area di La povertà respiratoria malamente osservata è il fallimento di trattare adeguatamente l’angoscia respiratoria, l’apnea, l’ipossia e l’acidosi (alti livelli di CO2 causando un pH basso). Gli eventi apneciali, l’ipossia cronica e l’acidosi possono causare danni permanenti cerebrali, come l’encefalopatia ischemica ipossica (hie), leucomalacia periventricolare (PVL) e paralisi cerebrale. L’angoscia respiratoria può causare l’ipossia cronica e l’acidosi, ed è anche associato all’apnea. A volte il team medico vuole evitare l’intubazione a causa dei rischi posti dall’intubazione, e il bambino è mantenuto in metodi meno invasivi di respirazione e gestione dell’ossigenazione. Con una gestione adeguata, tuttavia, i rischi di IPPV possono essere significativamente ridotti. La conseguenza di non trattare l’apnea, l’ipossia e l’acidosi è un possibile danno permanente cerebrale.

In effetti, abbiamo visto casi in cui un bambino ha numerosi episodi documentati in cui smette di respirare, il suo battito cardiaco diventa molto lento , il livello di ossigeno nel sangue cade, e trasforma scuro o blu e deve essere stimolato per respirare di nuovo, con molti degli eventi apneici che durano uno o più. Questa apnea può durare una settimana o molto altro. A volte i medici pensano che un bambino supererà l’apnea, e in realtà accade di solito. Ma questa non è una scusa per lasciare che un bambino subisca periodi di privazione dell’ossigeno e una frequenza cardiaca molto lenta (Bradycardia), che può causare danni permanenti cerebrali, come l’encefalopatia ischemica ipossica (hie) e paralisi cerebrale.

L’angoscia respiratoria e l’apnea si verificano spesso nei bambini prematuri. La sindrome delle difficoltà respiratorie (SDR) si verifica quando i polmoni di un bambino non sono completamente sviluppati e non sono conformi (mancano elasticità). RDS può far sì che un bambino abbia difficoltà a respirare, e spesso, il bambino ha difficoltà a ottenere abbastanza ossigeno e sbarazzarsi di abbastanza anidride carbonica.Ciò porta ad ipossia e acidosi, che può causare lesioni cerebrali permanenti, come la paralisi cerebrale. (Se il bambino ha livelli cronicamente alti di CO2, i reni possono compensare l’aiuto del corpo a creare più di un ammortizzatore, causando il livello normale del PH e non essere acido). Se le modalità di ventilazione non invasive non funzionano per aiutare a prevenire il lavoro di ipossia, acidosi e / o aumento della respirazione, il bambino deve essere intubato / posto in IPPV.

O2 attraverso una cannula nasale può a volte aiutare con l’apnea, Ma non è considerato un trattamento standard. CPAP e BiPap sono trattamenti per apnea, e se questi trattamenti non impediscono l’apnea grave (cosa fanno di solito), il bambino dovrebbe essere intubato. Spesso, il medico proverà per la prima volta Nippv, e se l’apnea non è gestita correttamente – che accade spesso insieme a RDS – il bambino sarà intubato. IPPV può eliminare completamente gli episodi apneici e diminuire il lavoro di respirazione del bambino. IPPV consente anche un controllo molto più preciso dell’ossigenazione e della rimozione della CO2, e quando un bambino ha un tubo di respirazione, è più facile da succhiare, il che è molto importante quando un bambino ha una sindrome di aspirazione di Meconium, che può causare il bambino di avere un Grande numero di secrezioni, oltre a sofferenza respiratoria. Le tecniche asettiche e sterili devono essere utilizzate per prevenire la polmonite associata alla ventola, e le pressioni nei polmoni devono essere tenute a bassa per evitare DBP.

Se un bambino ha pressioni polmonari anormalmente elevate, deve essere inserito in Un ventilatore che fornisce respiri piccoli e molto frequenti, chiamati ventilazione ad alta frequenza o oscillazione. Con gli attuali cateteri di aspirazione online e altri dispositivi che aiutano a mantenere procedure asettiche o sterili, e con lo sviluppo di fan ad alta frequenza, polmonite e DBP non sono il problema che erano una volta con i fan. La conclusione è che non vi è alcuna scusa per non intubando un bambino quando ha una grave apnea, accoppiamento respiratorio e / o acidosi che non può essere gestito con metodi non invasivi.

Come menzionato sopra, apnea con La frequenza può essere facilmente gestita con CPAP o BiPap, oltre a caffeina. Ma l’apnea in bambini prematuri è spesso accompagnata da difficoltà respiratorie, che spesso significa che l’intubazione è necessaria.

Tossicità dell’ossigeno e fallimento nel corretto monitoraggio della respirazione neonatale

Troppi ossigeno non solo Causa Retinopatia prematurità (ROP), ma può anche causare danni ai polmoni, compresa la displasia bronchopolmonare (BPD). Infatti, un monitoraggio molto ristretto di O2, CO2 e il pH del bambino, specialmente se il bambino è prematuro e / o riceve aiuto per respirare. La mancanza di mantenimento dei normali livelli di O2, CO2 e PH del bambino può causare condizioni come un’encefalopatia ischemica prematura (ROP) (HIE), paralisi cerebrale e leucomalacia periventricolare (PVL).

Aiuto per la nascita Le ferite dovute alla scarsa gestione della respirazione

Lesione avvocati nati nel Michigan con una presenza nazionale

paralisi cerebrale, leucomalacia periventricolare, encefalopatia ischemica ipossica (HIE) e il ROP sono aree difficili da perseguire alla complessa natura dei disturbi e dei record medici che li sostengono. Il premiato Reiter Avvocateys & Walsh ha decenni di esperienza con casi di lesioni alla nascita che includono una scarsa gestione della respirazione e altre complicazioni e errori medici. Reiter & I centri di legge ABC Walsh si basano nel Michigan, ma gestiamo i casi in tutti gli Stati Uniti. Abbiamo gestito casi di encefalopatia ischemica ipossica in Michigan, Ohio, Washington DC, Pennsylvania, Tennessee, Arkansas, Mississippi, Texas, Wisconsin e altro ancora. Il nostro team di infortuni alla nascita gestisce anche i casi che coinvolgono negligenti e clinie mediche militari finanziati con fondi federali.

Revisione custodia gratuita | Disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7 | Senza tassa finché non vinceremo

Telefono (gratuito): 888-419-2229 Premere il pulsante Live chat nel tuo browser, completa il nostro modulo di contatto online p Igienico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *