sintomi del disturbo della lateralità

nei due articoli precedenti (cosa è necessario sapere per capire cosa è il disturbo della lateralità e qual è il disturbo della lateralità) Abbiamo visto che la lateralità è un processo che organizza il nostro sistema nervoso in modo binario (predominanza dell’emisfero destro o predominanza dell’emisfero sinistro). E che questo processo termina intorno ai 5 anni di età, una predominanza o un altro essere stabilito (tranne quando si verifica il disturbo della lateralità).

Il fatto di avere una lateralità ben definita (omogenea) è essenziale per il Bambino da sviluppare con una buona costruzione del suo schema del corpo e integrare adeguatamente le sue percezioni dal mondo esterno; cioè, in modo da poter guidare il tuo corpo nello spazio, il tuo “I” in tempo ed oggetti esterni rispetto al tuo corpo.

Questo processo laterale è graduale: il neonato non ha stabilito la relazione tra un lato del corpo e l’altro e, fino a quattro anni, di solito usa ordinalmente entrambe le mani. Tuttavia, a 5-6 anni lateralità dovrebbe essere ben definita: il bambino dovrebbe essere in grado di individuare correttamente la sua destra e sinistra e identificare il diverse parti del tuo corpo; a 7-8 anni, individua il diritto a destra anche nello spazio; e alle 9, negli altri.

Il ritardo, come abbiamo anche visto negli articoli precedenti, può essere definito con predominanza giusta (mano destra), sinistra predominanza (mancino) o con la stessa predominanza per il diritto che per la sinistra (Ambidestros). In questi tre casi, la lateralità è stata correttamente definita, in modo omogeneo. Parliamo di disordine di lateralità o lateralità che ho TERONALEA QUANDO Le persone mancine o specializzate dalla pressione sociale o dal piede opposto (dopo-partenza) o quando la persona a volte usa il lato destro e il lato sinistro (indefinito o lateralità incrociata).

Ci sono un certo numero di sintomi che indicano che la lateralizzazione non si è verificata correttamente nella persona, poiché la patologia provoca una diminuzione della resa cognitiva da influenze nervose parzialmente bloccate in determinate aree cerebrali. Vediamo quali sono i più soliti.

I sintomi più comuni del disturbo della lateralità:

difficoltà in linguaggio orale: fluidità, meccanica del lettore, ritenzione e comprensione della lettura.

Difficoltà nella lingua scritta: Dissy, Disortografia e sintassi.

Motore e carenze funzionali.

Difficoltà per la matematica: apprendimento meccanico e ragionamento.

Difficoltà Per concentrazione.

Difficoltà per la comprensione.

Problemi di comunicazione e relazioni.

ipotonia, apatia, lentezza.

ipertonia e ipercinesia.

instabilità

Insicurezza

aggressività

Ansia e angoscia

demotivazione, prevedere e depressione.

Il disturbo della lateralità ha una cura

come assumere, tutti questi problemi di apprendimento ed emotivo, causano una grande sofferenza alle persone con disturbo della lateralità, e anche alle loro famiglie. Spesso, i sintomi suggeriscono che il bambino è pigro o che semplicemente non vuole studiare; L’integrazione a scuola è complicata, producendo un fallimento scolastico; Molti genitori cercano di aiutare i loro figli a puntarli alle classi di rinforzo che sovraccaricano i bambini, o prendendo lo psicologo. Allo stesso modo, gli adulti non trattati soffrono anche della manodopera e delle conseguenze sociali tipiche del disturbo, che portano loro a plaues o depressive predecessive. Tuttavia, tutta questa sofferenza è evitabile, poiché il disturbo della lateralità è curato (generalmente, completamente e, almeno, dell’80%) con una buona diagnosi dettagliata e un adeguato trattamento personalizzato e senza ribaltazioni successive.

Leggi il prossimo articolo diagnostico e il trattamento del disturbo della lateralità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *