ss. Zacarías e Isabel, genitori di s. Juan bautista


ss. Zacarias e Isabel ss. Zacarias e Isabel (© BAV, IVA. GR. 1162, F. 159R)

“In Erode Times, King of Judea, c’era un prete chiamato Zaccaria, del classe sacerdotale di Abías. Sua moglie, chiamata Isabel, era un discendente di Aaron. Entrambi erano giusti per gli occhi di Dio e continuò irreprensibile tutti i comandamenti e i precetti del Signore. Ma non avevano figli, perché Isabel era sterile; e il due erano vecchi. ” (LC 1, 5-7)

Oggi festeggiamo un’altra coppia di santi da cui la Scrittura ci parla, dopo averci presentato la coppia di Maria e Giuseppe. Il Vangelo di Luke inizia con la storia di questi due coniugi che erano giusti davanti a Dio, fedeli e reali della legge, ma che soffrivano nel suo cuore perché non erano stati in grado di concepire un figlio, in un contesto culturale e religioso orientale in Quale sterilità ha causato l’emarginazione sociale.

L’incredulità di Zaccina è molto muti

La storia di Zaccaria e Isabel ci insegna che non dovremmo mai perdere la speranza perché “nulla è impossibile per Dio” . (Lc 1, 37). Zaccaria è un prete dell’ottava classe, quello di Abías, uno dei 24 stabiliti da David per regolare i turni di servizio settimanali nel tempio. Ha sposato Isabel, anche un discendente di una famiglia sacerdotale, ed è stato fondato ad Ain Karen. Sono già anziani e il loro matrimonio non aveva goduto la benedizione di un erede, e tale sterilità fu interpretata non solo come una disgrazia ma come una maledizione che li emerse; Tuttavia, la sua unione è solida, si amano e le loro vite sono giuste. Un giorno, mentre ero nel tempio, Zaccaria ha ricevuto un annuncio divino attraverso l’Arcangelo Gabriel, che prevedeva la gravidanza di sua moglie. Zaccaria, tuttavia, nonostante sia un vero uomo, non credeva e ha chiesto al messaggero di Dio un test. L’angelo lo rimproverò il suo incredulo e lo collegava, (Lc 1, 11-18), fino all’ottavo giorno dopo la nascita del bambino, quando il bambino è stato circonciso: allora la sua lingua è stata aperta di nuovo per confermare che il suo nome dovrebbe essere Juan , come l’angelo lo aveva annunciato. (LC 1, 64).

Una coppia sterile dell’Antico Testamento reso fertile

Quando l’amore e la fiducia sono vere, crescono e fruttifica con il tempo: il seme diventa in a Grande albero L’Evangelista Lucas fa un parallelo tra questa coppia che ha affaticato per essere toccato dalla grazia di Procreadora di Dio, e la totale fede di Marìa che ha creduto e concepito senza la necessità di prove. In questo modo Lucas mostra come Dio può fare le meraviglie nella vita di coloro che si fidano di lui e che si aspettano fiduciosi nel momento del suo discorso. Questi due santi della vecchia alleanza ci danno la lezione che solo quando un cuore crede senza prove e ama davvero, può sperimentare il potere del Signore, non secondo i suoi piani, ma secondo la volontà di colui che è sempre sovrano e per il fatto che dobbiamo essere abbandonati con fede incondizionata, come quello di Maria.

guida nella vita del seno che diventa una storia di salvezza

Il ruolo di Isabel, quindi, contro qualsiasi Previsione umana, è quella di essere la madre di Giovanni Battista; del Profeta che deve preparare la strada a Gesù, il previsto Messia. Isabel percepisce questa grazia in se stessa quando sente la vita di suo figlio che cresce sulla sua pancia; Quella nuova vita che rabbrividisce prima della visita inaspettata della sua cugina Maria, che aveva anche ricevuto un altro annuncio da se stesso da sé a cui ha risposto fiducioso e immediatamente con un sì: lei è la “piena di grazia”. (LC 1, 26-38). Quindi, Lucas ci descrive in due scene di due annunci la fine dell’Antico Testamento e l’inizio del nuovo, attraverso l’incontro tra due donne che accolgono la novità della storia della salvezza nelle due nuove vite generate dal potere creativo di Il potere divino in due donne che, umanamente, non erano in grado di concepire un bambino. (LC 1, 39-45).

Benedictus

Quando Zaccaria, con la nascita prodigiosa di suo figlio Juan, recupera la sua voce, alla fine può lodare Dio con una canzone analoga a De María, conosciuto come la canzone di Zaccaria. Inno gioioso in cui benedice e grazie a Dio la manifestazione del suo potere liberatorio e del suo redentore: “Benedetto è il Signore, Dio d’Israele, perché ha visitato e liberato il suo popolo, conducendo una forza della salvezza nella casa di David, del suo servo, come Aveva annunciato dall’antico, dalla bocca dei suoi santi profeti “. (LC 1, 68-70).
Dopo questo verso, nient’altro si dice su Zecharia e Isabel nel Vangelo di Lucas, d’altra parte, la bellissima lode di Zaccaria è conclusa con la sua profonda gratitudine alla misericordia di Dio manifestata in suo figlio e in futuro Arrivo del rilascio del Messia di liberazione come il desiderio: “E tu, ragazzo, sarà chiamato un profeta del più alto, perché andrai davanti al Signore per preparare i suoi modi, annunciando la salvezza del suo popolo, il perdono dei peccati; per lo sforzo misericordioso Del nostro Dio, visiterai il sole che nasce dall’alto, per illuminare coloro che vivono nell’oscurità e nell’ombra della morte, per guidare i nostri passi lungo il sentiero della pace “. (LK 1, 76-79).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *