Stenosi laringea nei bambini: tipi, gradi e strategie di trattamento

Introduzione: la stenosi laringea è raro nei bambini e di solito secondaria all’intubazione endotracheale. Gli obiettivi di questo studio dovevano rivedere i risultati delle distinte procedure endoscopiche e chirurgiche e suggerire una modifica tecnica per uno di essi.

Metodi: Revisione retrospettiva dei pazienti con la diagnosi della stenosi laringea trattata in un istituto accademico terziario tra il 2000 e il 2017. Sono state analizzate le seguenti variabili: dati demografici, risultati endoscopici, compreso il tipo e la gravità anatomica della lesione , anomalie associate, tipo di trattamento, esiti e tempo di follow-up.

Risultati: settantotto figli sono stati inclusi nello studio (39 ragazzi) con un’età mediana alla diagnosi di 9 mesi, e 33 (42,3%) hanno mostrato un’anomalia associata. Le lesioni sono state acquisite nell’84,6% dei casi e nella regione subglottica è stata più frequentemente coinvolta (77%). Trenta pazienti (38,4%) avevano una grave stenosi (gradi Myer-cotone III e IV) e una tracheotomia è stata eseguita come trattamento iniziale in 38 pazienti (48,7%). Complessivamente, il 91% dei pazienti trattati in modo endoscopico o chirurgicamente ha mostrato un buon risultato e il tasso di decannusione della serie era del 79,4%. Quattordici pazienti sono stati gestiti in modo conservativo. Il follow-up mediano è stato di 29 mesi (I.R. 10-60 m.) Conclusioni: la stenosi laringea nei bambini viene solitamente acquisita e mostra una vasta gamma di presentazioni anatomiche. Le procedure terapeutiche endoscopiche possono essere utili nella gestione della stenosi immatura di basso grado. Le tecniche chirurgiche ricostruttive possono fornire un alto tasso di successo con una selezione appropriata dei candidati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *