Storia della Lettonia

Origini

Le prime vestigia dell’uomo nella regione risalgono dall’età della pietra, anche se le letins scendono dai popoli della Bielorussia che migravano a nord e si stabilirono in Il territorio dell’attuale Lettonia nell’anno 2000 aC Questi popoli abitavano le aree costiere per pescare e approfittano dei ricchi depositi di ambra che, in molti luoghi, era più prezioso dell’oro fino al Medioevo.

Alla fine, quattro importanti popoli baltici si sono evoluti: Vendi, latgals, Semigalios (Zemgal) e il Kuros. Degli ultimi tre procedere i nomi di tre delle quattro principali regioni della Lettonia: Latgale, Zemgale e Kurzeme. La quarta regione, Vidzeme (Livonia), deve il suo nome a Livonios, un ugrofinés persone che non avevano una relazione con il Baltico.

Secoli successivi del governo straniero, questi popoli si sono uniti in una singola identità dellatiuta. Erano pagani fino ai s. XIII, quando i cavalieri tedeschi divennero cristianesimo dalla forza della spada. Ma le tradizioni pagane resistono e il solstizio d’estate è celebrato come la più importante festa nazionale.

Cristianesimo

I primi missionari cristiani sono venuti in Lettonia nel 1190 per cercare di convertire la popolazione pagana. Era una battaglia perduta; Non appena i missionari rimasti, il nuovo convertito saltò nel fiume per annullare il battesimo. I missionari stavano arrivando negli anni successivi, e più itviani sarebbero stati sottoposti al cristianesimo e poi rinascendo da esso.

en 1201, Su richiesta del Papa, i crociati germanici, guidati dal vescovo von Buxhoevenden di Brema , conquistare la Lettonia e fondata Riga. Von Buxhoevenden ha anche costituito l’ordine dei Cavalieri della spada e ha stabilito la sua base a Riga a soggiogare Livonia. I coloni della Germania settentrionale sono arrivati e, durante il primo periodo di dominazione germanica, Riga divenne la città tedesca più importante del Baltico. Ha prosperato grazie al commercio tra la Russia e l’Occidente e si unì alla Lega Hanseatica (una gilda mercantile medievale) nel 1282. Tra i prodotti che sono stati esportati a ovest dalla Russia via Riga, pelli, cuoio, miele e cera sono stati contati. Gli abitanti originali del Baltico sono stati separati dalla politica regionale e dall’urbanizzazione.

Le lotte di potere tra la Chiesa, i Cavalieri e le autorità locali hanno recitato nella storia del paese tra il 1253 e il 1420. Il vescovo Di Riga, ascesa all’arcivescovo nel 1252, divenne il capo della Chiesa nelle terre germaniche conquistata e governata direttamente da Livonia e, attraverso i suoi vescovi, indirettamente altre aree più lontane di Livonia ed Estonia. La chiesa era costantemente lottando con i Cavalieri, che controllava una buona parte di ciò che è stato lasciato di Livonia ed Estonia, e con le autorità municipali (dominate dai mercanti tedeschi), che sono riusciti a mantenere un grado di indipendenza durante tale periodo.

Svezia, Polonia e Russia

ss. XV, XVI e XVII sono stati segnati da battaglie e dispute sulla distribuzione di ciò che un giorno sarebbe la Lettonia. Il territorio era nell’incrocio di strade di diversi imperi invasori e tutti volevano assicurare la loro porzione. A quel tempo Martin Luther presentò la sua tesi e i suoi ideali hanno inondato l’est dell’attuale Lettonia. Riga divenne rapidamente un centro della riforma e le élite mercantili adottavano la dottrina. I ferventi movimenti religiosi generarono l’aspetto della lettone scritta.

La Lettonia ovest è diventata più influente e potente sotto il governo del ducato di Curlandia, un regno semi-autonomo governato dal Duke Kettler competente, che ha fondato il telecomando Colonie in Gambia e Tobago. A quel tempo, la Polonia ha sequestrato il sud-est della Lettonia e la Svezia, Riga e il nord-est. I russi si unirono alla fray alla fine del decennio del 1620 e hanno ingannato tutto durante la grande guerra settentrionale (1700-1721).

Awakening nazionale

L’idea di un’identità United Nacional ha iniziato ad essere grato nella S. XVII, quando i Discendenti dei contadini dei primi popoli cominciarono ad unirsi sotto il nome “Lettonia”. Nel mezzo del S. XIX, il sentimento stava consolidando quando i primi giornali pubblicati nella lingua lettina e la prima canzone della canzone è stata celebrata e la danza. Gli agricoltori si sono concentrati nella città per richiedere ai diritti uguali e i partiti politici sembravano organizzare gli scioperi dei lavoratori e per rovesciare l’aristocrazia tedesca che rimase nella zona. Più tardi, i leader democratici avrebbero chiamato “rivoluzione. Latone” a Questa lotta per la libertà.

Freedom sapore

Il 18 novembre 1918, è stato dichiarato lo stato indipendente Lettiano, nato dalla confusione e dal disagio del mondo I.Già negli anni ’30, Lettonia aveva raggiunto uno dei più alti standard di vita di tutta Europa. Nel 1934 un colpo di stato senza spargimento di sangue, orchestrato da Kārlis Ulmanis, il primo presidente della Lettonia, si è concluso con il potere del Parlamento.

I Soviet sono stati i primi a riconoscere l’indipendenza della Lettonia ma il miele della luna non sarebbe durato lungo. L’occupazione sovietica iniziò nel 1939 con il patto di Molotov-Ribbentrop, che seguì la nazionalizzazione, le uccisioni e le deportazioni di massa alla Siberia. I nazisti tedeschi occupavano parzialmente o totalmente latvia dal 1941 al 1945, quando si stima che 175.000 lettere, per lo più ebrei, furono uccise o deportate.

governo sovietico

Quando il mondo II Guerra, i sovietici hanno marciato in Lettonia con la scusa di “salvarla” dai nazisti. Le deportazioni sono iniziate di nuovo e il paese è stato costretto ad adottare l’ideologia comunista. Le fabbriche furono rapidamente sollevate, veri alveari ape che avrebbe lavorato in tutto il mondo. Qualsiasi idea di individualità è stata sradicata e “nazionalizzata” le bellissime case di campagna e gli edifici ufficiali cosmopoliti, costringendo i cittadini da incontrare in blocchi grigi di pavimenti.

La prima protesta pubblica contro l’occupazione sovietica ha avuto luogo Il 14 giugno 1987, quando 5000 persone si sono concentrate sul monumento alla libertà di Riga in memoria delle deportazioni in Siberia del 1941. Nell’estate del 1988, le nuove organizzazioni politiche e il popolare anteriore della Lettonia (PLF) sono nate ha rapidamente occupato la chiusura -up della scena politica. Meno di due mesi dopo, il 23 agosto 1989, due milioni di lettoni, lituani ed estoni formò una catena umana di 650 km da Vilnius a Tallinn, passando attraverso Riga, nel 50 ° anniversario del Patto del Molotov-Ribbentrop.

Guardando il presente

Quando le forze democratiche russe guidate da Boris Yeltsin arrivavano vittoriose dal cosiddetto colpo di agosto, la Lettonia è stata finalmente libera di continuare il suo cammino. Il paese ha proclamato l’indipendenza il 21 agosto 1991 e, il 17 settembre 1991, Lettonia, insieme all’Estonia e alla Lituania, si unì all’ONU e ha iniziato a lavorare per consolidare la sua sovranità di nuova rilasciata. Nel 1993 sono stati tenuti elezioni democratiche e il nuovo governo, guidato da Guntis Ulmanis (un contadino e discendente di Kārlis ulmanis), diede a Brandaggiatori da uno a un’altra crisi; Dopo la devastante bancarotta della più grande banca commerciale del paese, il relè dei primi ministri è stato continuo.

Nel 1999 Vaira Vīķe-Freiberga, Birthtale ma residente in Canada una buona parte della sua vita, ha vinto il Elezioni presidenziali con la promessa di integrare la Lettonia nell’UE. Non suppondeva un compito facile a causa del patrimonio sovietico, ma il 1 ° maggio 2004 l’UE ha aperto le sue porte nel paese. Lettonia, per molto tempo il Baltic Lagging (e il paese più povero dell’UE), ha registrato la massima crescita economica dell’UE negli anni 2004, 2005, 2006 e 2007, sebbene migliaia di lettoni siano emigrate in Irlanda e in altri luoghi di lavoro .

Tuttavia, è risultato che gran parte dello sviluppo economico della Lettonia è stato tenuto come carta di carte; La spesa eccessiva e il debito hanno danneggiato l’economia nazionale durante la crisi economica globale della fine del 2008 e all’inizio del 2009. Gli anni successivi sono stati utilizzati per superare gli effetti del crollo dell’economia. La crisi dell’Ucraina ha modificato le linee guida di voto, beneficiando dei nazionalisti lettoni e guadagnando sedili a Saskana nelle elezioni parlamentari autunnali del 2014.

Nel 2015, il Parlamento scelto Raimonds Vējonis come nuovo presidente della Lettonia Dai padre lettone, ufficiale dell’esercito sovietico, e madre russa, rappresenta la festa verde e dichiara “pagan” come opzione religiosa su Facebook. È considerato una figura di impegno e soddisfa l’intero spettro politico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *