Valore previsto della scala dell’interheart-colesterolo per i pazienti che entrano per dolore al petto | Rivista spagnola di cardiologia

La previsione dell’incidenza e la mortalità della malattia del cuore ischemica è fondamentale nella salute pubblica, e per questo motivo sono state sviluppate diverse scale per stimare il rischio di apparizione, come ad esempio quello del framingham1 o del punteggio2 rispettivamente2. Nel 2011, gli investigatori dello studio interheart hanno pubblicato una scala per prevedere specificamente l’incidenza di infarto acuto, con una variante a base di colesterolo collegato alle lipoproteine sia a bassa densità che ad alta densità3. L’obiettivo del nostro studio è quello di analizzare il valore prognostico della scala interseativa-colesterolo nei pazienti che entrano dal dolore al petto.

È un record osservativo e prospettico di tutti i pazienti ammessi consecutivamente dal dolore toracico in un unico dipartimento di cardiologia per 19 mesi. 1,312 pazienti consecutivi sono stati inclusi e analizzati a 1.240 (94,5%) dopo aver scartato i pazienti che non hanno avuto un analitico disponibile e sono stati classificati mediante diagnosi della sindrome coronarica acuta (SCA) o dolore al petto non ischemico. In tutta la scala interheart-colesterolo3 è stata calcolata, categorizzare l’età (2, > 55 maschi e > 65 donne), unito colesterolo a basso Lipoproteine di densità (1, 77-116 mg / dl; 2, 177-150 mg / dl; 5, > 151mg / DL), colesterolo lipoproteina ad alta densità (2,

mg / dl), fumare (2, exfumer; 2, fumo 1-5 sigarette / giorno; 4, fumo 6-10; 7, fumo 11-20; 11, fumano > 20), diabete mellito (7) e ipertensione arteriosa (6); I pazienti sono stati suddivisi in terzili a seconda del valore ottenuto individualmente. Segui almeno 1 anno dopo l’alto.

L’analisi è stata eseguita con SPSS 20.0 per Mac (SPSS Inc., Chicago, Illinois, Stati Uniti). Le variabili qualitative sono state valutate dal test DE2 e dal quantitativo, testando il T di studente e Anova. L’analisi di sopravvivenza è stata eseguita dalla regressione dei rischi proporzionali di COX attraverso il metodo di inclusione per i passaggi; Per questa analisi, il terzitile inferiore è stato considerato come la variabile di riferimento e le variabili non incluse nella scala di punteggio interheart sono state incluse nel modello che ha avuto un coinvolgimento clinico nella prognosi o quelle che hanno ottenuto P ≤ 0,25 nell’analisi univariabile. Il significato statistico è stato attribuito a valori di P

dei 1.240 pazienti, 467 (37,7%) ha presentato SCA senza elevazione del segmento ST, 189 (15,2%), SCA con elevazione del segmento ST e 584 (47.1 %), dolore toracico non ischemico. Il punteggio medio della scala di interheart-colesterolo è stato inferiore nel gruppo di dolore toracico non ischemico rispetto a SCA: 10.02 ± 5,42 rispetto a 13,27 ± 5,48 (tavolo P).

tabella.

Caratteristiche generali della popolazione divisa in interheart-colesterolo terziles

385 (31.0)

11,74 ± 5,7 5,52 ± 2,8

17,93 ± 2,7 0,01

66.1 ± 15.0 69.0 ± 13.0

64.9

0,01

2.7 11.2 77.0

67.6 31.1 78.4

49.0 TD> 36,7 0,01

35.1

31.1 19.5

3.7 2.2 td> 4,4 4.5 0,14

4,4 3,4 8.8 0,01

43,6 40.7

0,01

39.7

54.2 0,01

14.1 16.8 19.4 0,14

60,4 ± 8,5

55,9 ± 12,4 0,01b

53.7

13,2 ± 1,9

12,9 ± 2.0

Glucmia (mg / dl)

98.7 ± 19,6 105,7 ± 32,1 127,1 ± 48,5

1,1 ± 0.4 1 ± 0.6

76,8 ± 25,4 81.6 ± 24,8

73,8 ± 26,4 0,01

165,8 ± 48,3 169,3 ± 44,9 164,3 ± 47,9

0,403

44,8 ± 15.0 39.7 ± 12,9 37,1 ± 11,5 0,01

99.7 ± 69,3 0,753

115.0 (90,0-149,0)

138.0 (106.0-185.0) 0,01 / TR>

74.0

86.5 86.5 0,01

88.0

0,01

40.6 76.8 0.01

65.3 52.1 65.8 td> 77,1 0.01 iv id = ”

acv: acciduci cerebrovascolare; ARA-II: ANTAGONISTA DEL RECEPTOR DE LA ANGIOENSINA II; CHDL: Colesterol Unido A Lipoproteínas de Alta Densidad; CLDL: Colesterol Unido A Lipoproteínas de Baja Densidad; DT: Dolor Torácico; FEVI: FRACCIÓN DE EYECCIÓN DEL VENTRÍCULO IZQUIERDO; FG: Filtrado Glomerular; Hta: hipertensión arterioso; Ieca: inibidor de la enzima de conversión de la angiotensina; Scacest: Síndome Coronario Agudo con elevazione del Segmento St; Scasest: Síndome Coronario Agudo Sin Elevación del Segmento St.

diferencia entre el tercil 1 y el resto.

diflencia entre el tercil 3 y el resto.

salvo otra indicación, lostos expresan n (%) o media ± desvioón estándar.

se consiglusi el seguimiento de 1 ano De los pacientes (media, 453,7 ± 152,2 días). SE Osservó Un Claro Patrón Creciente de Moridalidd por Cualquier Causa (EL 4,8, EL 10,0 YL 13,4%; P figura); La edad y la insuficiencia cardiaca previo se asociaron con sindaco incidencia de estas complicaciones.

curvas de Kaplan-Meier de incidencia Ajustada de los objetivos valutados durante el seguimiento. HR: rapporto di pericolo; IC95%: intervino de Confianza del 95%.

figura.

Curve Kaplan-Meier di incidenza aggiustata degli obiettivi valutati durante il follow-up. HR: rapporto di pericolo; IC95%: intervallo di confidenza del 95%.

(0,35 MB).

La scala dell’interheart-colesterolo è stata progettata con lo scopo di fornire uno strumento molto specifico per prevedere l’incidenza di SCA, ma la sua capacità predittiva per SCA è ridotta33. La scala ha differenze piuttosto notevoli rispetto a quella del Framingham o del punteggio, che sembra renderlo utile per i pazienti con dolore al petto. Il suo vantaggio principale sembra risiedere nell’individuare i pazienti molto a basso rischio e i nostri risultati forniscono la prova del suo valore prognostico dopo un’ammissione ospedaliera dal dolore toracico.

Lo sviluppo della SCA è un processo multifattoriale che va Oltre la semplice presenza di fattori di rischio cardiovascolare4. L’identificazione dei determinanti conducono lesioni coronariche stabili per essere destabilizzate e ha causato una SCA rimane una delle grandi sfide nella conoscenza dell’aterosclerosi, poiché potrebbero essere le caratteristiche intrinseche dei piatti5 o fattori non classici6.

Questo Lo studio ha la limitazione dell’applicazione di una scala progettata per la prevenzione primaria ai pazienti ammessi dal dolore toracico; Tuttavia, non vi è alcun uso in Spagna o in Europa come descritto nello studio, quindi lo studio è di interesse.

In conclusione, la scala dell’interheart-colesterolo identifica i pazienti con basso rischio di complicazioni dopo un reddito del dolore toracico , che potrebbe essere usato per rilevare i pazienti che, sebbene non richiedano alcun follow-up, potrebbe richiedere un follow-up non così completo.

Totale TERQIL 1 ( TERQIL 2 (10.0-14,99) TERQIL 3 (> 15) P
pazienti 1.240 411 (33.1) 444 (35.8)
Punteggio 11,23 ± 1,3
EDAD (AÑOS) 67,9 ± 13,1 68.5 ± 11, 0 0.02A
VARONES (%) 55.0 73.5
diabetes mellitus (%) / td> 31.9 0.01 / td>
hta (%) 0.01 DISLIPEMIA (%)
fumadores (%) 0,01
Cardiopatía isquémica previo (%) 36,1 37,6 0.01
insuficiencia cardiaca previo (%)
acv previo (%) 5,6
dt no coronario (%) 26,4
scasest (%) 21, 2 42.5
SCACEST (%) 16.7
fevi (%) 58,3 ± 10,6 58,5 ± 10,2
revascularización 0, 01
hemoglobina (mg / dl) 13,5 ± 1,8 13,3 ± 1,9 0,01
111, 6 ± 38,5 0,01
creatinina (Mg / dl) 1.0 ± 0.4 0, 9 ± 0.3 0,01
fg (ml / min / 1,72 m2) 76,2 ± 24,4
colesterol total (mg / dl) 164.7 ± 50,9
chdl (mg / Dl) 40.1 ± 13,4
cldl (mg / dl) 98,2 99.0 ± 33.2 96,8 ± 35,3
triglicéridos (mg / dl) 125.0 (95.0-167.0) 120.5 (92.0-162,0)
Estatina al Alta (%) 58.2 / TD> 76.0
ÁCIDO ACETILSALICILICICO AL AL ATA (%) 74.6 0.01
Clopidogrel al alt (%) 49.6 28.1 53.0 65.5
IECA / ARA-II AL ALTA (%) 63.5
Bloqueador Beta al Alta Alta (%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *