Variazione del tasso di lavoro: definizione e formula


analisi della varianza dei costi professionali

quando esaminiamo i risultati dell’analisi del lavoro Costi, l’aumento di un dollaro nell’importo pagato all’ora è stato una buona opzione perché c’era un risparmio di quattrocento ore. Il risultato di questa elezione è stato un totale risparmio di $ 1.400. Ci sono molte possibili ragioni per questo, come l’aumento della moralità a causa di un aumento del salario o di un diverso tipo di programma di incentivi. Come tale, la società ha salvato più soldi alla fine anche se hanno pagato più all’ora.

Riepilogo della lezione

Variazioni del lavoro Concentrati su entrambe le tariffe e le ore, chiamate anche efficienza o quantità. La variazione del costo del lavoro è calcolata calcolando la differenza tra le ore effettive moltiplicate per la velocità effettiva e le ore effettive moltiplicate per la tariffa standard. La risposta in questa sezione mostrerà come il cambiamento del tasso ha avuto un effetto sulla spesa effettiva rispetto al bilancio pianificato.

La variazione della quantità è calcolata calcolando la differenza tra le ore effettive moltiplicate da Il tasso standard e le ore standard moltiplicati per la tariffa standard. Il tasso reale non è utilizzato in questo calcolo perché l’attenzione è scoprire come il cambiamento in ore, se c’era, ha avuto un effetto sulla varianza totale. A volte le due varianti saranno nella stessa direzione, sia positive che negative, mentre a volte saranno in direzioni opposte, come nell’esempio commentiamo.

L’analisi dei soli numeri potrebbe non essere sufficiente per fornire la storia completa di ciò che è successo, ma darà il gestore le informazioni necessarie Sapere dove cercare e scoprire perché i prezzi, le quantità, i tassi o le ore erano diversi dai budget. quantità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *